,,

Caccia ad AirBnb: a Marsiglia manifesti con nome, indirizzo e foto di chi affitta la propria casa ai turisti

Nella città di Marsiglia si sta diffondendo la protesta contro AirBnB: per le strade manifesti con i nomi dei locatori

Pubblicato il:

Ribellione contro AirBnb. A Marsiglia, nel sud della Francia, i cittadini hanno appeso manifesti con foto, indirizzo e nomi di chi affitta la propria casa ai turisti per brevi periodi. Sono accusati dell’aumento dei prezzi delle abitazioni e degli affitti.

La campagna contro AirBnb a Marsiglia

I cittadini del quartiere di Notre Dame du Mont a Marsiglia, nel sud della Francia, si sono ribellati contro la diffusione incontrollata degli affitti brevi turistici. Per la città sono stati appesi manifesti e distribuiti volantini con le generalità di chi affitta.

Non solo nome e cognome, ma anche foto e indirizzo dei proprietari degli appartamenti affittati. Tutti dati che sono disponibili al pubblico proprio tramite uno dei siti più utilizzati per le locazioni turistiche brevi, AirBnb.

Airbnb MarsigliaFonte foto: ANSA
Nathan Blecharczyk, cofondatore di AirBnb

Alcuni locatori si sono sentiti però minacciati da questa iniziativa. I residenti accusano le persone che hanno deciso di affittare la propria casa in questo modo dell’aumento dei prezzi di abitazioni e affitti nel quartiere.

I problemi nel quartiere di Notre-Dame du Mont

Da molto tempo a Marsiglia compaiono scritte sui muri e volantini con slogan contro AirBnb. Il sito è diventato il simbolo di un problema di molte città europee. La diffusione degli appartamenti affittati ai turisti sta spopolando i centri storici.

La reazione a questo fenomeno a Notre-Dame du Mont sta diventando violenta. Sempre più spesso le cassette di sicurezza in cui i proprietari ripongono le chiavi del loro appartamento, in modo che i turisti le possano recuperare, vengono distrutte.

La situazione già difficile sta peggiorando con l’avvicinarsi delle olimpiadi di Parigi del 2024. A Marsiglia si terranno diverse gare, che porteranno turisti nella città. In previsione molti privati starebbero convertendo i loro appartamenti in case vacanza.

La situazione di AirBnb in Italia

Anche molte città italiane hanno un problema con gli affitti brevi. In particolare nei centri storici di città come Bologna, Roma e Milano, la percentuale di appartamenti dedicati ai turisti si avvicina al 20-30%.

Il Governo è intervenuto per limitare la diffusione delle case adibite agli affitti brevi, ma senza porre un tetto per città. La misura introdotta dal ministero del Turismo ha impedito ai privati di affittare la propria casa per una sola notte.j

airbnb-marsiglia Fonte foto: ANSA

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,