,,

Perisic e il tifoso minacciato dopo Inter-Sassuolo: scatta il risarcimento, il croato evita il processo

Perisic ha chiuso la vicenda del tifoso minacciato dopo la partita tra Inter e Sassuolo del 2018 pagando un risarcimento: a quanto ammonta la cifra

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Quella di martedì 8 marzo è stata una giornata particolare per Ivan Perisic, tra i protagonisti in campo nella sfida di Champions League tra la sua Inter e il Liverpool. Poche ore prima, infatti, il calciatore croato ha chiuso il caso del tifoso bresciano insultato e minacciato al termine di Inter-Sassuolo del 12 maggio 2018.

Ivan Perisic, risarcito il tifoso minacciato dopo Inter-Sassuolo

Secondo quanto riferito dal ‘Giornale di Brescia’, Ivan Perisic ha risarcito con un assegno da alcune migliaia di euro il tifoso, che dopo la partita Inter-Sassuolo del 2018 se la prese con lui. In quell’occasione, stando alla ricostruzione riportata dal ‘Giornale di Brescia’, Perišic replicò a muso duro invitando il tifoso a scendere in campo per un faccia a faccia. Il supporter dell’Inter fu raggiunto da un Daspo di 3 anni che poi però il Tar gli aveva annullato.

Sul fronte penale la Procura chiese l’archiviazione, ma dopo l’opposizione dell’avvocato Luca Broli, legale del tifoso, il gip aveva disposto l’imputazione del giocatore. Il risarcimento ha portato, però, “all’estinzione del procedimento per condotta riparatoria“.

Ivan Perisic e il tifoso minacciato dopo Inter-Sassuolo: scatta il risarcimento, il croato evita il processoFonte foto: ANSA
Ivan Perisic, durante Liverpool-Inter.

Ivan Perisic, a quanto ammonta il risarcimento per il tifoso

Il ‘Corriere della Sera’ aggiunge ulteriori dettagli sulla vicenda. Secondo il sito del quotidiano, il risarcimento ammonterebbe a circa 2 mila euro.

Ivan Perisic e il tifoso minacciato: la ricostruzione dei fatti

Sempre il ‘Corriere della Sera’ ripercorre quanto avvenuto il 12 maggio del 2018, al termine della partita Inter-Sassuolo (terminata 1-2).

Dopo il match, Ivan Perisic si fermò a bordo campo per le interviste con le televisioni. Un ultrà bresciano di fede nerazzurra si affacciò dalla balconata e gli urlò contro: “Pir*a, vai a fare la doccia!”. Il calciatore croato replicò a muso duro, invitando il tifoso a scendere dalla gradinata al campo (“Vieni giù, vieni giù…”) per un chiarimento faccia a faccia (“Ti ammazzo, ti ammazzo!”). La scaramuccia quel giorno finì con il tifoso identificato dalla Polizia e daspato (daspo poi annullato dal Tar) e una denuncia a Ivan Perisic per minacce.

La vicenda si è chiusa definitivamente martedì 8 marzo, poche ore prima della partita Liverpool-Inter, che ha sancito l’eliminazione della squadra nerazzurra di Ivan Perisic dalla Champions League.

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,