,,

Willy, testimone: "Saltavano sul corpo", fratello Bianchi nega

Il testimone rende noti alcuni dettagli del pestaggio feroce che ha provocato la morte del giovane Willy a Colleferro

“Ho visto sopraggiungere ‘a palla’ un’auto di grossa cilindrata. Sono scese 5 persone che si sono lanciate contro chiunque capitasse a tiro sferrando calci e pugni e poi si accanivano contro Willy“. Così un teste racconta, come rende noto l’Ansa, che cita l’ordinanza che ha confermato gli arresti per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte.

“Mentre era in terra hanno proseguito a sferrare calci e pugni contro Willy tanto che non si è riuscito più a rialzare”, racconta sempre il testimone agli inquirenti.

“Tra gli aggressori di Willy sono certo ci fossero i fratelli Bianchi e Pincarelli”, ha proseguito il teste, aggiungendo che “tra gli aggressori c’era una quarta persona che aveva il braccio ingessato e che è sceso con gli altri dal Suv”.

“Ho un vivido ricordo di un paio di loro – si legge nell’ordinanza – , non ricordo però chi di preciso, che addirittura saltavano sopra il corpo di Willy in terra e già inerme”.

Il fratello di Marco e Gabriele: “Non sono stati loro”

“Non sono stati i miei fratelli Gabriele e Marco ad uccidere Willy”. Lo ha detto Alessandro Bianchi, intervistato da Pomeriggio Cinque, ricostruendo quanto avvenuto la sera della morte del ragazzo.

“Io ero al bar dove lavoro. Loro sono entrati insieme agli altri due arrestati – racconta Alessandro -. L’unica cosa che ho sentito dire dai miei fratelli, quando sono arrivati anche i carabinieri ed io ero con mia figlia di sei anni che ha iniziato a piangere: ‘Prenditi le responsabilità di quello che hai fatto’. Non ho visto a chi lo hanno detto ero di spalle. E’ successo una cosa schifosa, siamo distrutti, ma non sono stati loro”.

VirgilioNotizie | 09-09-2020 18:00

Willy, fiaccolata a Paliano per il 21enne ucciso a Colleferro Fonte foto: Ansa
Willy, fiaccolata a Paliano per il 21enne ucciso a Colleferro
,,,,,,,