,,

Juventus, Beppe Furino colpito da emorragia cerebrale: la bandiera bianconera è in condizioni gravi

Beppe Furino, bandiera della Juventus, è stato colpito da un'emorragia cerebrale: come sta l'ex capitano bianconero

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Beppe Furino, bandiera nonché uno degli storici capitani della Juventus, è ricoverato nella Stroke Unit dell’ospedale Santa Croce di Moncalieri. Il 75enne è stato colpito da un’emorragia cerebrale. Le sue condizioni sono gravi ma stabili; al momento è escluso l’intervento chirurgico. Ne dà notizia l’Adnkronos.

Chi è Giuseppe Furino: una carriera legata al ‘marchio’ Juventus

Giuseppe Furino, nato a Palermo il 5 luglio 1946, è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista. Nel capoluogo siciliano vi rimase solo sei mesi, trasferendosi con la famiglia, causa il lavoro del padre, prima ad Avellino (dove crebbe fino agli otto anni),  poi a Napoli e Agropoli. Infine, dai 15 anni visse a Torino.

Lo notarono gli scout della Juventus, club al quale ha legato quasi tutta la sua carriera professionistica. Con la maglia bianconera ha giocato ha militato per quindici anni a cavallo tra gli anni 1970 e 1980, divenendone uno dei giocatori-simbolo della squadra, fino a indossarne la fascia di capitano dal 1976 al 1983 e contribuendo alle vittorie di 8 campionati italiani, 2 Coppe Italia, 1 Coppa UEFA e 1 Coppa delle Coppe, disputando inoltre 2 finali di Coppa dei Campioni.

Beppe Furino ricoverato per emorragia cerebrale.Fonte foto: ANSA
Da sinistra: Giampiero Boniperti, Gianluca Vialli e Beppe Furino

È stato inoltre vicecampione mondiale nel 1970 con la nazionale italiana.

Furino e il senso di colpa per la moglie morta di Covid: “Credo di aver fatto da untore”

Nel marzo 2021, Furino ha pianto la scomparsa della moglie, Irene Vercellini, ex consigliere comunale di Moncalieri (Torino). “Mia moglie Irene è morta a causa del Covid. Purtroppo credo di avere fatto da untore, portando a casa il virus”, spigava l’ex capitano bianconero al Corsera.

“Sono davvero frastornato, è accaduto tutto troppo in fretta – proseguiva -. Ci ha preso tutti, in famiglia. Ma mentre noi guarivamo lei cominciava ad avere seri problemi di saturazione. Da quando è stata ricoverata non l’ho più vista. Non dimenticherò mai questo dolore tremendo”.

beppe-furino Fonte foto: ANSA

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,