,,

Appartiene a Putin il mega yacht da 700 milioni a Marina di Carrara, la conferma sullo Scheherazade

Secondo un gruppo di investigatori vicini al dissidente russo Navalny il panfilo sarebbe del presidente russo

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

La conferma sarebbe arrivata dopo giorni di sospetti e indagini: il mega yacht ormeggiato a Marina di Carrara è di Vladimir Putin. Attorno alla proprietà riconducibile al presidente russo dello “Scheherazade”, il super panfilo da 700 milioni di dollari rimasto finora senza rivendicazione nel porto Toscano, si era creato un caso, a seguito delle operazioni della Guardia di Finanza per il congelamento dei beni degli oligarchi russi in Italia. Adesso dovrebbe essere arrivata la conferma: “È la nave di Putin” avrebbero ammesso alcuni membri dell’equipaggio.

Scheherazade, il mega yacht da 700 milioni a Marina di Carrara: “È di Putin”

A riportare la notizia, rilanciata da Adnkronos, è stato un gruppo di inquirenti legato al dissidente russo Alexei Navalny, il noto attivista politico avvelenato e tuttora in carcere a Mosca per la sua attività di opposizione al regime.

Grazie al lavoro investigativo da Vilnius, in Lituania, le fonti citate sarebbero riuscite a risalire alla proprietà del panfilo del mistero, di 140 metri di lunghezza, ormeggiato in Toscana.

Gli investigatori hanno, infatti, recuperato un elenco di 23 nominativi di persone che compongono l’equipaggio del panfilo, risalente a dicembre del 2020. Tra questi almeno una decina lavorano per l’Fso, il servizio di protezione federale che protegge Putin e cura la sua agenda quotidiana.

Scheherazade, il mega yacht da 700 milioni a Marina di Carrara: i membri dell’equipaggio

Secondo Maria Pevchikh e Georgi Alburov, componenti del gruppo vicino al dissidente Navalny, “il numero due dello yacht si chiama Sergey Grishin, registrato nelle rubriche telefoniche di diverse altre persone come Sergei G Fso. A seguire, c’è Anatoly Furtel, residente a via Furmanova, 10, a Sochi, sede dell’ufficio dell’Fso che garantisce la sicurezza della residenza del presidente di Bocharov Ruchey”.

Altro membro dell’equipaggio sarebbe Evgheny Schvedov, ufficiale di sicurezza per l’unità militare 38974, che poi risulta essere sempre l’Fso per il Caucaso e nella lista sarebbe segnato anche Alexander “Acquisto Graysful”: secondo quanto emerso il presidente russo avrebbe scelto Scheherazade dopo aver ceduto il precedente yacht “Graceful” all’oligarca Gennadi Timchenko.

Appartiene a Putin il mega yacht da 700 milioni a Marina di Carrara, la conferma sullo ScheherazadeFonte foto: ANSA
Lo Scheherazade ormeggiato a Marina di Carrara

Scheherazade, il mega yacht da 700 milioni a Marina di Carrara: le indagini

La Guardia di Finanza di Carrara non ha ancora concluso le indagini e fino ad ora non c’è stato alcun sequestro, ma secondo gli investigatori vicino al dissidente russo in quella lista ci sarebbero diversi elementi che dimostrerebbero come la proprietà dello Scheherazade sarebbe riconducibile a Putin.

Agli inquirenti italiani, il capitano dell’imbarcazione, il britannico Guy Bennett-Pearce, si sarebbe rifiutato in un primo momento di rivelare l’identità dell’armatore in forza di un “accordo di non divulgazione a tenuta stagna“, senza però escludere che il proprietario sia un individuo russo, sostenendo però che non figuri in alcuna lista di persone colpite dalle sanzioni occidentali.

,,,,,,,,