,,

Guerra Ucraina-Russia, le ultime news di oggi: Zelensky "rinvia" le elezioni, bombe su mercato di Donetsk

La guerra in Ucraina è al 698esimo giorno. In diretta tutti i principali aggiornamenti di lunedì 22 gennaio 2024

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Giorno 698 della guerra tra Ucraina e Russia. L’esercito ucraino, secondo quanto riferito dalla Russia, avrebbe attaccato un mercato nel Donetsk filorusso provocando 27 morti. Secondo Denis Pushilin, il capo della repubblica separatista popolare di Donetsk, insediato da Mosca, nell’attacco sono rimaste ferite 25 persone. In un post su Telegram, Pushilin ha detto che colpi di artiglieria da 155 mm e 152 mm sono stati sparati su Donetsk da due regioni a ovest della città, vicino alla linea del fronte. Non ci sono stati commenti immediati da Kiev.

Intanto Zelensky, che nel 2024 terminerà il suo mandato da presidente ucraino, ha ribadito: “Non ho rinviato le elezioni. Semplicemente non posso tenerle perché, in primo luogo, la legge me lo vieta. La situazione è che nel nostro Paese le elezioni sono vietate in tempo di guerra”.

Il racconto della giornata

  1. Attacco russo a Kramatorsk, 1 morto e 2 feriti

    Una persona è morta e due sono state ferite in un bombardamento russo avvenuto questa mattina nella città di Kramatorsk, nella regione di Donetsk. Il bilancio è stato aggiornato in serata dalle autorità locali.

  2. Gli Stati Uniti all'Onu: "Kiev impegnata in diplomazia e Mosca lancia missili"

    “Nessuna teoria cospirativa o affermazione falsa può sostituire il fatto che la Russia ha iniziato questa guerra e la sta portando avanti. Le mire imperialiste di Mosca sono ovvie, e mentre l’Ucraina è impegnata nella diplomazia, la Russia lancia missili. Non ascoltate solo le parole di Mosca, guardate le loro azioni”. Lo ha detto il vice ambasciatore americano alle Nazioni Unite, Robert Wood, alla riunione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu sull’Ucraina a cui partecipa anche il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov. “La Russia può porre fine a questa guerra anche oggi, e deve ritirare immediatamente i suoi militari dai confini ucraini”, ha aggiunto Wood.

  3. Cina a Onu: "Porre fine a crisi ucraina più urgente che mai"

    “Porre fine alla crisi ucraina e riportare la pace è più urgente che mai e le parti devono lavorare più duramente per questo obiettivo”. Lo ha detto l’ambasciatore cinese all’Onu Zhang Jun durante la riunione del Consiglio di Sicurezza sull’Ucraina. “I negoziati devono riprendere il prima possibile. La pace non si può raggiungere inviando armi sul campo di battaglia e continuare i combattimenti significa avere altre vittime civili”, ha aggiunto, ribadendo che “la Cina continua a stare dalla parte della giustizia e della pace“.

  4. Lavrov, Kiev agonizzante ma Occidente spinge a continuare

    La maggior parte degli esperti ritiene che quello che impedisce l’inizio di un percorso verso la pace è il “continuo supporto da parte degli occidentali al regime di Kiev nonostante sia agonizzante e incapace di raggiungere i suoi obiettivi”. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov alla riunione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu sull’Ucraina, ripreso dall’Ansa, aggiungendo che “nonostante il completo fallimento dell’Ucraina sul campo di battaglia gli occidentali li spingono a continuare”, ribadendo che l’operazione militare non è contro la gente ucraina.

  5. Medvedev, "Zelensky su terre in Russia? Tossicodipendente"

    “Una semplice mossa di propaganda” da parte di un “tossicodipendente” per coprire il “fallimento al fronte”. Così l’ex presidente russo Dmitry Medvedev ha definito l’annuncio fatto oggi dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky di aver firmato un decreto intitolato ‘Sui territori della Federazione Russa storicamente abitati da ucraini”. Lo ha scritto sul suo canale Telegram, ripreso dall’Ansa.

  6. Tusk, guerra in Ucraina è una lotta tra il bene e il male

    La guerra in Ucraina è una lotta “tra il bene e il male: ha detto il primo ministro polacco Donald Tusk oggi in visita a Kiev dove ha incontrato il presidente Volodymyr Zelensky. Dopodiché quest’ultimo ha annunciato il nuovo pacchetto di aiuti militari da parte della Polonia.

  7. Zelensky propone cittadinanza ucraina per combattenti stranieri

    Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha annunciato un progetto di legge che potrebbe aprire la strada agli stranieri nel Paese che combattono contro la Russia per ricevere la cittadinanza ucraina. Migliaia di stranieri sono arrivati in Ucraina all’inizio dell’invasione russa per aiutare a respingere le forze di Mosca. Lo riferisce l’Ansa.

  8. Il premier della Polonia a Kiev

    Il primo ministro polacco Donald Tusk è arrivato in visita nella capitale ucraina, Kiev, come mostra un video pubblicato dal suo ufficio. Su X è stata pubblicata anche una foto di Tusk, alla stazione ferroviaria. Il capo del governo polacco incontrerà il presidente Volodymyr Zelensky e il primo ministro Denys Shmyhal nella capitale dell’Ucraina.

  9. Kiev, abbattuti nella notte otto droni russi

    Kiev ha affermato che le forze russe hanno attaccato l’Ucraina nella notte con otto droni progettati dall’Iran. “Il nemico ha attaccato con otto Uav (veicoli aerei senza pilota) del tipo Shahed-136/131 provenienti dalla regione Primorsko-Akhtarsk della Federazione Russa”, ha affermato l’aeronautica militare in un comunicato. E ha aggiunto che i droni sono stati abbattuti dai sistemi di difesa in diverse regioni meridionali e centrali dell’Ucraina. Non ci sono notizie immediate di danni causati dalla caduta di detriti.

  10. Kiev bombarda un mercato nel Donetsk filorusso, 27 morti

    È salito a 27 il numero dei morti nel bombardamento di un mercato di un mercato a Donetsk, nell’est del Ucraina controllato dalla Russia. Lo hanno riferito funzionari locali e il ministero degli Esteri russo. Le autorità della città di Donetsk hanno attribuito gli attacchi all’esercito ucraino, affermando che i proiettili sono caduti in un’affollata zona commerciale nel quartiere Tekstilshchik. Secondo Denis Pushilin, il capo della repubblica separatista popolare di Donetsk, insediato da Mosca, nell’attacco sono rimaste ferite 25 persone. In un post su Telegram, Pushilin ha detto che colpi di artiglieria da 155 mm e 152 mm sono stati sparati su Donetsk da due regioni a ovest della città, vicino alla linea del fronte. Non ci sono stati commenti immediati da Kiev e il Washington Post non ha potuto verificare immediatamente le affermazioni.

  11. Zelensky: "Elezioni vietate per legge in tempo di guerra"

    “Non ho rinviato le elezioni. Semplicemente non posso tenerle perché, in primo luogo, la legge me lo vieta. La situazione è che nel nostro Paese le elezioni sono vietate in tempo di guerra”. Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymr Zelensky in un’intervista a Channel 4. “E anche se fosse possibile, cosa fare con i territori temporaneamente occupati e come mantenere legittime le elezioni in modo che siano riconosciute dal mondo, se abbiamo più di 6 milioni di cittadini all’estero che dovrebbero avere infrastrutture o un formato elettorale online che non abbiamo?”. “Penso che dobbiamo pensare a come farlo. Se potessi farlo domani, lo farei”, ha concluso Zelensky.

,,,,,,,,