,,

Noemi: fermati l'uomo che ha sparato a Napoli e il suo complice

Venerdì scorso ha ferito la piccola Noemi, sua nonna e un altro uomo, vero obiettivo della sparatoria in Piazza Nazionale

Sono migliorate le condizioni della piccola Noemi, ferita durante la sparatoria di Piazza Nazionale a Napoli: riferisce l’Ansa che la bambina ha riaperto gli occhi, come conseguenza di una sedazione meno profonda di quella a cui era stata sottoposta nei giorni scorsi. La zia, come riporta ‘Corriere Tv’, ha raccontato ai giornalisti che la bimba “ha chiesto della mamma”.

“È stata portata ad uno stato di sedazione non profonda e attualmente evidenzia una valida respirazione spontanea, supportata da ossigeno ad alti flussi, senza necessità di ventilazione meccanica”, si legge nel bollettino medico dell’ospedale Santobono. “Nella giornata di ieri la bambina è stata sottoposta a broncoscopia sia a destra che a sinistra, così da permettere di liberare i bronchi da muchi e coaguli. La prognosi permane riservata. Il prossimo bollettino sarà diramato tra 24 ore”.

Catturato l’uomo che ha sparato

Le forze dell’ordine hanno intanto catturato il presunto responsabile della sparatoria di Napoli, insieme al suo complice. Nell’agguato erano rimasti feriti la piccola Noemi, sua nonna 50enne ed un uomo, Salvatore Nurcaro, vero obiettivo del killer.

Armando Del Re è stato arrestato in provincia di Siena dai Carabinieri, secondo quanto riporta ANSA. La caccia all’uomo è stata portata avanti da tutte le forze di polizia e coordinata dalla Procura di Napoli. Si troverebbe ora nella caserma di Siena.

Il fratello, suo complice, avrebbe dato supporto logistico per la sparatoria al bar. Antonio Del Re è stato portato nella caserma dei Carabinieri “Pastrengo”, a Napoli, dopo essere stato fermato nell’hinterland napoletano, vicino a Nola.

Decisive per la cattura di Del Re alcune intercettazioni già in corso sui due indagati: sono state queste, corroborate in seguito da altri elementi investigativi, a portare gli investigatori sulla pista giusta. Il provvedimento di fermo nei confronti dei due fratelli è stato emesso dai pm Antonella Fratello, Simona Rossi e Gloria Sanseverino, che hanno ravvisato un imminente pericolo di fuga. Sia Armando che Antonio infatti erano lontani da Napoli. Entrambi hanno diversi precedenti per reati di droga.

Savatore Nurcaro, il vero obiettivo del killer, è ancora ricoverato in terapia intensiva e date le sue condizioni non è stato finora possibile interrogarlo.

Per il procuratore di Napoli, Giovanni Melillo, intervenuto in conferenza stampa insieme ai vertici di Carabinieri e Polizia, il tentato omicidio di Salvatore Nurcare sarebbe da inquadrare in un contesto camorristico, smentendo le ipotesi di vendetta personale degli scorsi giorni.

VirgilioNotizie | 10-05-2019 09:29

Napoli. Il killer di Noemi. Fermato anche il fratello Fonte foto: ANSA
Napoli. Il killer di Noemi. Fermato anche il fratello
,,,,,,,