,,

Guerra Ucraina-Russia, ultime news di oggi: mercenari francesi uccisi a Kharkiv, più di 60 morti

La guerra in Ucraina è al 693esimo giorno. In diretta tutti i principali aggiornamenti di mercoledì 17 gennaio 2024

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Giorno 693 della guerra tra Ucraina e Russia. Mentre proseguono gli scontri sul fronte dell’Ucraina orientale, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è intervenuto al World Economic Forum di Davos, in Svizzera, dove ha incontrato il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg. “Putin ha rubato 13 anni di pace”, ha detto Zelensky, il presidento russo “impersona la guerra, è la sola ragione per cui il conflitto resiste a ogni tentativo di negoziati di pace”.

A Davos il presidente ucraino ha provato a suonare la carica contro Putin, affermando che il 2024 deve essere “l’anno decisivo” per sconfiggere la Russia.

Immediata la replica di Putin, riportata dall’agenzia Ria Novosti: “L’Ucraina ha rinunciato ai negoziati con la Russia, sarebbe tutto finito tempo fa”. E se il conflitto proseguirà, Kiev “potrebbe subire un colpo irreparabile”, ha aggiunto.

Il racconto della giornata

  1. Usa: "L'Ucraina ha munizioni per due mesi"

    “L’Ucraina ha alcune munizioni immagazzinate per i prossimi due mesi, mentre altre non sono disponibili in questa durata”. Lo ha detto il portavoce del consiglio per la sicurezza nazionale statunitense, John Kirby.

  2. diretta ucraina russia
    Il Regno Unito rassicura aiuto costante a Kiev

    Il ministro degli Esteri del Regno Unito David Cameron, durante il suo intervento al World Economic Forum di Davos, ha dichiarato al suo omologo ucraino Dmytro Kuleba il pieno segno di Londra “per tutto il tempo necessario”. Le sue parole: “Il Regno Unito è determinato a mobilitare maggiore sostegno per l’Ucraina mentre continua a combattere l’aggressione russa”.

  3. Mercenari francesi uccisi a Kharkiv

    “La sera del 16 gennaio di quest’anno, le Forze Armate della Federazione Russa hanno effettuato un attacco ad alta precisione sul punto di dispiegamento temporaneo di combattenti stranieri nella città di Kharkiv, per lo più mercenari francesi. In seguito all’attacco, l’edificio in cui erano di stanza i mercenari è stato completamente distrutto, più di 60 miliziani sono stati uccisi, più di 20 sono stati portati in istituti medici”. Lo comunica il Ministero della Difesa russo.

  4. Macron: "La Russia non deve vincere"

    “La Russia non può e non deve vincere in Ucraina, perché ne va della sicurezza collettiva di tutti. Come europei dobbiamo riavviare i nostri sforzi qualunque cosa accada negli Usa”, queste le parole del leader francese Emmanuel Macron nel suo intervento al World Economic Forum di Davos.

  5. Mosca, 60 mercenari uccisi in raid Ucraina, molti francesi

    Oltre 60 mercenari stranieri“, di cui molti “francesi”, sono stati uccisi in un bombardamento compiuto dalle forze russe a Kharkiv, in Ucraina. Lo afferma il Ministero della Difesa di Mosca, citato dall’agenzia Ria Novosti e ripreso dall’Ansa.

  6. L'appello di Borrell a Putin: "Rilasci immediatamente Navalny"

    La Russia deve rilasciare in modo immediato e incondizionato Alexei Navalny e gli altri oppositori di Vladimir Putin detenuti per motivi politici. Lo dichiara l’Alto Rappresentante dell’Ue Josep Borrell, nel terzo anniversario del rientro in Russia dell’oppositore di Putin che, ricorda, “continua a scontare condanne per motivi politici che ammontano a più di 30 anni. Subisce persistenti maltrattamenti, con grandi rischi per la sua vita e gravi violazioni dei suoi diritti umani. L’anno scorso è stato trasferito in una delle colonie penali più remote della regione di Yamalo-Nenets in Siberia, nel tentativo di isolarlo dal resto del mondo: è una chiara indicazione del fatto che il sistema legale russo continua a essere strumentalizzato contro Navalny e di quanto le autorità russe abbiano paura di lui, anche nel contesto della guerra di aggressione in corso da parte della Russia contro l’Ucraina e delle elezioni presidenziali russe di marzo”. Lo riporta Adnkronos.

  7. Cameron, la guerra per Putin è stato un disastro

    Se si allarga lo sguardo la guerra è stata un disastro per Putin“. Lo ha detto il ministro degli Esteri britannico, David Cameron, intervenendo al secondo giorno del World Economic Forum (WEF) a Davos, in Svizzera: “Dall’inizio della guerra ha perso la metà dei territori che aveva invaso”, ha aggiunto ripreso dall’Ansa, “ed è stato tagliato fuori da gran parte del mondo dalle sanzioni. Anche nel Mar Nero per lui è stata una catastrofe, con oltre il 20% della sua Marina che è stata affondata. Questo dimostra che l’Ucraina sta facendo bene e noi continueremo a supportarla”.

  8. Von der Leyen, "su aiuti a Ucraina fiducia in intesa a 27"

    “Abbiamo proposto di garantire all’Ucraina un finanziamento stabile e consistente per i prossimi quattro anni. E tutto questo richiede un bilancio Ue aggiornato. Non si tratta solo dell’Ucraina. Si tratta di competitività. Si tratta di migrazione. Si tratta del nostro sostegno ai Balcani occidentali. Si tratta solidarietà quando si verificano disastri naturali. Sono priorità che condividiamo collettivamente. E sono fiduciosa che una soluzione a 27 sia possibile”. Lo ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen parlando all’Eurocamera, ripresa dall’Ansa.

  9. La drammatica previsione di Medvedev

    I territori ucraini fanno parte della Russia e l’esistenza stessa dell’Ucraina come Stato indipendente provocherà nuovi conflitti, forse tra 10 o 15 anni, anche se quello attuale arriverà a una conclusione. Lo afferma l’ex presidente russo Dmitry Medvedev, citato dall’Ansa: “La presenza di uno Stato indipendente sui territori storici russi sarà una ragione costante per la ripresa delle ostilità”, ha scritto sul suo canale Telegram il vice capo del Consiglio di Sicurezza nazionale.

  10. Attacchi missilistici russi su Kharkiv, 17 feriti

    Nella notte c’è stato un nuovo attacco missilistico russo contro la città di Kharkiv nell’Ucraina orientale. Nell’attacco sono rimaste ferite 17 persone, tra cui due donne in gravi condizioni, secondo quanto riferito dal governatore militare della regione, Oleh Syniehubov, su Telegram.

,,,,,,,,