,,

Coronavirus, oltre 4mila morti. Nuova stretta del governo

I dati aggiornati sull'emergenza coronavirus in Italia: morti, contagiati, guariti regione per regione

Il governo ha emesso una nuova ordinanza che contiene una serie di ulteriori restrizioni per i cittadini allo scopo di tentare di contenere l’epidemia di Covid-19. Tra le nuove misure ci sono lo stop all’attività fisica all’aperto e agli spostamenti nelle seconde case. Viene inoltre vietato l’accesso ai parchi, ai giardini pubblici e alle aree gioco.

Intanto, la Commissione Ue ha attivato la clausola di salvaguardia del Patto di stabilità, che consentirà ai governi di “pompare nel sistema denaro finché serve”. Lo ha annunciato la presidente Ursula von der Leyen.

Secondo l’ultimo bollettino diffuso dalla Protezione Civile alle ore 18 di venerdì, il numero di malati di Covid-19 nel territorio italiano è salito a 37.860, con un incremento rispetto a giovedì di 4.670 unità. Il numero complessivo dei contagiati, comprese le vittime e i guariti, ha raggiunto i 47.021.

I nuovi decessi sono 627, per un totale a 4.032. Staccata la Cina, dove dall’inizio dell’epidemia sono decedute 3.245 persone. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 2.655 (+157). Di questi, 1.050 sono in Lombardia. I pazienti ricoverati con sintomi sono 16.020, quelli in isolamento domiciliare 19.185. Sono salite a 5.129 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il coronavirus, 689 in più rispetto a giovedì. I tamponi effettuati, ad oggi, sono 206.886.

CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO IN ITALIA

Coronavirus, Borrelli: “Non sappiamo quando arriverà il picco, ma le misure funzionano”

“Non sapremo mai quando sarà il picco, dicono gli esperti: si parlava ragionevolmente della settimana prossima o successiva, ma non c’è un dato scientifico. Ci sono tendenze o valutazioni. Le misure finora hanno dato risultati: il numero di persone positive è frutto della circolazione del virus precedente alla stretta e ci auguriamo che con misure attuali e che saranno prese ci permetteranno di fermare l’epidemia”. Queste le parole del commissario Angelo Borrelli durante la conferenza stampa quotidiana alla Protezione Civile, riprese dall’Ansa.

E sulle terapie intensive: “È evidente che ci siano attività impegnative e sostenute, che tutti i medici siano occupati e si lavori in modo sostenuto, ma a noi non risultano difficoltà. Quando gli ospedali devono alleggerirsi fanno ricorso alla Cross e fino ad ora tutte le richieste alla Cross sono state accolte. La Cross ha sempre funzionato e ce lo dice anche la Lombardia”.

LE NUOVE MISURE RESTRITTIVE DECISE DAL GOVERNO

Requisito farmaco, stava per essere esportato

È stato requisito dai carabinieri un carico di un farmaco prodotto da un’azienda lombarda, “ritenuto essenziale nell’affrontare l’emergenza covid-19”, che stava per essere esportato. Lo ha reso noto con un comunicato il commissario straordinario all’emergenza coronavirus Domenico Arcuri, che ha disposto, d’accordo con il ministro della Salute Roberto Speranza e quello per gli Affari regionali Francesco Boccia, l’ordinanza per la requisizione.

“La profondità e le dimensioni dell’emergenza – ha commentato Arcuri – richiedono infatti la partecipazione di tutta l’industria farmaceutica italiana e l’utilizzo della totalità delle opzioni disponibili nell’interesse dei pazienti”.

Il farmaco, utilizzato per mantenere sedati i pazienti intubati in terapia intensiva, verrà distribuito agli ospedali che ne hanno bisogno.

Coronavirus: a Rimini stop alle attività economiche

Il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, ha firmato una nuova ordinanza valida per la provincia di Rimini che dà una stretta ulteriore alle misure restrittive decise in serata dal governo.

L’ordinanza prevede fono al 3 aprile la chiusura delle spiagge e del lungomare, lo stop pressoché generalizzato delle attività economiche, ad eccezione di quelle essenziali o che autolimitino i contatti fra le persone, e il blocco di alcune strade secondarie.

Coronavirus, chiuse le spiagge del litorale romano

La sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato un’ordinanza che vieta fino al 3 aprile “l’accesso sulle spiagge del litorale di Roma Capitale, nonché alle aree in gestione di Roma Capitale ricadenti nel perimetro della riserva statale del litorale romano, ovvero la Pineta di Castel Fusano e la Pineta Acqua Rossa”.

“Credo che questi sacrifici – ha scrotto Raggi su Fb – siano fondamentali per invertire la rotta del contagio e ricominciare quanto prima a poter riprendere la nostra vita. È uno sforzo che dobbiamo fare in questo momento e che faremo tutti insieme”.

QUANTO DURERA’ L’EPIDEMIA SECONDO LOPALCO

Coronavirus, oltre 3.500 sanitari contagiati

Secondo quanto resono noto dalla Federazione degli Ordini dei medici (Fnomceo), è salito a 3.359 il numero degli operatori sanitari contagiati, 659 in più rispetto agli ultimi dati di due giorni fa. Un numero che rappresenta, rileva Fnomceo, circa il 10% del personale disponibile totale.

Coronavirus, anticipo alle Poste a 850 mila pensionati

Sono 850 mila i pensionati che potranno beneficiare dell’anticipo e dello scaglionamento su più giorni del pagamento delle pensioni per i mesi di aprile, maggio e giugno.

Si tratta nello specifico di tutti quelli che riscuotono la pensione direttamente in contanti presso le poste e di quelli che hanno il libretto ma non il postamat. Lo fa sapere lo Spi-Cgil, che parla di misura “positiva perché punta ad evitare assembramenti, in particolare di persone che più di altre corrono gravi e pesanti rischi se contagiati dal virus” ma chiede la messa in onda di spot televisivi.

Coronavirus, a Milano arriva l’Esercito

La Prefettura di Milano ha disposto l’impiego dell’Esercito per affrontare l’emergenza coronavirus. Sono in arrivo 114 soldati. Nella giornata di ieri sono stati effettuati 11.944 controlli, 353 persone e 6 titolari di esercizi commerciali denunciati. Quattro gli esercizi chiusi con sanzione amministrativa.

CORONAVIRUS, LE IMMAGINI DELL’ESERCITO A MILANO

Coronavirus, in Veneto nuova stretta: chiusi parchi

Il presidente del Veneto Luca Zaia ha firmato un’ordinanza con cui sono chiusi parchi e giardini pubblici all’aperto. Secondo le nuove norme, vaide fino al 3 aprile prossimo, l’uso della bicicletta e lo spostamento a piedi nei centri urbani è soggetto alle limitazioni per le motivazioni ammesse dal Dpcm e con l’autodichiarazione. Per le uscite legate alla spesa o a bisogni degli animali la persona è obbligata a non superare i 200 metri dall’abitazione, con obbligo di controllo. Chiusi i negozi di generi alimentari nei giorni festivi.

IL PASSAGGIO DEL VIRUS AL SISTEMA NERVOSO: L’IPOTESI DEL NEUROLOGO

Coronavirus, 59 suore positive: isolati due conventi

Due istituti di suore, uno a Roma e uno ai castelli romani, sono stati isolati dopo il rilevamento di 59 casi positivi. Il primo Istituto è quello delle Figlie di San Camillo di via Anagnina a Grottaferrata dove sono risultate positive 40 suore e una di queste è ricoverata. Isolato anche l’istituto della congregazione delle suore angeliche di San Paolo sulla via Casilina a Roma dove sono 19 i casi di positività registrati su 21 totali.

CORONAVIRUS, A ROMA CONTROLLI A TAPPETO PER AUTO E PEDONI

Coronavirus, quando riaprono le scuole?

Il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina, ai microfoni di ‘Radio Anch’io’, ha dichiarato sulla chiusura delle scuole: “L’anno scolastico sarà salvo in qualsiasi caso. Saranno le autorità sanitarie a dirci quando i nostri studenti potranno ritornare a scuola in sicurezza”.

CORONAVIRUS, L’UE STANZIA FONDI PER L’ITALIA

Coronavirus, l’ipotesi di un’app per il tracciamento dei movimenti

Il ministro dell’Innovazione Paola Pisano, intervenuta a ‘Radio 24′, ha spiegato, in merito alla possibilità di ricorrere a un’app per tracciare i movimenti delle persone in modo da arginare la diffusione del coronavirus in Italia, che “non stiamo ragionando su come tracciare, ma sul fatto se tracciare sia la risposta per salvare vite umane o no”.

CORONAVIRUS, MUORE CASSIERA 48ENNE: CHIUSO SUPERMERCATO

Coronavirus, il paziente 1 di Codogno sta per tornare a casa

Mattia, il manager di 38 anni positivo al coronavirus e conosciuto come il “paziente 1” di Codogno, sta guarendo e tra lunedì e martedì potrebbe far ritorno a casa. Queste le sue parole riportate dal ‘Corriere della Sera’: “L’unico desiderio che ho è potere assistere alla nascita di mia figlia. I dottori mi assicurano che ce la farò”.

CORONAVIRUS, VIA AGLI OSPEDALI DA CAMPO IN LOMBARDIA

Coronavirus, il caso Fondi nel Lazio

La Regione Lazio ha deciso di “chiudere” la cittadina di Fondi, in provincia di Latina, a causa dell’elevato numero di contagi registrati sul territorio. Proprio a Fondi, il 25 febbraio scorso, si è tenuta una doppia festa per anziani a cui ha preso parte il nonno di una ragazza contagiata dal coronavirus a Milano.

Coronavirus in Veneto, i numeri aggiornati: nuovo caso a Vo’ Euganeo

Il Veneto ha superato quota 4.000 contagiati da coronavirus, arrivando a quota 4.031, con un balzo di 280 nuovi casi rispetto al pomeriggio di giovedì. Lo ha reso noto la Regione. Un solo decesso è stato registrato da giovedì sera, portando il totale a 131. Un nuovo caso di contagio è stato registrato nella notte a Vo’ Euganeo, il primo focolaio di Coronavirus in Veneto, dopo giorni in cui il bilancio segnava 0.

Quanti sono i positivi al coronavirus in ogni regione

Dai dati della Protezione Civile emerge che sono 22.264 i malati in Lombardia (2.380 in più di ieri), 5.968 in Emilia Romagna (+754), 4.031 in Veneto (+547), 3.461 in Piemonte (+529), 1.981 nelle Marche (+244), 1.793 in Toscana (+311), 1.221 in Liguria (+162), 1.008 nel Lazio (+185), 749 in Campania (+97), 656 in Friuli Venezia Giulia (+57), 642 in Trentino (+119), 548 in provincia di Bolzano (+112), 581 in Puglia (+103), 408 in Sicilia (+68), 449 in Abruzzo (+64), 395 in Umbria (+61), 293 in Sardegna (+87), 264 in Valle d’Aosta (+49), 207 in Calabria (+38), 50 in Molise (+4), 52 in Basilicata (+15).

CORONAVIRUS: I NUMERI DI EMERGENZA DA FARE IN ITALIA

Coronavirus, il  numero di morti in Italia

Si registrano 2.549 vittime in Lombardia (+381), 640 in Emilia Romagna (+109), 131 in Veneto (+16), 209 in Piemonte (+34), 137 nelle Marche (+22), 47 in Toscana (+9), 119 in Liguria (+28), 17 in Campania (+0), 43 Lazio (+5), 38 in Friuli Venezia Giulia (+2), 26 in Puglia (+1), 17 in provincia di Bolzano (+3), 4 in Sicilia (+0), 17 in Abruzzo (+6), 7 in Umbria (+5), 7 in Valle d’Aosta (+1), 13 in Trentino (+1), 4 in Calabria (+1), 2 in Sardegna (+0), 5 in Molise (+3).

CORONAVIRUS, LA TECNICA PER LA TERAPIA INTENSIVA

Coronavirus, morto in India turista italiano

Nella notte, è morto all’ospedale pubblico di Jaipur, in Rajasthan, il turista italiano ricoverato con la moglie da due settimane perché affetto dal Covid-19. Ne han dato notizia i media indiani e, come riporta ‘Ansa’, lo hanno confermato fonti del tour operator italiano da cui la coppia aveva acquistato il viaggio. Qualche giorno fa l’uomo, 68 anni, medico di Codogno in pensione, era stato dichiarato negativo dai medici dell’ospedale indiano, che hanno affermato di averlo curato con una combinazione di farmaci antiretrovirali.

Coronavirus nel mondo: i dati

Il numero di decessi legati al coronavirus, a livello mondiale, ha superato quota 10.000: ne ha dato notizia l’ultimo bollettino diffuso dalla Johns Hopkins University. L’università americana ha registrato in mattinata 10.030 decessi, un totale di 244.523 casi di contagio confermati e 86.031 persone guarite. La soglia dei 9.000 decessi nel mondo era stata superata giovedì.

Per il secondo giorno consecutivo, Wuhan, focolaio della pandemia del coronavirus, non ha riportato nuovi contagi. In tutta la Cina, stando a quanto riferito dalla Commissione sanitaria nazionale, ci sono stati altri 39 casi di infezione importata e 3 decessi. I casi confermati sono così saliti a 80.967 totali. Il numero include 6.569 pazienti ancora sotto trattamento medico, 3.248 morti e 71.150 persone dimesse dagli ospedali. La quota dei guariti è pari all’87,8%.

Negli Stati Uniti d’America, il numero di casi di contagio da coronavirus è raddoppiato nelle ultime 24 ore, superando quota 13.000 casi: il totale è ora pari a 13.133. I dati sono stati forniti dalle autorità sanitarie federali e locali. Il governatore della California Gavin Newsom ha ordinato ai circa 40 milioni di residenti dello stato di stare a casa per contrastare la rapida diffusione dell’epidemia.

Il numero di decessi provocati dal coronavirus in Spagna ha superato le 1.000 unità: lo ha reso noto oggi il governo. Ieri il ministero spagnolo della Sanità aveva annunciato che le vittime erano salite a quota 767.

In Francia i casi positivi di corovirus sono saliti nelle ultime 24 ore a 12.612, 1.617 in più di ieri. Lo ha annunciato il direttore generale della Sanità, Jerome Salomon. Sono 78 le persone morte da ieri, e il totale dei decessi è salito a 450.

In Germania sono saliti a oltre 18mila i casi confermati di coronavirus, i morti a 52, secondo quanto riferisce Sueddeutsche Zeitung online. I Land più colpiti continuano ad essere il Nordreno-Westfalia con 5.734 casi e la Baviera con 3.107.

I contagi da coronavirus diagnosticati nel Regno Unito hanno raggiunto quota 3.983, con un record di oltre 700 in più di ieri secondo i dati aggiornati del servizio sanitario nazionale (Nhs). Il numero dei morti è salito a 177, quello dei test eseguiti a oltre 66.000.

Il Brasile, che nelle scorse ore ha già chiuso le frontiere terrestri, ha deciso di vietare l’ingresso nel Paese ai cittadini dell’Europa e di gran parte dell’Asia. Il provvedimento sarà in vigore a partire da lunedì e durerà per 30 giorni. Sono esclusi dal divieto le persone che hanno un lavoro qualificato in Brasile o che viaggiano per raggiungere la famiglia.

Il ministero della Sanità dell’Argentina ha reso noto che nelle ultime 24 ore sono stati accertati altri 31 nuovi contagiati da coronavirus, che hanno portato il bilancio nazionale a 128 casi. Il presidente Alberto Fernandez ha annunciato la realizzazione di un ‘isolamento sociale preventivo obbligatorio’, in sostanza una quarantena, a livello nazionale. Il provvedimento si concluderà il 31 marzo alle 24.

I nuovi casi di coronavirus in Corea del Sud sono tornati a scendere sotto quota 100, a 87, all’indomani dell’impennata inattesa a 152. Stando ai dati del Korea Centers for Disease Control and Prevention, il totale dei contagi è pari a 8.652. I nuovi decessi sono 3, per 94 totali. Il tasso di mortalità per gli uomini è dell’1,53%, contro lo 0,81% delle donne, mentre il dato complessivo resta poco sopra l’l%.

In Iran altre 149 persone contagiate dal coronavirus sono decedute nelle ultime 24 ore, portando il totale delle vittime a 1.433. I casi confermati salgono a 19.644, con 1.237 nuovi contagi in un giorno. I guariti aumentano a 6.745, come riferito dal ministero della Salute di Teheran.

Israele ha registrato la prima morte causata da coronavirus. Lo ha annunciato il ministero della sanità secondo cui si tratta di un uomo di 88 anni ricoverato da giorni a Gerusalemme. I casi positivi nel paese sono complessivamente 705.

VirgilioNotizie | 20-03-2020 22:32

Coronavirus, a Milano nuove lunghe code ai supermercati Fonte foto: Ansa
Coronavirus, a Milano nuove lunghe code ai supermercati
,,,,,,,