NOTIZIE
CRONACA NERA

Omicidio Pierina Paganelli avvolto nel mistero: Louis Dassilva, amante della nuora, smentito dalle telecamere

Louis Dassilva non zoppicava la sera dell'omicidio di Pierina Paganelli: questo è quanto emerso dai sistemi di sorveglianza di via del Ciclamino

Pubblicato il:

Luca Mastinu

GIORNALISTA

Giornalista pubblicista, scrive di cronaca nera e attualità. Muove i primi passi nel fact checking per poi appassionarsi al mondo dell'informazione. Collabora con altre testate e siti web, esperto di musica.

Qualcosa non torna nella versione di Louis Dassilva sulla sera in cui tra l’autorimessa e il vano ascensori di via del Ciclamino, a Rimini, si consumava l’omicidio di Pierina Paganelli. Il vicino di casa ha sempre affermato che il 3 ottobre fosse zoppicante per una caduta dallo scooter, ma le immagini catturate dalle videocamere di sorveglianza smentirebbero le sue dichiarazioni.

Omicidio di Rimini, i dubbi su Louis Dassilva

Come riporta ‘Corriere della sera’, la versione raccontata da Louis Dassilva in Procura sarebbe smentita da alcune immagini catturare dai sistemi di videosorveglianza di via del Ciclamino.

Dassilva, infatti, si era presentato in Procura nelle ore successive al delitto Paganelli con fare acciaccato, spiegando che il giorno prima dell’omicidio – dunque il 2 ottobre – sarebbe caduto dallo scooter.

Gli investigatori nella rampa che conduce all’autorimessa della palazzina di Rimini dove Pierina Paganelli è stata uccisa: le telecamere smentirebbero la versione del vicino Louis Dassilva

Eppure le immagini catturate dalle videocamere smentirebbero quanto dichiarato da Louis Dassilva, che invece si vedrebbe camminare normalmente, senza zoppicare.

La sua versione, ricorda ‘Corriere della sera’, era stata confermata anche da Manuela Bianchi, moglie del figlio di Pierina Paganelli Giuliano Saponi nonché presunta amante di Dassilva.

Pierina Paganelli, il punto delle indagini

Nelle ultime settimane è continuata l’attività degli inquirenti sui principali sospettati, Manuela e suo fratello Loris Bianchi, e Louis Dassilva.

Manuela è stata ascoltata per più di 10 ore durante le quali sono emerse alcune contraddizioni che i suoi difensori hanno ritenuto ordinarie dal momento che si è trattato di una lunga ricostruzione.

Gli investigatori, inoltre, hanno rilevato un debito fiscale a carico del figlio della vittima, Giuliano Saponi, con un debito di 7 mila euro.

Il figlio di Pierina Paganelli, tuttavia, ha precisato che i suoi debiti col fisco non avrebbero alcuna attinenza con la morte della madre e i problemi coniugali con la moglie Manuela.

Le tracce di Dna sul corpo della vittima

Tra le ultime novità sul caso, sul corpo di Pierina Paganelli gli investigatori avrebbero isolato tracce di Dna non appartenenti alla donna.

La svolta potrebbe arrivare dagli esami di comparazione che verranno effettuati presso il laboratorio di medicina forense dell’Università di Ancona, dove i campioni rilevati verranno messi a confronto con quelli dei sospettati.

Per il momento in questa vicenda nessun nome è comparso sul registro degli indagati.

Fonte foto: ANSA

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963