,,

Coronavirus, quanti e dove sono i casi: i numeri in diretta

La diretta sulla diffusione del nuovo coronavirus in Italia: contagi, morti e guariti

In continua crescita i contagi e le vittime da coronavirus: secondo l’ultimo bollettino della Protezione civile delle 18 del 9 marzo, sono risultati positivi al tampone 7985 persone, 1598 in più rispetto alla giornata di domenica. Il totale è di 9172. Le vittime sono salite a 463 (+97 in un giorno). I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 733, i guariti 724 (+102).

Dai dati della Protezione Civile è emerso che sono 4.490 i malati in Lombardia, 1.286 in Emilia Romagna, 694 in Veneto, 337 in Piemonte, 313 nelle Marche, 206 in Toscana, 94 nel Lazio, 119 in Campania, 97 in Liguria, 89 in Friuli Venezia Giulia, 52 in Sicilia, 46 in Puglia, 33 in Trentino, 30 in Abruzzo, 28 in Umbria, 14 in Molise, 19 in Sardegna, 15 in Valle d’Aosta, 9 in Calabria, 9 in Alto Adige, 5 in Basilicata.

Con 463 decessi, il nostro è il secondo Paese per numero di morti legati al coronavirus dopo la Cina, che ne registra circa 3mila. A seguire ci sono Iran, con 237 decessi e Corea del Sud con 53, secondo i dati diffusi dalla Johns Hopkins University. Il nostro Paese è il secondo per numero di contagi dopo la Cina.

Il premier Giuseppe Conte, intanto, ha annunciato un’estensione della zona rossa e ha dichiarato che da domani tutta Italia sarà una “zona protetta”.

COSA FARE IN CASO DI DUBBI: IL VADEMECUM

Alla riapertura dei mercati sono crollate tutte le principali Borse europee ed asiatiche. Panico a Piazza Affari, che ha fatto registrare un pesante -11,17%. L’Europa ha bruciato 608 miliardi, Milano da sola 51. Era dall’ottobre 2018, nel pieno della crisi scatenata dal fallimento di Lehman Brothers, che le Borse europee non subivano un crollo paragonabile a quello di oggi.

In un’intervista al quotidiano spagnolo El Pais, Conte ha spiegato che “per ora non è contemplato” un rinvio delle elezioni regionali a causa dell’emergenza coronavirus.

Governo e Regioni hanno deciso “all’unanimità” di chiudere gli impianti sciistici. Lo rende noto l’Ansa citando Francesco Boccia, ministro degli Affari regionali.

Il paziente uno, intanto, è stato trasferito dalla terapia intensiva a quella sub intensiva: respira autonomamente. Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera, in diretta streaming. Il 38enne manager dell’Unilever è ricoverato a Pavia.

IN ITALIA RYANAIR CANCELLA ANCHE I VOLI INTERNI

Coronavirus, chemio rinviata per casi non urgenti

L’Associazione Italiana di Oncologia Medica ha affermato che, per i pazienti oncologici, tranne in casi urgenti, è “meglio rinviare i trattamenti di chemioterapia in ospedale e le visite programmate di controllo”. L’associazione ha sottolineato la necessità, di fronte all’emergenza coronavirus, di posticipare in alcuni casi le cure anticancro programmate. Rinvio, dunque, delle visite e attivazione di follow-up via mail o telefonica. Secondo l’associazione è inoltre “opportuno valutare caso per caso l’eventuale rinvio della terapia, in base al rapporto tra i rischi dell’accesso in ospedale e i benefici attesi”.

RIVOLTE NELLE CARCERI, TRE MORTI A MODENA

Coronavirus in Lombardia, gli aggiornamenti

Sono in tutto 5.469 i positivi al Coronavirus in Lombardia, ovvero “1280 più di ieri”: lo ha detto l’assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera in diretta Facebook. I ricoverati non in terapia intensiva sono 2.802 (585 più di ieri), 440 in terapia intensiva (+41), mentre i dimessi sono stati 646 ed è salito a 333 il numero dei decessi.

Coronavirus, la situazione allo Spallanzani

Sono 88 i pazienti ricoverati all’ospedale Spallanzani di Roma. Come emerso dal bollettino medico odierno, “i pazienti positivi sono in totale 65, inclusi i 9 che necessitano di supporto respiratorio. In particolare, per alcuni di loro, il quadro clinico è stabile o in netto miglioramento”.

Secondo lo stesso bollettino, i pazienti in osservazione sono 23, mentre quelli dimessi, che hanno superato la fase clinica e che sono negativi per la ricerca del nuovo coronavirus, sono 272. “In giornata – prosegue il bollettino – sono previste diverse dimissioni di pazienti già negativi al primo test e comunque asintomatici”.

Il direttore sanitario dello Spallanzani Francesco Vaia, a margine del bollettino, ha detto: “Ci stiamo organizzando e stiamo lavorando per sostenere un eventuale picco epidemico. Siamo pronti. I numeri oggi ci inducono ancora a un cauto ottimismo”.

I NUMERI DI EMERGENZA PER IL CORONAVIRUS IN OGNI REGIONE

Coronavirus in Piemonte: gli aggiornamenti

All’ospedale San Giovanni Bosco di Torino è deceduto in mattinata un uomo di 76 anni, torinese, affetto da molteplici patologie, risultato positivo al test sul coronavirus. Lo si è appreso da fonti sanitarie regionali. Sono saliti così a 13 i decessi di persone positive in Piemonte. Al momento, sono 50 i pazienti ricoverati in terapia intensiva.

Gli assessori di tutta la giunta della Regione Piemonte si sottoporranno nelle prossime ore al tampone per il coronavirus dopo la positività del governatore Alberto Cirio. Anche lo staff del presidente effettuerà l’esame.

L’APPELLO DI FIORELLO: “RIMANIAMO A CASA”

Coronavirus in Veneto: gli aggiornamenti

In Veneto continuano a crescere i casi di positività al COVID-19: i contagiati sono 744, 58 in più rispetto a ieri. Lo ha reso noto la Regione Veneto. Le persone ricoverate in ospedale sono salite a 237, di queste 51 sono in terapia intensiva. C’è stata anche una nuova vittima: sale così a 20 il numero dei deceduti.

I posti in terapia intensiva, intanto, scarseggiano anche qui. Il governatore Zaia, ripreso dall’Ansa, ha comunicato che “dei 450 posti a disposizione, 400 sono quasi tutti occupati da trapiantati, da quadri clinici pesanti, da politraumatizzati in incidenti stradali, da oncologici che hanno avuto operazioni importanti. Dobbiamo garantire la cura dei cittadini che hanno comunque diritto di affluire nei nostri ospedali”.

Coronavirus in Trentino Alto Adige: gli aggiornamenti

Sono 36 i casi positivi da coronavirus comunicati dall’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige: 35 si trovano in Alto Adige e uno è ricoverato in un ospedale del Nord Italia. Mediamente, in Alto Adige vengono effettuati 50 test al giorno. Circa 257 sono le persone che si trovano in quarantena domestica. Nel frattempo l’Istituto Superiore di Sanità di Roma ha confermato la positività anche del secondo caso altoatesino.

Sempre in Alto Adige, a causa dell’emergenza coronavirus, è stata decisa la chiusura in anticipo della stagione sciistica. Come comunicato dal presidente degli albergatori altoatesini Manfred Pinzger, da mercoledì chiuderanno  gli impianti di risalita e gli alberghi.

Coronavirus in Friuli Venezia Giulia: gli aggiornamenti

Sono 93 i casi da coronavirus in Friuli Venezia Giulia su un totale di 1344 tamponi effettuati: 19 sono ricoverate in ospedale, (10 a Trieste e 6 a Udine) di cui 3 in terapia intensiva (2 a Udine e 1 a Pordenone). Sono 36 quindi le nuove positività accertate rispetto a ieri. Ad aggiornare sulla situazione è la Regione attraverso il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi.

Coronavirus in Valle d’Aosta: gli aggiornamenti

Sono saliti a 15 i casi positivi al coronavirus in Valle d’Aosta. Il dato si legge sul bollettino diffuso dall’Unità di Crisi. Tra i contagiati, 2 sono ricoverati nel presidio ospedaliero regionale mentre gli altri sono in isolamento domiciliare, asintomatici o con lievi sintomi. In totale sono stati effettuati nella regione alpina 60 tamponi, dei quali 21 sono in attesa di esito da parte dell’ospedale Amedeo di Savoia di Torino.

Per arginare la diffusione del coronavirus tutti gli alberghi chiuderanno a partire da domenica fino al 3 aprile. La decisione è stata presa all’unanimità nel pomeriggio dall’Associazione degli albergatori valdostana (Adava). Lo riferisce l’Ansa.

Coronavirus in Toscana: gli aggiornamenti

Sono 43 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Toscana nelle ultime ventiquattro ore. Ieri, i nuovi positivi erano stati 53. Complessivamente i contagiati dall’inizio dell’emergenza salgono a 208, comprese tre persone clinicamente guarite, un deceduto e un paziente definitivamente guarito. Sono 2522 le persone in isolamento, 128 in più rispetto a ieri.

Coronavirus in Abruzzo: gli aggiornamenti

Sono saliti a 29 i casi di coronavirus in Abruzzo. Nelle ultime ore è stata registrata un’impennata, con 12 nuovi pazienti. Dalle analisi eseguite nel laboratorio della Asl di Pescara, centro di riferimento regionale per l’emergenza, sono emersi altri 5 nuovi casi positivi al Covid 19, che si aggiungono ai 7 già comunicati in mattinata.

Coronavirus nelle Marche: gli aggiornamenti

L’aggiornamento della situazione coronavirus nelle Marche trasmesso alle ore 10 di questa mattina dal Gores (Gruppo operativo per le emergenze sanitarie) ha registrato 3 nuovi decessi. Lo ha reso noto la Regione Marche. Le persone decedute sono due uomini 87enni e una donna di 73 anni. Tutti provenienti da Marche Nord. Il totale dei decessi dall’inizio dell’emergenza è salito così a 10.

Coronavirus in Puglia: gli aggiornamenti

Da domenica sono 2.545 le persone che hanno compilato il modulo online di autosegnalazione per dichiarare di essere rientrate in Puglia dalla Lombardia e dalle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio- Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia. In base a quanto previsto dall’ordinanza del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, queste persone dovranno restare in quarantena per 14 giorni. In totale, dal 29 febbraio a oggi, sono 9.362 i pugliesi rientrati da zone a rischio.

Coronavirus in Campania: gli aggiornamenti

Una donna di 84 anni, risultata positiva al Covid-19, è morta nella serata di domenica nell’ospedale civile di Nola (Napoli), dove era stata portata dai figli in seguito a difficoltà respiratorie. Secondo quanto appreso da ‘Ansa’, il pronto soccorso del nosocomio è stato chiuso per la sanificazione. Si tratta della terza vittima in Campania.

Stando alla prima ricostruzione, la donna, residente a Ottaviano (Napoli), non avrebbe avuto contatti con persone provenienti dalle zone del Nord Italia. L’anziana aveva patologie pregresse legate al sistema respiratorio. I figli della donna, due residenti a Ottaviano e uno a Brusciano, sono in isolamento. Il sindaco di Ottaviano Luca Capasso, non appena appresa la notizia, ha provveduto a emettere ordinanze per isolare le persone con le quali l’anziana donna è venuta in contatto.

Coronavirus in Calabria: gli aggiornamenti

Sessanta medici di famiglia sono stati posti in quarantena a Cosenza dopo aver avuto contatti, negli ultimi giorni, con un informatore farmaceutico risultato positivo al nuovo coronavirus. Lo ha affermato all”Ansa’ Silvestro Scotti, segretario della Federazione dei Medici di Medicina Generale (Fimmg).

Coronavirus in Sicilia: gli aggiornamenti

Dalla Sicilia sono stati trasmessi all’Istituto Superiore di Sanità 54 campioni di casi positivi al coronavirus, uno in più di ieri. Di questi, 16 sono già stati validati da Roma (cinque a Palermo e undici a Catania). Risultano ricoverati 19 pazienti (7 a Palermo, 5 a Catania, 2 a Messina, 1 a Caltanissetta, 3 ad Agrigento e 1 a Enna), di cui uno in terapia intensiva per precauzione. Le persone in isolamento domiciliare sono 35. Lo ha comunicato la Regione Siciliana all’Unità di crisi nazionale. Dall’inizio dei controlli, i laboratori regionali di riferimento (Policlinici di Palermo e Catania) hanno effettuato 836 tamponi, di cui 771 negativi e 11 in attesa dei risultati.

Coronavirus in Sardegna: gli aggiornamenti

Dei 19 casi di coronavirus riscontrati in Sardegna, 2 si trovano in condizioni critiche: lo ha detto l’assessore della Sanità Mario Nieddu.

Coronavirus, regole rigorose per Lombardia e 14 province

Non c’è più una zona rossa – ha precisato Conte – scomparirà dai comuni di Vo’ e del Lodigiano. Ma ci sarà una zona con regole più rigorose che riguarderà l’intera Lombardia e poi le province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano Cusio Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia”.

Prima che il dpcm venisse firmato, c’è stata una fuga di notizie che ha generato un’ondata di panico a Milano. Molte persone hanno preso d’assalto treni e autobus per lasciare la regione.

CONTE FIRMA IL NUOVO DPCM, TUTTE LE MISURE

Coronavirus, zona rossa in tutta Italia? La proposta

L’assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera ha dichiarato a ‘Mattino 5’ a proposito delle misure decise dal governo: “Se tutto questo ancora non serve, forse le misure per limitare il contagio del coronavirus vanno inasprite”. Queste saranno “sui trasporti e sulla libertà di movimento”.

Matteo Renzi e Matteo Salvini hanno proposto di estendere la zona rossa a tutta Italia.

I SINTOMI COMUNI NELLE VITTIME DEL CORONAVIRUS

IL PUNTO DELL’ISS: COSA È CAMBIATO NEL CONTAGIO

Coronavirus, gli aggiornamenti dal mondo

In tutto il mondo sono oltre 4.000 i morti per il coronavirus. I contagiati sono oltre 15mila, mentre i decessi si attestano a 520.

In Francia ci sono 1142 i casi di contagio da coronavirus e 25 i decessi. Lo ha reso noto il ministero della Salute. Sono saliti a 5 i deputati dell’Assemblée Nationale positivi al coronavirus. La quinta deputata contagiata, come ha fatto sapere lei stessa, è la socialista Michèle Victory. Positivo anche il ministro della Cultura Frank Riester.

La Cina ha registrato domenica 22 nuovi decessi da coronavirus, livello più basso mai registrato dall’inizio della raccolta dei dati sull’epidemia avviata a gennaio. Negli ultimi aggiornamenti, la Commissione sanitaria nazionale (Nhc) ha riferito che i contagi aggiuntivi si sono attestati a 40, tutti nell’Hubei, la provincia epicentro della crisi, mentre nessuno, per il secondo giorno di fila, nel resto del Paese. I contagi sono saliti e 80.735, i morti a 3.119 e i guariti saliti a 58.600 (+1.535 solo ieri).

In Corea del Sud i casi totali sono saliti a 7.478 con i 96 rilevati nelle ultime 16 ore. Lo ha riferito il Korea Centers for Disease Control and Prevention. Si registra una frenata, legata ai controlli a tappeto tra gli adepti della Chiesa di Gesù Shincheonji, fortissimo focolaio. I 248 casi di domenica sono sotto l’aumento quotidiano di 500 casi della scorsa settimana e rappresentano il livello più basso dal 26 febbraio. Sabato i casi sono stati 367, venerdì 438 e giovedì 518.

In Germania i casi positivi di coronavirus sono saliti a 1.112, rispetto ai 902 di ieri. Lo ha reso noto il ministero tedesco della Salute. Le zone più colpite sono il distretto di Heinsberg, nel Nordreno-Vestfalia, con 484 casi, la Baviera con 256 contagi e il Baden- Wuerttemberg con 199. A Berlino i positivi registrati sono 40. E le autorità locali registrano i primi due decessi. Dopo un caso sospetto di coronavirus in una scuola del Brandeburgo, da 4000 a 5000 persone sono in quarantena domiciliare nella cittadina di Neustadt/Dosse. Lo riferisce la Dpa.

In Spagna si è registrata un’accelerazione dei contagi, saliti oggi a 999 (quasi il doppio rispetto ai 589 di domenica). Lo ha comunicato l’agenzia ‘Bloomberg’, sottolineando che il governo di Madrid ha riunito un incontro di emergenza per valutare l’adozione di “misure drastiche” per contenere la diffusione del coronavirus. Il maggior numero di contagi è stato registrato a Madrid e nei Paesi Baschi. Nella capitale i casi confermati sono aumentati di 200 unità nelle ultime 24 ore mentre i decessi sono raddoppiati (16 le vittime segnalate oggi contro le 8 di ieri).

Primi due casi di coronavirus anche in Albania: si tratta, secondo quanto reso noto dal ministero albanese della Sanità, di padre e figlio rientrati da un viaggio a Firenze. Il premier Ed Rama ha disposto la sospensione fino al prossimo 3 aprile dei voli che collegano il paese con il nord Italia e tutte le zone rosse sul territorio italiano.

In Iran, nelle ultime 24 ore, sono morte altre 43 persone positive al coronavirus. Il totale delle vittime è salito a 237. Il numero dei casi registrati è pari a 7.161, con 595 nuovi contagi confermati. Lo ha reso noto il ministero della Salute di Teheran.

Il numero di casi di coronavirus registrati in Russia è passato da 17 a 20 nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto il Centro di ronto intervento russo, aggiungendo che le 3 persone trovate infette si trovano attualmente a Mosca. Tutte hanno visitato l’Italia nelle ultime due settimane.

Nei Paesi Bassi sono 56 i nuovi casi positivi al coronavirus confermati dall’Istituto nazionale per la sanità pubblica nel suo bollettino quotidiano. Il numero totale di contagiati è salito così a 321. La maggior parte dei pazienti (134) proviene dalla regione del Brabante, mentre è stato accertato che, fra i contagiati, 150 hanno contratto il Covid-19 all’estero, principalmente in Italia.

Negli Stati Uniti d’America il numero dei morti è salito a 22. I casi di coronavirus sono 565, in 34 dei 50 Stati. Lo hanno riferito i media locali.

LA MAPPA AGGIORNATA DEL CONTAGIO IN ITALIA E NEL MONDO

VirgilioNotizie | 09-03-2020 19:34

Coronavirus, assalto ai supermercati dopo la stretta sul Nord Fonte foto: Ansa
Coronavirus, assalto ai supermercati dopo la stretta sul Nord
,,,,,,,