,,

Coronavirus Italia, 14681 morti. I dati dell'ultimo bollettino

La situazione in Italia in merito all'emergenza coronavirus, con notizie e dati aggiornati su morti, contagi e guariti

Il bollettino della Protezione civile di venerdì 3 aprile ha riferito che sono complessivamente 85.388 i malati di coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 2.339. Il numero complessivo dei contagiati, comprese le vittime e i guariti, è di 119.827. Le vittime sono 14.681, con un aumento rispetto a ieri di 766. Sono 19.758 le persone guarite in Italia, 1.480 in più di ieri.

I malati di coronavirus ricoverati in terapia intensiva sono 4.068, 15 in più rispetto a ieri. Di questi, 1.381 sono in Lombardia. Degli 85.388 malati complessivi, 28.741 sono poi ricoverati con sintomi e 52.579 sono quelli in isolamento domiciliare.

In riferimento alle sue dichiarazioni sulle misure di contenimento, Angelo Borrelli ha precisato: “Al momento c’è una sola data che è quella del 13 aprile. Oggi alcune mie parole sono state equivocate, avevo fatto un ragionamento: avevo detto che misure sarebbero state determinate in relazione all’evoluzione della situazione in atto. Per questo motivo è difficile fare previsioni ed abbassare la guardia”.

Coronavirus, i contagi regione per regione

Dai dati della Protezione civile emerge che sono 26.189 i malati in Lombardia (313 in più rispetto a ieri), 12.178 in Emilia-Romagna (+319), 8.861 in Veneto (+283), 9.130 in Piemonte (+331), 3.631 nelle Marche (+76), 4.909 in Toscana (+120), 2.746 in Liguria (+86), 3.009 nel Lazio (+130), 2.352 in Campania (+212), 1.324 in Friuli Venezia Giulia (+30), 1.659 in Trentino (+72), 1.209 in provincia di Bolzano (+49), 1.949 in Puglia (+85), 1.664 in Sicilia (+58), 1.301 in Abruzzo (+50), 920 in Umbria (+35), 560 in Valle d’Aosta (+4), 744 in Sardegna (+26), 662 in Calabria (+35), 144 in Molise (+11), 247 in Basilicata (+14).

CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO IN ITALIA

Coronavirus, le vittime regione per regione

Si registrano 8.311 vittime in Lombardia (+351), 1.902 in Emilia-Romagna (+91), 572 in Veneto (+40), 1.043 in Piemonte (+60), 557 nelle Marche (+54), 290 in Toscana (+22), 519 in Liguria (+31), 181 in Campania (+14), 199 nel Lazio (+14), 136 in Friuli Venezia Giulia (+7), 164 in Puglia (+20), 146 in provincia di Bolzano (+17), 101 in Sicilia (+8), 146 in Abruzzo (+13), 39 in Umbria (+1), 70 in Valle d’Aosta (+7), 204 in Trentino (+17), 45 in Calabria (+4), 41 in Sardegna (+1), 11 in Molise (+0), 11 in Basilicata (+1).

ILARIA CAPUA: “NON SCOMPARIRÀ CON L’ESTATE”

Coronavirus nell’aria: lo studio

Il dibattito è acceso per quanto riguarda il modo in cui si dovranno usare le mascherine durante la fase 2 dell’emergenza, soprattutto in seguito ad alcuni studi che prevedono la possibilità di un contagio anche a grande distanza attraverso l’aria e il respiro.

Coronavirus, team di medici ucraini in arrivo nelle Marche

Alessia Morani, sottosegretaria al Ministero dello Sviluppo economico, ha annunciato sui social che “arriverà domani in Italia un volo umanitario dall’Ucraina con a bordo 13 medici e 7 paramedici ucraini specializzati in terapia intensiva e rianimazione ed andranno ad operare negli ospedali della regione Marche. Per la nostra regione è un aiuto importantissimo e voglio ringraziare il ministro Di Maio per la sensibilità dimostrata verso la nostra comunità”.

“Intanto – ricorda – a Jesi è stato completato l’allestimento dell’ospedale da campo della Marina Militare, che assicura 40 posti letto di degenza e 4 di terapia intensiva. Un aiuto importante ottenuto grazie alla disponibilità del ministro della Difesa Lorenzo Guerini”.

IL VIRUS SI TRASMETTE ANCHE CON IL RESPIRO: IL NUOVO STUDIO

Coronavirus in Lombardia, i dati di Gallera

Sono stati superati gli ottomila morti a causa del coronavirus in Lombardia: lo si ricava dai dati forniti dall’assessore al Welfare Giulio Gallera, nella quotidiana diretta facebook. I decessi comunicati oggi sono stati 351, per un totale di 8.311, mentre i positivi sono aumentati di 1.455 persone per un totale di 47.520. I ricoveri in terapia intensiva registrano un saldo netto di 30 persone in più. I ricoveri non in terapia intensiva sono aumentati di 40 unità per un totale di 11.802. “Sono dati positivi – ha detto Gallera – ma non bisogna allentare la stretta”.

Coronavirus in Italia: 77 medici morti, oltre 10mila contagiati

Continua ad allungarsi la lista dei medici deceduti per l’epidemia di Covid-19. Il totale, si apprende dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici, sale a 77. Intanto, il sindacato dei medici ospedalieri Anaao-Assomed ha reso noto che il numero degli operatori sanitari contagiati ha ormai superato i 10.000 casi. Il 20% circa sono medici. Molti, hanno fatto sapere dall’Anaao, sono ricoverati in Rianimazione.

CORONAVIRUS: A CASA FINO AL 16 MAGGIO, POI FASE 2. PARLA BORRELLI

Coronavirus, addio a Sergio Rossi: big del made in Italy

È morto all’ospedale Bufalini di Cesena Sergio Rossi, imprenditore calzaturiero del distretto romagnolo che ha dato il nome a uno dei marchi più noti del made in Italy. Risultato positivo al coronavirus, aveva 85 anni. Agli anni Sessanta risale la sua prima collezione che lo rese noto a livello internazionale.

I TEMPI DEL VACCINO: LA PREVISIONE DELL’OMS

Coronavirus, anche una bimba tra le vittime

Una bimba di 5 anni è morta all’ospedale di Vipiteno, nella provincia autonoma di Bolzano. Era affetta da coronavirus e soffriva di gravissime patologie pregresse. Secondo quanto riporta l’Ansa, quando le sue condizioni sono peggiorate è stata subito ricoverata, ma non ce l’ha fatta.

La piccola è una delle 8 vittime del coronavirus registrate il 2 aprile in Alto Adige. Il numero complessivo dei morti è salito a 128 nella provincia di Bolzano, dove si riscontra anche un incremento di 45 casi, che porta il numero di contagi a 1.443.

CORONAVIRUS, LOPALCO: “PREPARIAMOCI ALLA SECONDA ONDATA”

Coronavirus, Conte scrive a von der Leyen: “Serve più coraggio”

“È il momento di mostrare più ambizione, più unità e più coraggio. Di fronte a una tempesta come il Covid-19 che riguarda tutti, non serve un salvagente per l’Italia: serve una scialuppa di salvataggio solida, europea, che conduca i nostri Paesi uniti al riparo”. Lo scrive il premier Giuseppe Conte in una lettera su Repubblica in risposta alla missiva della presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, pubblicata ieri sullo stesso quotidiano.

POSITIVI I TEST DEL VACCINO A FORMA DI CEROTTO

Coronavirus, in isolamento metà della popolazione mondiale

La metà della popolazione mondiale è sottoposta a misure di isolamento a causa della pandemia da coronavirus. È quanto emerge da un conteggio dell’agenzia di stampa francese Afp. Le varie misure – isolamento obbligatorio o consigliato, coprifuoco, quarantena – disposte dai governi di oltre 90 Paesi per contenere la diffusione del contagio riguardano oltre 3,9 miliardi di persone.

CHE ASPETTO HA IL CORONAVIRUS: LA PRIMA FOTO AL SACCO

Coronavirus, cosa riaprirà il 14 aprile?

Il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri, a ‘La Stampa’, ha fornito alcune indicazioni sulle attività che potrebbero riaprire a partire dal 14 aprile: “La riapertura potrebbe interessare tutti quei negozi dove si può prenotare telefonicamente e passare a orari prestabiliti solo per ritirare la merce”.

I FARMACI CHE SI STANNO SPERIMENTANDO

Coronavirus, Donald Trump negativo al secondo tampone

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, è risultato negativo anche al secondo test eseguito per il coronavirus. Lo ha annunciato lui stesso, affermando di essere stato ”veramente curioso di vedere quanto il test funzionasse rapidamente”, sottolineando che il risultato è arrivato in 15 minuti. Il primo test era stato eseguito a metà marzo.

L’AUTOCERTIFICAZIONE CAMBIA: IL NUOVO MODELLO

Coronavirus, scontro Sala-Regione Lombardia sui test per gli anticorpi

Il sindaco di Milano Beppe Sala, nel quotidiano video sull’emergenza coronavirus pubblicato sui suoi social, ha detto a proposito dei test per gli anticorpi: “Oggi sono già fatti in Veneto ed Emilia-Romagna. In Lombardia ancora no e vorrei sapere perché, per quanto tempo, se verranno fatti e con che modalità”.

ISTAT, RADDOPPIATI I MORTI AL NORD: L’ULTIMO RAPPORTO

I casi di Covid-19 nel mondo: quanti e dove sono

Il numero di casi di coronavirus nel mondo ha superato la soglia del milione: è quanto emerge dai dati aggiornati della John Hopkins University. I casi di contagio sono ora 1.016.128, i morti 53.146 e le persone guarite 211.615. In Europa, secondo un calcolo di Afp, i morti per coronavirus sono oltre 40mila.

La Cina ha registrato giovedì 31 nuovi casi di contagio da coronavirus, di cui 29 importati (saliti a 870) e 2 domestici, uno nel Liaoning e uno nel Guangdong. La Commissione sanitaria nazionale ha rilevato 4 ulteriori decessi, tutti nell’Hubei, per complessivi 3.222. I contagi certi sono cresciuti a 81.620, di cui 1.727 persone ancora in cura e 76.571 dimessi dopo la guarigione. Sono 60 i nuovi asintomatici, di cui 7 importati: attualmente, sono 1.027 i casi sotto osservazione, inclusi 221 dall’estero.

Intanto i residenti di Wuhan sono stati avvisati sulla necessità di rafforzare “le misure di auto-tutela”. In un comunicato postato sul sito della città, il segretario del Partito comunista locale Wang Zhonglin ha detto che “il rischio di rimbalzo della pandemia resta alto a causa di fattori interni ed esterni”. Sono ragioni che spingono a “mantenere le misure di prevenzione e controllo”. La città allenterà l’8 aprile lo stop ai viaggi in uscita.

Negli Usa si è arrivati a 245.573 casi di coronavirus, con oltre 6.000 vittime, secondo l’ultimo aggiornamento della Johns Hopkins University.

In Spagna si sono registrate nelle ultime 24 ore 932 nuove vittime per il coronavirus. I casi complessivi di contagio salgono a 117.710, 7.472 in un giorno, superando al momento l’Italia, in attesa dei nuovi dati.

Nel Regno Unito si sono registrati 689 morti in più in 24 ore, portando il totale a 3.605, mentre i contagi passano da 33.718 a 38.168. Lo riferisce il bollettino del ministero della Sanità britannico del 3 aprile.

In Germania si sono superati i 1.000 decessi secondo il bilancio fatto dalla Dpa sulla base dei dati forniti dai 16 lander. La regione più duramente colpita è la Baviera con 19.100 casi. Secondo quanto riferito dal Robert Koch Institute al giornale Sueddeutsche Zeitung sono 2300 gli addetti sanitari risultati positivi al test.

In Francia i casi sono arrivati a 59.105, con 6.507  vittime, 1.416 delle quali negli ospizi: lo ha detto il direttore generale della Sanità francese, Jerome Salomon.

In Corea del Sud sono più di 10 mila le persone contagiate: il Paese diventa quindi il secondo più colpito dell’Asia. Le vittime sono 169.

In Russia si registrano 601 nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore, che portano a 4.149 il totale degli infettati nel Paese. Le vittime sono ufficialmente 34.

CORONAVIRUS, COSA DEVE FARE CHI ENTRA IN ITALIA

VIRGILIO NOTIZIE | 03-04-2020 20:50

Coronavirus, il grafico della Protezione civile del 3 aprile Fonte foto: Ansa
Coronavirus, il grafico della Protezione civile del 3 aprile
,,,,,,,