,,

Toni Capuozzo: "Bucha? Non mi convince la sequenza degli eventi". I dubbi del giornalista e la ricostruzione

Lo scrittore è intervenuto durante il talk show di Rete 4 condotto da Nicola Porro avanzando la possibilità che sia tutta una montatura

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Il giornalista e scrittore Toni Capuozzo – una delle firme di lunga data del nostro Paese, con oltre 40 anni di carriera – è intervenuto nel corso della trasmissione Quarta Repubblica con alcune considerazioni che stanno facendo il giro del web.

Le immagini dei cadaveri a Bucha

In uscita sul canale Focus con il suo ultimo documentario dedicato ai 30 anni dall’assedio di Sarajevo, Toni Capuozzo è stato ospite del talk show di Rete 4 condotto da Nicola Porro per parlare degli ultimi avvenimenti che riguardano la guerra in corso in Ucraina.

In particolare, il giornalista è stato chiamato a commentare le tragiche notizie in arrivo dalla città di Bucha, dove l’esercito russo di Vladimir Putin avrebbe compiuto dei veri e propri massacri nei confronti di civili e famiglie.

Fonte foto: Ansa

Le sue parole però non hanno assunto i toni di una condanna – come per la stragrande maggioranza degli opinionisti tv – bensì quelli dell’incertezza: “Io sollevo qualche dubbio su quello che è accaduto a Bucha. Mi faccio qualche domanda e voglio ricostruire quello che è accaduto”.

Le domande di Toni Capuozzo e la sua ricostruzione

“Il 30 marzo i russi si sono ritirati da Bucha – racconta Toni Capuozzo durante la puntata di lunedì 4 aprile (qui il video) – mentre il giorno dopo il sindaco della città ha rilasciato un’intervista in cui esprime la propria soddisfazione per il fatto che i russi abbiano finalmente abbandonato il paese”.

“Il 1 aprile però – prosegue lo scrittore – esce un’altra intervista e nessuno fa menzione dei morti in strada. Poi il 2 aprile spunta un filmato della polizia ucraina che mostra soltanto un cadavere. Il 3, invece, iniziano a circolare le foto che abbiamo visto”.

L’ipotesi di una montatura da parte dell’Ucraina

“Da dove sono saltati fuori tutti questi corpi?” si domanda Toni Capuozzo, per poi proseguire: “Possibile che dopo 4 giorni nessuno abbia messo una coperta su questi cadaveri? Io li ho visti come sono i morti dopo qualche giorno. Queste vittime sono in strada da tre settimane? Non sarebbero in quelle condizioni”.

Il giornalista conclude mettendo in evidenza la possibilità che sia tutta una montatura. “I Russi potrebbero essere capaci di fare una strage simile – dichiara – ma allo stesso tempo anche gli ucraini potrebbero essere in grado di mettere in piedi questa messinscena. L’obiettivo potrebbe essere quello di farsi mandare i carri armati“.

Resta aggiornato sulle ultime news dall’Italia e dal mondo: segui Virgilio Notizie su Twitter.

toni-capuozzo Fonte foto: Ansa
,,,,,,,,