,,

Salvini "dalla parte della libertà" contro l'estremismo islamico

Il leader della Lega Matteo Salvini ha espresso le sue opinioni sulla situazione in Medio Oriente dopo l'uccisione di Soleimani

Il leader della Lega Matteo Salvini ha espresso le sue opinioni sulla situazione in Medio Oriente dopo l’uccisione di Soleimani. A radio Crc, Salvini ha affermato: “Non bisogna mai avere paura dei terroristi, se c’è qualcuno che ritiene che Israele vada cancellata con questo qualcuno non si può dialogare. Se c’è una potenza come l’Iran che dice che va cancellato uno Stato dalla cartina del mondo e fa proselitismo e mira a conquistare nuovi territori prima lo si blocca e meglio è, perché ogni concessione fatta agli estremisti islamici poi la pagano i nostri figli e nipoti. Chiunque combatte l’estremismo islamico difende la libertà ed io sono sempre dalla parte della libertà“.

Salvini sulla prescrizione

Sulla prescrizione, il leader del Carroccio ha precisato: “Noi sospendemmo il blocco della prescrizione dicendo ‘se entra in vigore solo questo pezzo e non si accorciano i processi è un casino, un disastro‘, perché in Italia non sai quanto starai sotto processo, ti fai il segno della croce”.

“Quindi noi dicemmo a Conte, Di Maio e Bonafede stop. Si rinvia di almeno un anno – ha proseguito Salvini – perché prima bisogna fare la riforma del processo penale. Quella riforma è scomparsa, non se ne ha notizia, ma entra in vigore quel pezzetto sulla prescrizione che è un obbrobrio, uno scempio“.

“Non solo gli avvocati di Napoli ma di tutta Italia sono in protesta perché complica il lavoro loro, allunga i tempi della giustizia e tiene sotto perenne processo e sequestro di persona, questa volta vero, potenzialmente milioni di italiani”, ha chiosato Salvini parlando a radio Crc.

Salvini e le regionali in Emilia Romagna

In merito alle prossime elezioni regionali in Emilia Romagna, Salvini ha affermato: “Io sono molto contento, sono stanco perché si è lavorato tanto senza domeniche e giorni di festa come oggi. Il contatto con la gente è vita, è passione, sono consigli, critiche e proposte. Ieri abbiamo fatto sei incontri in sei posti diversi con le piazze tutte piene, io ho ottime sensazioni”.

Caso Jebreal, Salvini risponde alle polemiche

Circa la polemica sulla giornalista italo-palestinese Rula Jebreal, esclusa dal Festival di Sanremo, Salvini ha dichiarato: “Io mi occupo di tutto tranne che dei conduttori e delle vallette di Sanremo, ho delle giornate abbastanza piene… Io penso che Sanremo sia il festival della canzone italiana, se uno vuole fare i comizi va in piazza o in Parlamento. Per me la Rai può invitare chi vuole, non è un mio problema”.

“L’ultimo dei miei problemi è dire sì a tizia e caia”, ha aggiunto Salvini in riferimento all’accusa di aver condizionato la decisione della Rai. “Se invitassero me direi: ‘No grazie, non ci azzecco nulla‘. Invitano questa signora o un’altra, facessero come credono, tanto gli italiani sul controllo dell’immigrazione hanno le idee chiare, poi a Sanremo possono fare un comizio Renzi, Saviano o Bertinotti, non è che gli italiani cambiano idea”.

VIRGILIO NOTIZIE | 06-01-2020 11:30

Redditi: chi sono i politici più ricchi, tra sorprese e conferme Fonte foto: ANSA
Redditi: chi sono i politici più ricchi, tra sorprese e conferme
,,,,,,,