,,

Guerra in Ucraina, ultime notizie di oggi. Putin: fregata russa con missili ipersonici nel Mediterraneo

Le ultime notizie sulla guerra in Ucraina, minuto per minuto: tutti gli aggiornamenti in diretta del 4 gennaio 2023

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

La guerra in Ucraina è giunta oggi, mercoledì 4 gennaio 2023, al giorno 314. Il presidente Volodymyr Zelensky, in un video pubblicato nella serata di ieri, ha dichiarato che la Russia sarebbe pronta a un nuovo attacco su larga scala. Secondo il capo di Stato di Kiev, Mosca utilizzerà ogni arma nel proprio arsenale per cercare di cambiare le sorti della guerra, o almeno posticipare la propria sconfitta. “Ci stiamo preparando a questo. I terroristi devono perdere e ogni offensiva fallirà”, ha sottolineato.

Il racconto della giornata

  1. Macron, sostegno a Kiev fino alla vittoria

    “Fino alla vittoria, fino al ritorno della pace in Europa, il nostro sostegno all’Ucraina non diminuira'”: lo scrive in un tweet il presidente francese, Emmanuel Macron, dopo il colloquio telefonico di circa un’ora e mezzo con l’omologo ucraino Volodymyr Zelenski durante il quale si e’ impegnato a fornire a Kiev nuovi armamenti. “L’ho confermato al presidente Zelensky: la Francia fornira’ carri leggeri da combattimento e proseguira’ il suo sostegno in materia di difesa aerea”, sottolinea il leader di Parigi.

  2. Kiev: due donne uccise in raid russi a Bakhmut

    La polizia locale ha riferito che negli attacchi dell’artiglieria russa oggi sono morte due donne anziane nella città di Bakhmut, nell’oblast di Donetsk. Lo riporta il Kiyv Independent, ricordando che la città mineraria è uno dei principali obiettivi della Russia.

  3. Cremlino: "L'Italia non può mediare nella guerra in Ucraina"

    L’Italia non può fare da mediatore tra Russia e Ucraina perché appoggia il regime sanguinario di Kiev e prende una posizione aggressiva anti-russa”: è quanto dichiarato dalla portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, rispondendo a una domanda. “Ovviamente – ha detto – considerata la posizione di parte presa dall’Italia, non possiamo vederla come un onesto mediatore o un possibile garante del processo di pace”.

  4. putin-missili-admiral-gorshkov
    Fregata russa Gorshkov con missili ipersonici nel Mediterraneo: l'annuncio di Putin

    Il presidente russo Vladimir Putin ha assistito in collegamento al varo della fregata “Ammiraglio Gorshkov“, partita oggi per una missione nell’Atlantico, nell’Oceano Indiano e nel Mediterraneo, con a bordo un sistema per i missili ipersonici Tsirkon. Il capo del Cremlino, citato dall’agenzia Interfax, ha dichiarato che questi missili “non hanno pari al mondo” e che “tali potenti armi aiuteranno a proteggere la Russia da possibili minacce esterne e ad assicurare gli interessi nazionali del Paese”.

  5. Kiev: "Russi combatteranno ancora a costo di perdere 70.000 uomini"

    Andrii Cherniak, portavoce dell’intelligence militare ucraina, si dice sicuro che la Russia continuerà la campagna bellica in Ucraina anche a costo di perdere decine di migliaia di soldati. Secondo Cherniak i russi “capiscono che perderanno” ma ciònonostante sembrano “essere disposti a perdere fino a 70.000 militari nei prossimi 4-5 mesi”.
    Cherniak riferisce che l’intelligence ucraina è sicura che i russi tenteranno ancora di prendere l’oblast di Donetsk e che cercheranno di mantenere il corridoio di terra fino alle aree occupate dai russi Crimea.

  6. Gli 007 inglesi: "Soldati non professionisti a Makiivka"

    Secondo i servizi segreti inglesi i soldati russi morti nel raid ucraino alla caserma di Makiivka sarebbero stati uomini arruolati da poco e quindi del tutto privi di esperienze e capacità belliche. E anche la scelta strategica di accampare centinaia di uomini a pochi chilometri dal cuore delle operazioni militari sarebbe stata poco accorta.
    Il casermone è stato completamente distrutto da un raid missilistico ucraino. Secondo Kiev i morti sarebbero 400, secondo i russi 89.
    Un tweet dell’intelligence del ministero della Difesa britannico evidenzia come “le pratiche non professionali contribuiscano all’alto tasso di vittime della Russia”.

     

  7. Erdoğan ci riprova e chiama Putin e Zelensky per i negoziati di pace

    Il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan sentirà oggi il suo omologo russo Vladimir Putin e quello ucraina Volodymyr Zelensky per cercare di avviare nuovi negoziati per la pace. Ankara cerca da mesi di avviare il dialogo tra i capi di Stato dei due Paesi in guerra. Finora senza grandi risultati.

  8. Vladimir Putin promette risarcimento alle famiglie dei soldati caduti

    Il presidente russo Vladimir Putin ha promesso 5 milioni di rubli, poco più di 66 mila euro, per i parenti dei militari deceduti e 3 milioni, circa 39 mila euro, per chi è rimasto ferito.

  9. Moriranno 70 mila russi nei prossimi mesi: la previsione dell'intelligence Ucraina

    Andrii Chernyak, portavoce dell’intelligence militare di Kiev, ha riferito che la Russia continuerà ad attaccare l’Ucraina anche nel 2023, ma potrebbe perdere decine di migliaia di soldati nel prossimo periodo. Vladimir Putin “sa che perderà” la guerra. Ma continuerà a combatterla, e cadranno almeno “70 mila russi in più nei prossimi 4 o 5 mesi”. Perdite che il Cremlino sembra “essere pronto ad affrontare”.

  10. Centinaia di soldati russi al fianco degli ucraini nella legione Libertà Russa

    Centinaia di russi stanno combattendo al fianco dei soldati ucraini nella regione del Donetsk. Il portavoce della legione Libertà Russa ha spiegato ai media locali che i suoi uomini non sono traditori e non stanno “combattendo contro la madrepatria”, ma contro il regime di Vladimir Putin e “contro la tirannia. Siamo veri patrioti russi“.

  11. Sale il bilancio dei russi uccisi a Makiivka: inchiodati dagli smartphone

    Il Ministero della Difesa russo ha fatto sapere che l’attacco nella regione occupata del Donetsk a opera degli ucraini ha ucciso 89 soldati, e non 63 come dichiarato in precedenza. Secondo quanto riportato, a rivelare la posizione dei soldati, che si trovavano all’interno di una scuola professionale a Makiivka, sarebbe stato l’utilizzo di smartphone, vietato dalle regole. Il caso sta causando polemiche in patria, rivolte principalmente ai generali dell’esercito di Mosca. Poche le voci di protesta contro Vladimir Putin, che non si è espresso sulla vicenda.

,,,,,,,,