,,

Vaccino AstraZeneca, via libera anche a over 65: la circolare

Svolta nella campagna di vaccinazione: il ministero della Salute ha dato il via libera al vaccino AstraZeneca per gli over 65

In arrivo un’importante svolta per quanto riguarda i vaccini: il ministero della Salute ha pubblicato la circolare che consente la somministrazione del vaccino AstraZeneca anche alle persone che hanno più di 65 anni. La decisione fa seguito al parere favorevole del Consiglio Superiore di Sanità.

È stato il ministro Roberto Speranza ad annunciare la novità nella giornata di domenica: “Ci sono nuove evidenze scientifiche – ha detto a Mezz’ora in più – il vaccino AstraZeneca può essere usato sostanzialmente su tutte le fasce generazionali”.

Vaccino AstraZeneca, la circolare del ministero

Stando alla nuova circolare del ministero, il vaccino AtraZeneca potrà quindi essere somministrato a tutti i soggetti sopra i 18 anni, a eccezione dei pazienti identificati “come estremamente vulnerabili in ragione di condizioni di immunodeficienza, primitiva o secondaria a trattamenti farmacologici o per patologia concomitante che aumenti considerevolmente il rischio di sviluppare forme fatali di Covid-19”.

Vaccino AstraZeneca per tutti: cosa è cambiato

Fino ad oggi, il siero AstraZeneca è stato indicato per un utilizzo limitato alla fascia d’età tra i 18 e i 65 anni. In realtà, ha precisato il ministro, “il vaccino è utilizzabile” anche “per le altre generazioni, da pochissime ore abbiamo ricevuto un parere del Css, nei primissimi giorni della settimana, domani o massimo dopodomani, ci sarà una circolare del ministero della Salute che andrà in questa direzione”.

“Non c’è dubbio, questo ci aiuta – ha ammesso il ministro Roberto Speranza – un pieno utilizzo ci consentirà di procedere in maniera specifica e soprattutto di prenderci cura delle persone più fragili”.

“Avevamo un vaccino utilizzabile solo sotto i 65 anni, abbiamo dovuto darlo solo ad alcune categorie: siamo partiti dal personale delle scuole, dalle forze dell’ordine e da alcuni servizi pubblici fondamentali. Senza la limitazione legata all’età, riprenderemo a ‘coprire’ le generazioni che rischiano di pagare un prezzo più alto se incontrano il virus”, ha chiarito.

Tre mesi decisivi per le vaccinazioni: il piano di Speranza

Nel corso della trasmissione condotta da Lucia Annunciata, Mezz’ora in più, il ministro Speranza ha condiviso il suo piano per i prossimi mesi: “Pensiamo che il prossimo trimestre sia quello decisivo per le vaccinazioni. Dal 1 aprile inizia il secondo trimestre in cui ci aspettiamo l’arrivo di oltre 50 milioni di dosi, e puntiamo a raggiungere almeno metà della popolazione”.

“Tra queste dosi – ha aggiunto – ci sarà anche il vaccino di J&J che è monodose. quindi alla fine del secondo trimestre dell’anno ci troveremo in una situazione in cui la maggioranza sarà vaccinata e entro l’Estate conto che tutti gli italiani che lo vorranno potranno essere vaccinati”.

In conclusione, “quello che mi aspetto è che l’impatto della variante possa far crescere la curva, quindi mi aspetto che altre regioni vadano verso il rosso con ordinanze di natura restrittiva. Le misure dobbiamo adeguarle all’andamento della curva epidemiologica e valuteremo di giorno in giorno l’andamento della curva”.

VirgilioNotizie | 08-03-2021 13:37

Vaccino Pfizer, Moderna, AstraZeneca: come funzionano Fonte foto: ANSA
Vaccino Pfizer, Moderna, AstraZeneca: come funzionano
,,,,,,,