,,

Sanremo, chi è Rula Jebreal: dalle polemiche alla prima serata

La storia della giornalista palestinese al centro di mille polemiche per la sua partecipazione al Festival

Lo sanno anche i muri oramai. Rula Jebreal sarà  tra le protagoniste più attese, e anche più chiacchierate, della prima serata del Festival di Sanremo che apre i battenti questa sera in diretta su Rai1. La giornalista palestinese sarà sul palco dell’Ariston al fianco di Amadeus, con Diletta Leotta, “prime donne” di questa giornata inaugurale. Il suo arrivo al Festival è stato contraddistinto da un putiferio di polemiche. Ma in poche forse sanno chi è Rula Jebreal.

Cosa farà la Jebreal stasera a Sanremo. La giornalista palestinese, come detto, sarà la presenza femminile, insieme a Diletta Leotta, che presenterà la prima serata del Festival, al fianco di Amadeus. Oltre a presentare, la Jebreal terrà un monologo sulla violenza contro le donne che lei stesso ha definito “un tema apartitico e culturale importante. Dirò cose che non ho mai detto nemmeno a me stessa, mi metterò quasi a nudo. Vorrei parlare a tutti noi, perché gli abusi riguardano tutti, riflettono su tutti noi”.

Le polemiche. Sin dalle prime voci della sua presenza a Sanremo, dal primo incontro non ufficiale con Amadeus, si scatenata una polemica di stampo politico e sociale sulla sua presenza a Sanremo. Alla base di tutto alcune dichiarazioni di Rula sul popolo italiano “definito razzista e fascista”. C’è stata una levata di scudi da parte dei partiti di centrodestra, Salvini e Meloni, su tutti. La Rai aveva dapprima dato il suo ok, poi aveva preferito negare il “sì” per la Jebreal ma alla fine si è tornata ancora indietro dando il benestare.

L’annuncio sul compenso. Rula Jebreal ha annunciato in conferenza stampa che devolverà metà del compenso per il festival di Sanremo a Nadia Murad”, l’attivista irachena yazida che è stata rapita e stuprata dall’Isis, “anche lei consigliere come me del presidente francese Macron”.

Chi è Rula Jebreal. Nata a Haifa, in Israele, il 24 aprile 1973. È figlia della palestinese Zakia e del nigeriano Othman Jebreal, commerciante e imam sufi di Gerusalemme Est e guardiano della moschea al-Aqsa. In seguito a violenze e abusi subiti da ragazza, sua madre si suicida, annegandosi in mare, quando la giornalista ha solo 5 anni. Assieme alla sorella Rania, Rula Jebreal cresce nell’orfanotrofio di Dar El-Tifel a Gerusalemme, dal 1978 al 1991, trovando nella fondatrice Hind Husseini una seconda madre.

VIRGILIO NOTIZIE | 04-02-2020 17:23

rula Fonte foto: Ansa
,,,,,,,