,,

Sanremo, Amadeus spegne le polemiche. I compensi agli artisti

In conferenza stampa, Amadeus ha risposto alle polemiche che hanno preceduto il festival di Sanremo ormai vicino

Il festival di Sanremo 2020 è ormai alle porte: un inizio che non si può certo definire in sordina, dopo le numerose polemiche delle ultime settimane. In conferenza stampa, il conduttore e direttore artistico Amadeus ha affermato quanto riportato dall’Ansa: “Sapevo che le polemiche fanno parte del festival. Ma non mi hanno colpito o ferito perché sento di avere la coscienza a posto”.

In riferimento al caso Junior Cally, Amadeus ha precisato: “Quello che ho fatto e detto non è stato per mancare di rispetto a nessuno, ma pensando solo alla musica”.

“Quando mi hanno dato questo compito, ho sempre detto che Sanremo è di tutti“, ha ricordato Amadeus. “L’importante è non mancare di rispetto a nessuno”.

Sulla scelta dei big, il presentatore ha sottolineato l’importanza di una squadra che fosse più attuale possibile: “Alcuni nomi appartengono a polemiche presenti o passate; Achille Lauro, Morgan, Junior Cally, ma non li ho scelti pensando a una provocazione, ma alla qualità dei loro brani”.

In riferimento alla presenza delle donne, ha poi affermato: “So bene che quello della violenza e del femminicidio è un tema fondamentale. E allora quale miglior vetrina del festival per raccontare la storia di diverse donne? Volevo qualcosa che non fosse stato fatto prima in 69 anni. Se prendi decisioni che vanno fuori dalla normalità, è ovvio che questo può dividere”.

Sanremo 2020, Coletta su strumentalizzazione politica

Il direttore di Rai Uno, Stefano Coletta, a margine della conferenza stampa, è intervenuto sul tema delle polemiche delle scorse settimane, portate avanti anche da esponenti della politica come Salvini: “La strumentalizzazione politica è sempre dietro la porta, ma lascerei campo libero a cinque giornate di arte, musica, testi”.

Sanremo 2020, Coletta e i compensi agli artisti

Poi, circa i compensi degli artisti, Coletta ha aggiunto: “Mi occupo anche di conti economici, ma credo che sia rispettoso non violare la privacy degli artisti: posso dire che siamo nel perimetro delle ultime edizioni del festival e ci auguriamo di andare a consuntivo con una quota di risparmio”.

“Pur essendo arrivato da quindici giorni, ho cercato con il vicedirettore Fasulo e l’ufficio Risorse di procedere con razionalità nell’assegnazione dei compensi“, ha concluso Coletta.

VirgilioNotizie | 03-02-2020 14:52

Chi è la giornalista Rula Jebreal, nella bufera per Sanremo 2020 Fonte foto: ANSA
Chi è la giornalista Rula Jebreal, nella bufera per Sanremo 2020
,,,,,,,