,,

Emilia verso il voto: Salvini abbraccia la candidata leghista

Il segretario della Lega è intervenuto al Paladozza per inaugurare la campagna elettorale del Carroccio in Emilia Romagna

Matteo Salvini è arrivato a Bologna per aprire ufficialmente la campagna elettorale in Emilia Romagna. Ad accoglierlo, oltre agli elettori della Lega, ha trovato anche i manifestanti dei centri sociali, scesi in piazza in un corteo che si è diretto al Paladozza, luogo del comizio.

A chiudere l’evento unico del Paladozza, la promessa di Matteo Salvini di “rivederci in piazza Maggiore per chiudere la campagna elettorale”, fatta sulle note di ‘Vincerò‘, del ‘Nessun Dorma’ di Puccini. Sarebbero stati 5mila i partecipanti, secondo quanto riporta l’Ansa.

Il discorso di Matteo Salvini al Paladozza di Bologna

“Da soli non si va da nessuna parte”, ha dichiarato il leader del Carroccio in apertura del suo discorso, secondo quanto riporta l’Ansa. “Uniti si vince“, ha proseguito Matteo Salvini.

“Ce la stiamo mettendo tutta per limitare i danni di questa banda di incapaci momentaneamente al governo”, ha detto l’ex ministro dell’Interno. Aggiungendo, riguardo l’esecutivo Conte bis: “Invece di tagliare leggi, ne partorisce di nuove e fa altre tasse“.

Dal pubblico si sono levati cori contro Luigi Di Maio. Come riporta l’Ansa, qualcuno avrebbe urlato “Giggino al San Paolo!”, fornendo l’assist a Matteo Salvini: “Non da solo, con lui anche Matteo Renzi, Nicola Zingaretti e Giuseppe Conte”.

Lucia Borgonzoni inizia la campagna elettorale in Emilia Romagna

Le elezioni regionali si terranno il 26 gennaio. La sfida vedrà la leghista Lucia Borgonzoni contro Stefano Bonaccini, in corsa per il bis dopo essere diventato presidente della Regione Emilia Romagna con il Pd nel 2014. Prima di darle la parola, Matteo Salvini ha abbracciato la sua candidata.

“Il cambiamento non può essere fermato, quando sono milioni in Italia e nella nostra regione a volerlo”, ha dichiarato Lucia Borgonzoni al Paladozza. “Lo slogan che stiamo usando è che l’Emilia Romagna è di tutti, mentre dall’altra parte c’è chi minaccia querele”, ha continuato, secondo quanto riporta l’Ansa.

Presenti al Paladozza tutti i governatori della Lega, compreso Luca Zaia, presidente del Veneto, alle prese con l’emergenza maltempo a Venezia. E ancora Massimiliano Fedriga, del Friuli Venezia Giulia, Christian Solinas, della Sardegna, Attilio Fontana, della Lombardia, e la neoeletta Donatella Tesei, vincitrice delle elezioni regionali in Umbria.

L’annuncio di Matteo Salvini sull’evento al Paladozza di Bologna

In diretta Facebook, Matteo Salvini aveva spiegato prima di intervenire al Paladozza che “sarà uno spettacolo unico. È la prima volta che lo facciamo in un palazzetto dello sport a ingresso gratuito”.

“Questo sembra un ring ma non ci sarà un combattimento, non ci saranno Giuseppe Conte o Nicola Zingaretti, ma tanta gente che ha voglia di capire”, aveva aggiunto, indicando la perte centrale del palazzetto. “Fuori invece ci saranno alcuni simpaticoni dei centri sociali che daranno una nota di colore rosso a questa serata”.

VIRGILIO NOTIZIE | 15-11-2019 09:45

Centri sociali contro Salvini, idranti sul corteo Fonte foto: Ansa
Centri sociali contro Salvini, idranti sul corteo
,,,,,,,