,,

Piano vaccinale over 80 al via: la situazione regione per regione

Covid, il punto sul piano delle vaccinazioni agli over 80: Lazio e Campania si apprestano a iniziare, in Piemonte slitta l'inoculazione delle dosi

Il piano vaccinale contro il Covid-19 si appresta ad entrare in una nuova fase: dopo le dosi iniettate al personale sanitario e agli ospiti delle Rsa a breve si inizierà, in diverse regioni d’Italia, con le somministrazioni agli over 80 che non sono ospiti nelle case di riposo. I primi a dare il via alla campagna saranno la Regione Lazio e la Regione Campania. Altre zone cominceranno dopo, come ad esempio il Piemonte.

Vaccino over 80, la situazione in Lombardia

L’assessore al Welfare e vicepresidente della Regione, Letizia Moratti, è intervenuta in Consiglio regionale spiegando che l’inizio delle vaccinazioni per gli over 80 è previsto per il 24 febbraio. Il vicepresidente ha aggiunto che le adesioni degli over 80 verranno raccolte “tramite i medici di base, l’assistenza domiciliare” e grazie a un portale dedicato.

La fase massiva di vaccinazione riguarderà oltre 6,5 milioni di persone ed è prevista “un’azione capillare di informazione da parte della Regione”, come ha annunciato Moratti. “Entro due settimane ci sarà l’accesso al portale delle vaccinazioni. Le adesioni saranno raccolte anche dal portale aperto dai farmacisti e dei medici di medicina generale e al contatto diretto con il call center”, ha aggiunto.

Vaccino over 80, la situazione in Piemonte

“Se non ci saranno ulteriori ritardi, entro i primi di marzo si partirà con la vaccinazione per gli ultra 80enni”, ha dichiarato il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, nel corso di un’intervista a Sky TG24 a proposito delle vaccinazioni anti-covid nel territorio regionale. “Entro fine febbraio – ha aggiunto Cirio -, se non ci sono altri cambiamenti, finiremo la prima fase delle vaccinazioni per operatori sanitari, personale ospedaliero, Rsa e ospiti delle Rsa”.

“Fin dal primo giorno – ha continuato il governatore piemontese- sui vaccini siamo stati prudenti, pur utilizzando oltre l’80 per cento delle dosi. Circa 55mila cittadini hanno avuto la doppia inoculazione del vaccino: non c’è alcun rischio per i richiami, garantiamo a chi ha fatto la prima di fare la seconda iniezione e nessuno rimarrà senza”.

Sugli ultra 80enni Cirio ha dichiarato: “Avevamo previsto un “vaccine day” in questi giorni con Astrazeneca, con anche un accordo con medici di base e farmacie per stabilire chi fa cosa e a quale prezzo. Sono però mancate benzina e munizioni per l’esercito: per Astrazeneca, che non è disponibile per gli ultra 80enni, è stata una doccia fredda. Aifa, su base di non certezze, ha dato indicazioni di cautela, impedendo la somministrazione. L’Esercito intanto è pronto per vaccinare: ieri sono arrivate 1.400 dosi di Moderna”.

Vaccino over 80, la situazione in Campania

In Campania la piattaforma di prenotazione al vaccino per gli over 80 è funzionante da sabato 30 gennaio, attraverso l’inserimento del codice fiscale (le somministrazioni vere e proprie inizieranno la seconda settimana di febbraio, tra il 10 e il 15). Nelle scorse ore sul sito c’è stata una complicazione: nella procedura di prenotazione non era presente la voce per richiedere assistenza domiciliare per chi non può allontanarsi da casa.

Nella serata di ieri 1 febbraio si è ovviato al problema: nella scheda gli anziani potranno ora aggiungere se sono allettati, in modo da rendere chiaro che non potranno essere convocati nei luoghi dove le Asl stanno pianificando le vaccinazioni per i cittadini, ma dovranno ricevere la dose a casa con le Usca.

Alle ore 19 del 1° febbraio, gli over 80 che hanno fatto richiesta sul sito della Regione Campania per avere il vaccino erano già 39.137.

Vaccino over 80, la situazione nel Lazio

La Regione Lazio inizierà le vaccinazioni agli over 80 l’8 febbraio. Le prenotazioni online tramite il portale della Regione sono già aperte. Nelle scorse ore, però, la piattaforma web è andata in tilt. Le vaccinazioni per i circa 470mila over 80 presenti nella Regione sarà effettuata attraverso 85 punti vaccinali, come ha reso noto l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. “Prenotando la prima dose viene automaticamente prenotata anche la seconda. 72 ore prima dell’appuntamento verrà inviato un sms all’utente per ricordare data e luogo della somministrazione”, ha precisato il bollettino della Regione.

Over 80, il piano delle vaccinazioni in Italia, regione per regione

Ecco il calendario del piano vaccinale per gli over 80, per quelle regioni in cui si sta attivando l’iter (le regioni che non figurano nell’elenco non hanno ancora indicato date ufficiali in merito all’inizio delle campagne vaccinali agli over 80):

  • Lazio: sono attive le prenotazioni, le somministrazioni partiranno l’8 febbraio;
  • Valle d’Aosta: la Regione conta di iniziare la somministrazione dall’8 febbraio;
  • Umbria: al via dall’8 febbraio;
  • Puglia: dovrebbe iniziare a somministrare i vaccini entro l’8 febbraio;
  • Campania: sono attive le prenotazioni, si parte tra il 10 e il 15 febbraio;
  • Veneto: il 15 febbraio si partirà con gli over 80, dal 22 febbraio toccherà agli over 75;
  • Friuli Venezia Giulia: il via alla seconda fase è fissato per la seconda metà di febbraio;
  • Liguria: anche qui si dovrebbe partire entro il 15 febbraio;
  • Sicilia: l’inizio della fase due è slittata a fine febbraio;
  • Lombardia: si partirà con le vaccinazioni intorno al 24 febbraio;
  • Piemonte: entro i primi di marzo;
  • Trentino Alto Adige: la fase 2 è già iniziata .

VirgilioNotizie | 02-02-2021 09:48

I vaccinati possono trasmettere il virus? Risponde l'immunologa Fonte foto: ANSA
I vaccinati possono trasmettere il virus? Risponde l'immunologa
,,,,,,,