,,

Covid Lombardia, il piano vaccini per over 80. Date e modalità

L'assessore al Welfare e vicepresidente della Regione Lombardia, Letizia Moratti, ha annunciato la data di partenza della vaccinazione per gli over 80

In Lombardia “l’inizio della somministrazione dei vaccini anti-Covid per gli ultraottantenni è previsto per il 24 febbraio”. Lo ha annunciato l’assessore al Welfare, Letizia Moratti, durante le comunicazioni sul piano vaccinale in Consiglio regionale. Secondo quanto spiegato dalla Moratti, la raccolta delle adesioni per gli ultraottantenni avverrà tramite i medici di base o l’assistenza domiciliare, oppure attraverso l’accesso a un portale dedicato. La persona sarà quindi ricontatta e sarà precisato il luogo in cui effettuare la vaccinazione.

Guido Bertolaso, nuovo consulente per la campagna vaccinale della Lombardia, ha poi annunciato il suo piano anticipando che il traguardo da raggiungere è che in regione saranno “tutti vaccinati entro giugno“.

Lombardia: la campagna di vaccinazione di massa

Per l’avvio della fase massiva di vaccinazione, che riguarderà 6,6 milioni di persone, è prevista “un’azione capillare di informazione da parte di Regione Lombardia”, ha aggiunto Moratti. “Nella prima settimana si inizierà con l’invio di lettere e materiale informativo. Entro due settimane ci sarà l’accesso al portale delle vaccinazioni con priorità alle categorie indicate. Le adesioni saranno raccolte anche dal portale aperto dai farmacisti e dei medici di medicina generale e al contatto diretto con il call center”.

Per la gestione del piano vaccinale anti Covid la Regione ha previsto una governance, “con un comitato guida formato dal presidente Attilio Fontana, dal vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti, dall’assessore alla Protezione civile, Pietro Foroni, e da Guido Bertolaso”, ha ricordato Moratti.

Vaccini Lombardia: le ipotesi sulle priorità

Secondo quanto riporta Corriere, c’è una “prima idea” di “categorie prioritarie” a cui sarà somministrato il vaccino, una volta disponibile, ha spiegato Letizia Moratti. “La nostra ipotesi — ha detto — prevede il vaccino alle forze dell’ordine, al personale scolastico per la didattica in presenza, agli addetti alla giustizia e al personale del trasporto pubblico locale”.

È di queste ore la notizia che l’Aifa ha fatto chiarezza su chi può ricevere il vaccino AstraZeneca anche sopra i 55 anni e chi deve preferire Pfizer o Moderna.

Bertolaso: “In Lombardia tutti vaccinati entro giugno”

Guido Bertolaso, nuovo consulente per la campagna vaccinale della Lombardia, ha annunciato: “Sarà la più importante operazione di Protezione civile mai realizzata in Italia. Sono un funzionario dello Stato e quindi darò tutta la mia vita per contribuire a risolvere i problemi del mio adorato Paese”.

“Sono molto ottimista – ha aggiunto Bertolaso -. Avremo ancora i mesi di febbraio e marzo che saranno difficili per l’approvvigionamento di vaccini, ma da aprile saremo inondati di dosi. Il problema eèche avremo 4, 5 tipologie diverse, quindi la parte logistica sarà complessa, ma ce la faremo perché saremo tutti coinvolti”.

“Il traguardo di vaccinare tutta la regione Lombardia prima di giugno è assolutamente possibile”, ha infine annunciato il consulente per la campagna vaccinale. “Puntiamo a finire entro la fine dell’estate se ci danno i vaccini. Non voglio soldi, faccio il volontario e mi sono abbassato lo stipendio, era 1 euro, ora non prenderò neppure un euro”.

VirgilioNotizie | 02-02-2021 14:10

Vaccino Covid: sintomi più comuni dopo il richiamo. Quanto durano Fonte foto: ANSA
Vaccino Covid: sintomi più comuni dopo il richiamo. Quanto durano
,,,,,,,