,,

Nuova variante Covid dal Sud Africa, si chiamerà Omicron ed è "preoccupante": nome e classificazione dell'Oms

L'Oms ha classificato il nuovo ceppo tra le "varianti di preoccupazione" per il rischio aumentato di reinfezione

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

La nuova variante del coronavirus individuata in Sudafrica prenderà il nome di Omicron. Lo ha stabilito l’Oms che ha classificato il nuovo ceppo come “preoccupante”. Come per le altre individuate dall’inizio della pandemia, anche per la B.1.1.529 è stata utilizzata una lettera dell’alfabeto greco. Insieme alla Alpha, alla Beta, alla Gamma e alla Delta, fa parte dell’elenco delle “VOC” (Variant of concern), le “varianti di preoccupazione”, il grado più elevato esistente nella classificazione del rischio.

Nuova variante Covid dal Sud Africa, si chiamerà Omicron ed è “preoccupante”: l’analisi dell’Oms

Al termine della riunione sull’analisi dei dati disponibili, come riportato da Adnkronos, il gruppo di esperti dell’Oms ha concluso che la nuova variante “ha un ampio numero di mutazioni, alcune delle quali preoccupanti. Gli elementi preliminari suggeriscono un aumentato rischio di reinfezione con questa variante in confronto ad altre varianti di preccupazione”.

Nelle ultime settimane “le infezioni sono aumentate vertiginosamente – si legge nella nota dell’Oms – in coincidenza con il rilevamento della variante B.1.1.529. La prima infezione confermata nota da B.1.1.529 proveniva da un campione raccolto il 9 novembre 2021”.

Il timore espresso della comunità scientifica nelle ultime ore, dall’identificazione di questo nuovo lignaggio del Sars-CoV-2, è che la Omicron possa aggirare la protezione fornita dagli attuali vaccini. Per adesso attraverso lo studio del suo genoma sono state scoperte 32 mutazioni della proteina Spike, la “chiave” che il coronavirus utilizza per invadere le cellule.

Nuova variante Covid dal Sud Africa, si chiamerà Omicron ed è “preoccupante”: gli studi

Come riferisce ‘Ansa’, saranno necessarie circa due settimane di studi per capire la nuova variante B.1.1.529 sia trasmissibile e se è in grado di resistere agli anticorpi generati dai vaccini anti Covid, così come alle difese dovute all’attivazione delle cellule T del sistema immunitario.

Nell’ultimo rapporto l’Ecdc, il centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, ha confermato la possibilità di una trasmissibilità più elevata della variante Omicron, ma esprime cautela sul rischio di infezione più grave.

“Sulla base delle prove disponibili – si legge nel report settimanale – è probabile che questa variante sia associata a una trasmissibilità molto elevata e a una significativa fuga immunitaria. Finora, non ci sono prove di cambiamenti nella gravità dell’infezione“.

Anche l’Italia, che ha chiuso le frontiere ai Paesi africani ritenuti a rischio, ha avviato uno studio specifico sulla nuova variante Omicron tramite l’istituzione da parte dello Spallanzani di Roma di una task force “per analizzare i dati che afferiscono a livello internazionale e predisporre il sequenziamento dei ceppi a fini di sorveglianza virologica”.

Intanto il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro ha chiarito che “ad oggi le sequenze relative della nuova variante sudafricana non sono state riportate nel database nazionale” creato in Italia per le varianti del coronavirus.

Nel frattempo le cause farmaceutiche si stanno muovendo nell’eventualità dell’esigenza di un adattamento del vaccino alla nuova variante. L’azienda farmaceutica Pfizer sta studiando la nuova variante di Covid-19 e conta di avere i primi risultati “al più tardi entro due settimane”.

“Nel caso in cui emerga una variante del virus Sars- CoV-2 che sfugga al vaccino, Pfizer e BioNTech prevedono di essere in grado di sviluppare e produrre un vaccino su misura contro quella variante in circa 100 giorni, previa approvazione normativa”, fa sapere ancora l’azienda farmaceutica Pfizer interpellata dall’Ansa.

Nuova variante Covid dal Sud Africa, si chiamerà Omicron ed è “preoccupante”: il caso in Europa

Ma il nuovo ceppo è stato trovato in Europa: in Belgio una donna, non vaccinata, ha sviluppato i sintomi 11 giorni dopo aver viaggiato in Egitto attraverso la Turchia pur non avendo nessun collegamento con il Sudafrica o con qualsiasi altro paese del sud del continente africano.

“Le notizie sulla nuova variante sono molto preoccupanti. Sappiamo che le mutazioni si possono propagare in tutto il mondo in pochi mesi. E’ importante che l’Europa si muova velocemente e in modo compatto ” ha detto la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen.

“Ho proposto agli Stati membri di attivare il freno d’emergenza per limitare la diffusione della nuova variante con la sospensione di tutti i voli dall’Africa australe fino a quando non avremo una chiara comprensione della gravità della variante” ha aggiunto-

Un primo caso di Omicron è stato rilevato anche in Israele: “Siamo ad un punto di allarme, la variante sudafricana è preoccupante”, ha detto il premier Naftali Bennett. “Abbiamo un caso accertato, 3 sospetti e forse ce ne sono altri”, ha aggiunto dopo aver ricordato in Sud Africa “in una settimana la nuova variante ha soppiantato quella Delta”.

Covid e viaggi nell'Unione Europea, nuove misure in arrivo. Nessuna restrizione per chi ha il Green pass Fonte foto: ANSA
Covid e viaggi nell'Unione Europea, nuove misure in arrivo. Nessuna restrizione per chi ha il Green pass
,,,,,,,