,,

In Ucraina commessi "crimini di guerra": la Nato svela la prossima mossa della Russia di Putin

Secondo il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, i russi hanno commesso crimini di guerra in Ucraina

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

In Ucraina i soldati russi “hanno preso di mira i civili e ciò costituisce un crimine di guerra“. Così il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, a SkyTg24. “Questa è la guerra del presidente Putin“, ha aggiunto Stoltenberg, rivelando che la probabile prossima mossa della Russia sarà una massiccia offensiva nel Donbass per occupare l’intera regione dell’Ucraina orientale.

Stoltenberg: “Ci aspettiamo una nuova massiccia offensiva russa nel Donbass”

In Ucraina “ci aspettiamo una nuova massiccia offensiva russa nel Donbass“. Lo ha detto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, durante la conferenza stampa che precede il vertice dei ministri degli Esteri degli Stati membri dell’Alleanza in programma a Bruxelles.

“Le forze armate ucraine stanno opponendo una fortissima resistenza, riconquistando territori agli invasori russi e costringendo la Russia a modificare i suoi piani bellici. Ma Mosca non sta rinunciando alle sue ambizioni in Ucraina”, ha detto Stoltenberg.

“Stiamo vedendo un significativo movimento di truppe che si allontanano da Kiev, per raggrupparsi, riarmarsi e ricevere rifornimenti. E stanno spostando la loro attenzione verso est: nelle prossime settimane – ha spiegato – ci aspettiamo una spinta ulteriore nell’est e nel sud dell’Ucraina per cercare di occupare l’intero Donbass e creare un corridoio verso la Crimea”.

Stoltenberg: in Ucraina commessi “crimini di guerra”

Questa è la guerra del presidente Putin“, ha detto  Jens Stoltenberg a SkyTG24, sostenendo che il presidente russo è il responsabile della guerra e delle atrocità che sono state commesse finora nel conflitto. I soldati russi “hanno preso di mira i civili e ciò costituisce un crimine di guerra”, ha aggiunto.

In Ucraina commessi "crimini di guerra": la Nato svela la prossima mossa della Russia di Putin

Durante la conferenza stampa a Bruxelles il segretario generale della Nato ha chiarito la posizione dell’Alleanza atlantica in merito al massacro di Bucha e alle accuse di crimini di guerra rivolte alle truppe russe.

“Prendere di mira ed uccidere i civili è un crimine di guerra, bisognerà stabilire i fatti e i responsabili dovranno essere portati davanti alla giustizia. Gli Alleati sostengono le indagini svolte anche attraverso le Corti internazionali“, ha detto Stoltenberg.

“Abbiamo visto le atrocità commesse a Bucha ed in altri luoghi dell’Ucraina: queste atrocità hanno avuto luogo in momenti in cui i russi avevano il controllo di quelle aree, quindi loro sono i responsabili“, ha ribadito.

“Abbiamo informazioni da molte fonti diverse e anche dai media e dai satelliti commerciali, e tutti dicono la stessa cosa: che ci sono state atrocità brutali commesse in posti diversi dell’Ucraina e che sono avvenute in periodi in cui i russi avevano il controllo di quei territori”, ha aggiunto.

Nato, l’impegno dell’Italia

A SkyTg24 il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha parlato anche del ruolo e dell’impegno dell’Italia all’interno dell’Alleanza atlantica: “Sono molto lieto che l’Italia abbia chiarito che arriverà al 2% del Pil per quanto riguarda le spese militari” e “farlo il prima possibile è sempre meglio”.

“Diamo molto valore all’impegno dell’Italia, che è un membro fondatore e grande contributore” della Nato, ha aggiunto Stoltenberg, ricordando la presenza di militari italiani nei Paesi baltici e la partecipazione alle missioni in Iraq, ex Jugoslavia e Kosovo.

Resta aggiornato sulle ultime news dall’Italia e dal mondo: segui Virgilio Notizie su Twitter.

Nato Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,