,,

Governo, la stoccata di Salvini a Conte e Renzi dopo la lite

A Torino, Salvini è tornato ad attaccare il governo facendo leva sui recenti scontri nella maggioranza. Le Sardine hanno protestato

Matteo Salvini, durante la tappa torinese del suo tour, è tornato ad attaccare il governo cavalcando l’onda dei recenti scontri tra Conte e Renzi. Il leader leghista, secondo quanto riporta l’Ansa, ha affermato: “Non sono mai stato così orgoglioso, tranquillo, determinato e voglioso di tornare al governo per rifare quello che abbiamo fatto, cioè difendere i confini e la sicurezza, l’orgoglio e la dignità, passato, presente e futuro del mio paese“.

Salvini e la stoccata a Conte e Renzi

Conte sta insultando Renzi, Renzi sta insultando Bonafede, Zingaretti insulta Renzi e Di Maio è scomparso. È un governo litigioso, inconcludente, prima va a casa il signor Conte e meglio è”, ha rincarato la dose Salvini.

“Il governo prima va casa e meglio è. Non perché lo chiedano le opposizioni – ha precisato il leghista, parlando coi giornalisti a Torino – ma perché ormai ci sono ministri del Governo che non vanno in Consiglio dei ministri, c’è un presidente del Consiglio che dice che sono dei maleducati, ed è tutto fermo: Alitalia, Mes, Ilva, Autonomia, sviluppo… e sulla giustizia siamo nel pantano”.

Salvini e l’appello agli alleati

Malgrado gli attriti fra la Lega e Fratelli d’Italia, Salvini continua a sostenere un’ideale di centrodestra unito: “Noi stiamo lavorando per proporre un centrodestra compatto, coerente, concreto, deciso, allargato”.

In merito alle evoluzioni future, Salvini ha aggiunto: “Sto già pensando al candidato sindaco per Torino 2021, non solo per Torino, ma anche per Milano, Roma, Bologna, coinvolgendo la società civile”.

Poi l’appello: “Questo dirò agli alleati, bisogna lasciare da parte ogni tanto gli interessi di partito e coinvolgere persone nuove: imprenditori, liberi professionisti, docenti, medici, operai, studenti”.

Sardine contro Salvini al parco del Valentino

Non sono però mancate le contestazioni: alcune centinaia di Sardine si sono incontrate al parco del Valentino per il flash mob “bacioni da Torino”. “Lui è al chiuso come è successo a Bologna – hanno detto le Sardine, secondo quanto riporta l’Ansa – noi siamo in un parco diventato per abbandono luogo di spaccio e di locali che chiudono”.

Poi il gruppo si è unito in un abbraccio attorno a una tela a forma di pesce, dichiarando: “Abbracciatevi e baciate tra conosciuti e sconosciuti: l’amore è l’unica arma che abbiamo”. Dal Lingotto è giunta poi la replica di Salvini: “Di quelli che vanno in piazza contro di me penso siano dei poveretti“.

Minacce a Salvini: “Torino non ti vuole, muori”

Si sono verificate anche delle rimostranze meno pacifiche: un drappo con la scritta “Salvini, Torino non ti vuole: muori” è stato fatto cadere dal tetto del Lingotto, dov’era in corso il comizio di Salvini. Lo striscione, come rifersce l’Ansa, è stato fatto rimuovere dalla polizia.

VIRGILIO NOTIZIE | 13-02-2020 19:57

Salvini e caso Gregoretti: le tappe della vicenda Fonte foto: ANSA
Salvini e caso Gregoretti: le tappe della vicenda
,,,,,,,