,,

Covid, lockdown in Francia: troppi ricoveri in terapia intensiva

Il presidente Emmanuel Macron annuncia il secondo lockdown in Francia. A differenza del primo, scuole, aziende e ospizi rimarranno aperti

Emmauel Macron applica la linea dura in Francia e annuncia un nuovo lockdown. “Siamo travolti dal Covid”, ha dichiarato il presidente alla nazione, assumendosi “tutta la responsabilità” delle sue parole e delle sue azioni. La seconda ondata è andata “al di là delle previsioni più pessimistiche“, e così l’Eliseo ha optato per la chiusura totale, similmente a quanto fatto tra marzo e aprile. Ne dà notizia l’Ansa.

Il presidente ha accompagnato l’annuncio del lockdown con alcuni impressionanti numeri del contagio in Francia. A spaventare Parigi sono i “9mila posti occupati da malati Covid a metà novembre nelle rianimazioni” se il contagio dovesse continuare con questi ritmi: sarebbero 2mila in più della capacità degli ospedali.

La seconda ondata, “più dura e letale della prima”, come ha sottolineato lo stesso Emmanuel Macron, ha infatti portato in terapia intensiva 3mila francesi. I posti occupati sono oltre la metà di quelli a disposizione dei nosocomi.

Il presidente ha fatto sapere che ogni altra opzione “è stata scartata” dal comitato scientifico che affianca il Governo nell’emergenza Covid. “Se lasciamo circolare il coronavirus, ci dobbiamo aspettare 400mila morti“, una cifra “inaccettabile” per la Francia.

“La mia responsabilità è quella di proteggere tutti i francesi. Nonostante le polemiche, e nonostante le difficoltà delle decisioni da prendere, me ne assumo pienamente la responsabilità“, ha sottolineato Emmanuel Macron, come riporta l’Ansa.

Nuovo lockdown in Francia: le novità su scuola, lavoro e Rsa

Rispetto al primo lockdown, quello che inizia giovedì 30 ottobre avrà alcune differenze sostanziali e “sarà adattato su tre punti principali. Le scuole rimarranno aperte, il lavoro potrà continuare e le case di riposo e gli ospizi potranno essere visitati”.

“I nostri figli non potrebbero rimanere a lungo privi di istruzione, di educazione, di contatto con il sistema scolastico. Gli asili, le scuole elementari, le medie e i licei rimarranno dunque aperti, con dei protocolli sanitari rafforzati”, ha annunciato il presidente della Repubblica francese. Solo le università, dove si sono registrati molti contagi, chiuderanno.

“Le fabbriche, le aziende agricole, le istituzioni e gli uffici pubblici continueranno a funzionare. L’economia non deve né fermarsi, né crollare”, ha sottolineato Emmanuel Macron, spiegando però che verrà varata una norma per lo smart working, che non sarà più solo una raccomandazione per i datori di lavoro.

“Come in primavera, le riunioni private al di fuori dello stretto nucleo familiare saranno escluse. I raduni pubblici saranno vietati, e non ci si potrà spostare da una regione all’altra ad eccezione di chi rientra dalle vacanze di Ognissanti”. Bar, ristoranti e negozi rimarranno chiusi per almeno un mese.

“Ogni 15 giorni, faremo il punto sull’evoluzione dell’epidemia, decideremo eventuali misure complementari e valuteremo se ne potremmo alleggerire altre, in particolare quelle sul commercio”, ha spiegato il presidente. “Bisogna restare uniti, qualunque cosa succeda. Siamo la Francia. Ne usciremo”.

L’annuncio del presidente francese arriva a poche ore da quello di Angela Merkel. La cancelliera ha annunciato un nuovo lockdown in Germania, a partire dal 2 novembre, che durerà almeno un mese.

VIRGILIO NOTIZIE | 28-10-2020 21:46

Covid, le regole da seguire se si ha il coronavirus Fonte foto: Ansa
Covid, le regole da seguire se si ha il coronavirus
,,,,,,,