,,

Fase 2, "non è liberi tutti": l'appello di Conte agli italiani

Il premier: "Il virus continua a circolare, siamo ancora in piena pandemia"

Alla vigilia dell’inizio della Fase 2, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è tornato a rivolgersi agli italiani in un’intervista a La Stampa. “Entriamo nella Fase 2 dell’emergenza grazie al poderoso sforzo collettivo che abbiamo fatto tutti insieme e che ci ha permesso di ricondurre a un livello accettabile la soglia del contagio. Questa nuova fase ci è costata enormi sacrifici ed è per questo che non può essere intesa come un ‘liberi tutti‘”.

L’appello del premier fa leva sulla necessità di ricordare che “dobbiamo continuare a rispettare le regole sul distanziamento fisico”.

FASE 2, CHI SONO I CONGIUNTI: IL GOVERNO FA CHIAREZZA

Fase 2, Conte: “Siamo ancora in piena pandemia”

Giuseppe Conte ha aggiunto di evitare “gesti di disattenzione o, peggio, un’opera di rimozione collettiva” perché “il virus continua a circolare tra noi, siamo ancora in piena pandemia“.

“Sono fortemente convinto – ha proseguito rispondendo alle accuse in merito all’aver oltrepassato i limiti della Costituzione – che un sistema come il nostro non abbia affatto bisogno di investiture messianiche, né di uomini investiti di pieni poteri. Più semplicemente ha bisogno di persone che abbiano cultura istituzionale e senso di responsabilità, consapevoli di dover agire per il bene comune, non distratti dal proprio ‘particulare’ o condizionati da gruppi o cordate”.

Il premier si è detto “orgoglioso di avere rispettato l’equilibrio tra poteri costituzionali”, sottolineando che “trasparenza, massima precauzione, proporzionalità e adeguatezza sono stati sempre, sin dall’inizio, i principi che ci hanno guidato”.

Conte ha anche parlato di “maggioranza solida” definendo “chiacchiericcio” le voci che si rincorrono su larghe intese e Mario Draghi come suo possibile successore.

FASE 2: SI PUÒ USCIRE PER UNA PASSEGGIATA? COSA DICE IL GOVERNO

Fase 2, Conte esclude la patrimoniale: “Debito resta sostenibile”

Per quel che riguarda le future misure, “escludo una patrimoniale. Il nostro debito rimane sostenibile, nel quadro di un risparmio privato molto cospicuo e di una resilienza particolarmente spiccata del nostro intero sistema economico”, ha detto Conte.

“La maggior parte del debito aggiuntivo che dovremo collocare per fronteggiare la crisi – ha concluso – sarà coperta dal programma di acquisti della Bce. Ci stiamo adoperando affinché i pagamenti per gli interessi risultino alla fine in linea con quelli attuali”.

FASE 2: SI PUÒ ANDARE NELLE SECONDE CASE? COSA DICE IL GOVERNO

VirgilioNotizie | 03-05-2020 09:10

Coronavirus, il grafico della Protezione civile del 2 maggio Fonte foto: Ansa
Coronavirus, il grafico della Protezione civile del 2 maggio
,,,,,,,