,,

Coronavirus, nuovi casi sospetti in Italia: la situazione

L'italiano contagiato ha fatto sapere di stare bene, ma intanto emergono due nuovi casi sospetti in Italia

Nuovi casi sospetti di coronavirus in Italia: secondo quanto riporta l’Ansa, un 15enne di Rieti è stato trasferito, insieme alla madre, all’Istituto nazionale malattie infettive Spallanzani di Roma per accertamenti, al comparire dei sintomi dopo un viaggio ad Hong Kong. Il trasferimento è avvenuto in via precauzionale in osservanza delle disposizioni sanitarie attivate per l’emergenza coronavirus.

Coronavirus, caso sospetto: 15enne a Rieti

Stando a quanto si apprende, il ragazzino era ritornato in Italia il 5 febbraio scorso dopo essersi recato per studio ad Hong Kong. Con l’insorgere dei sintomi sospetti, la madre ha portato il 15enne al De Lellis di Rieti dove si è reso necessario il trasferimento allo Spallanzani per ulteriori accertamenti.

Coronavirus, caso sospetto: 43enne a Chieti

A Chieti, invece, un italiano di 43 anni si è presentato oggi pomeriggio al pronto soccorso dell’ospedale lamentando sintomi influenzali e febbre. Come riporta l’Ansa, l’uomo ha detto di essere stato lo scorso gennaio in Cina, nell’area di Guangdong.

Il paziente è stato quindi messo in isolamento nel reparto di malattie infettive, dove è stato sottoposto agli esami specifici. L’esito non è ancora stato reso noto ma le sue condizioni sono buone.

Coronavirus, come sta l’italiano contagiato

Il 29enne italiano su cui è stato riscontrato il contagio di coronavirus ha fatto sapere di stare bene, ma tra gli altri 55 italiani in quarantena alla Cecchignola si è diffuso un senso di timore e sconforto.

Coronavirus, tornati dalla Cina gli studenti italiani

Intanto hanno fatto ritorno dalla Cina anche gli ultimi studenti italiani che hanno interrotto il loro percorso di studio in seguito all’epidemia di coronavirus. Sono atterrati a Roma dopo aver fatto scalo a Londra, con un volo della British Airways. La fondazione Intercultura si è occupata del rientro dei giovani.

Coronavirus, rischio pandemia

Nonostante i 638 morti e gli oltre 30mila contagi, non si può ancora parlare di pandemia: il focolaio è infatti rimasto circoscritto al territorio cinese, ma bisognerà aspettare altri 15 giorni per scartare del tutto l’ipotesi.

VIRGILIO NOTIZIE | 07-02-2020 22:08

Coronavirus, via ai controlli con i termoscanner a Fiumicino Fonte foto: ANSA
Coronavirus, via ai controlli con i termoscanner a Fiumicino
,,,,,,,