,,

Carabiniere ucciso, l'autopsia: emergono nuovi dettagli

I primi esiti dell'autopsia di Mario Cerciello Rega hanno evidenziato che le coltellate fatali sarebbero state 11

Emergono nuovi dettagli sull’omicidio di Mario Cerciello Rega, il carabiniere ucciso alcune notti fa da due giovani americani. Secondo quanto riferisce l’Ansa, dai primi esiti dell’autopsia si apprende che il numero di coltellate fatali sarebbe undici e non otto, come precedentemente creduto. Gli investigatori invece hanno ricostruito gli ultimi istanti del carabiniere.

Carabiniere ucciso, a Roma la camera ardente

Intanto domenica sera si è tenuta la camera ardente della vittima, a cui una folla si è recata per rendere omaggio al carabiniere. Alla cappella in piazza Monte della Pietà era presente anche la moglie, Rosa Maria, distrutta dal dolore della perdita. Accanto al feretro c’erano anche la madre del vicebrigadiere, la sorella e il fratello.

Carabiniere ucciso, individuato il pusher

Secondo quanto riferisce l’Ansa, è stato inoltre individuato dai carabinieri il pusher che ha venduto aspirina al posto della droga ai due californiani arrestati. Si tratterebbe di un italiano. Al centro delle indagini anche Sergio B., l’uomo che la sera dell’omicidio è stato derubato del borsello e che ha poi chiamato il 112.

Entrambi saranno indagati per reati di droga. Stando a quanto ricostruito, l’uomo accompagnò personalmente i ragazzi dal pusher. Per i due americani il gip ha deciso di convalidare l’arresto.

VIRGILIO NOTIZIE | 28-07-2019 18:33

Carabiniere ucciso, folla alla camera ardente: le immagini Fonte foto: ANSA
Carabiniere ucciso, folla alla camera ardente: le immagini
,,,,,,,