,,

Caos M5s, la minaccia di Di Maio al partito

Il ministro minaccia l'addio al partito, prosegue il lavoro in preparazione agli Stati generali

Sono giorni di tensione all’interno del Movimento 5 Stelle, tra espulsioni a causa del mancato rimborso degli stipendi dei parlamentari e addii eccellenti ricchi di polemica di iscritti contro la gestione degli ultimi anni del partito. Il dito, tra i pentastellati, è puntato contro il leader Luigi Di Maio.

Dopo alcune indiscrezioni, lanciate nella giornata di ieri da Il Fatto Quotidiano e subito smentite dallo staff del ministro degli Esteri, stando a quanto riportato dal Corriere della Sera Di Maio sarebbe pronto a fare un passo indietro all’interno del partito.

L’ex vicepremier, in uno sfogo con i suoi più stretti collaboratori e fedelissimi, avrebbe infatti detto: “Ora basta, se vanno avanti così mi dimetto: vediamo cosa sanno fare, che provino loro a tenere la guida del Movimento”. Lo sfogo, contro i suoi oppositori che continuano a pungolarlo, doveva rimanere privato ma così non è stato.

Nonostante il caos Di Maio prosegue il proprio lavoro di ri-progettazione del partito, in ottica degli Stati generali che si dovrebbero tenere ad Assisi tra il 13 e il 15 marzo. Secondo le indiscrezioni, Di Maio ha intenzione di lanciare una nuova struttura, una “gestione più collegiale” del partito.

VirgilioNotizie | 11-01-2020 09:08

Movimento 5 Stelle, i parlamentari che hanno lasciato il partito Fonte foto: Ansa
Movimento 5 Stelle, i parlamentari che hanno lasciato il partito
,,,,,,,