,,

Apertura totale stadi, il Cts ha preso una decisione: i motivi

La decisione ufficiale sulla riapertura totale degli stadi è arrivata: cosa ha detto il Cts

La linea del Comitato tecnico scientifico (Cts) sulla riapertura degli stadi era chiara fin da questa mattina: con un comunicato stampa, però, è stata diffusa la decisione ufficiale dettata dagli attuali indici epidemiologici. L’ultimo report dell’istituto Superiore di Sanità, proprio ieri, aveva messo in guardia su un “peggioramento progressivo” della situazione Covid-19 in Italia.

La decisione è questa: il Cts ritiene che “non esistano al momento le condizioni” per consentire, negli eventi sportivi all’aperto e al chiuso, “ulteriori aperture”.

Poi la precisazione: “Resta comunque imprescindibile assicurare – per ogni evento autorizzato dalle norme attualmente in vigore – la prenotazione e la preassegnazione del posto a sedere con seduta fissa, il rigoroso rispetto delle misure di distanziamento fisico di almeno 1 metro, l’igienizzazione delle mani e l’uso delle mascherine“.

Qualora l’evento non possa garantire le citate misure di prevenzione, ha specificato il Cts, “i numeri indicati nel DPCM – rileva il Comitato – dovranno necessariamente essere ridotti dagli enti organizzatori e posti sotto la valutazione e la responsabilità delle autorità sanitarie competenti”.

Il Comitato tecnico scientifico (Cts), infine, “pur comprendendo le aspettative di un ritorno graduale degli spettatori alla fruizione in presenza degli eventi sportivi, ritiene che la proposta operata dalla Conferenza delle Regioni e Province Autonome”, per ulteriori aperture al pubblico delle manifestazioni sportive, “potrà essere riconsiderata sulla base dei risultati del monitoraggio di impatto delle riaperture della scuola e della pubblica amministrazione”.

VIRGILIO NOTIZIE | 26-09-2020 15:48

Coronavirus: i focolai in Italia. Dove e quanti casi Fonte foto: Ansa
Coronavirus: i focolai in Italia. Dove e quanti casi
,,,,,,,