,,

Vaccini Covid, caso Scanzi: l'opinione di Lopalco

L'epidemiologo ha detto la sua in merito alla rivelazione su Facebook del giornalista di essersi vaccinato con una dose avanzata di AstraZeneca

L’epidemiologo e assessore alla Sanità in Puglia Pierluigi Lopalco ne fa più che altro una questione di riservatezza. Interpellato da Adnkronos l’esperto ha commentato il caso che ha coinvolto il giornalista Andrea Scanzi, vaccinato come “riservista” in Toscana. La circostanza, svelata sui social, ha scatenato le polemiche che tengono banco tuttora e inoltre ha portato alla procura di Arezzo ad aprire un’inchiesta.

“Non conosco proprio la vicenda, ma resto dell’idea che, in generale, serva una maggiore tutela della privacy”, ha detto Lopalco soffermandosi sull’aspetto mediatico del caso: sul fatto cioè che Scanzi abbia raccontato su Facebook di essersi vaccinato con una dose avanzata di AstraZeneca. L’epidemiologo sostiene che “la vaccinazione, essendo potenzialmente legata a situazioni delicate di salute, dovrebbe essere protetta da una forte privacy“.

Aveva scritto così il giornalista sulla sua pagina: “L’ho ripetuto spesso in questi giorni: se a fine serata avanza una dose di qualsiasi vaccino, non c’è nessuno che la vuole, non rubo il posto a nessuno e se non la accetto io viene buttata via, chiamatemi, che sia Pfizer, Moderna o AstraZeneca. Esattamente quello che mi è successo”.

Lopalco è tornato anche sui temi più generali della situazione epidemiologica in Italia, condividendo l’ottimismo espresso in merito dal ministro della Salute Speranza: “In estate la terza ondata sarà esaurita e nel frattempo saranno arrivati i vaccini in quantità sufficiente per coprire tutte le categorie di rischio. Questo fa ben sperare che non assisteremo ad ulteriori ondate pandemiche”.

VirgilioNotizie | 23-03-2021 00:18

lopalco Fonte foto: ANSA
,,,,,,,