,,

Silvia Romano, cocci di bottiglia contro le finestre: le indagini

Sull'episodio indaga la polizia scientifica. I frammenti sospetti sono stati rinvenuti nell'appartamento al piano di sotto

Qualcuno avrebbe scagliato dei cocci di bottiglie di vetro verso la casa di Silvia Romano: è questa la prima ipotesi che emerge dopo i rilievi in seguito al ritrovamento di cocci sospetti vicino a una finestra dello stesso stabile. Sulla vicenda, accaduta nel pomeriggio di martedì, sta indagando la polizia scientifica. Due agenti, come riporta Ansa, hanno effettuato un sopralluogo al primo piano del condominio nel quartiere Casoretto di Milano.

La finestra in questione è quella dell’appartamento al piano di sotto rispetto a quello dove vive Silvia Romano, la giovane cooperante italiana liberata dopo un anno e mezzo fra Kenya e Somalia.

Secondo un’ipotesi circolata prima dei rilievi, sarebbe stato un ammiratore egiziano, come riporta Ansa, a provare a intrufolarsi nel palazzo in cui la giovane milanese è tornata lunedì a vivere insieme alla madre e alla famiglia.

I cocci di vetro sono stati scoperti nel pomeriggio di ieri, quando i vicini che abitano al primo piano dello stabile hanno allertato la polizia.

Sul posto è arrivata subito anche la polizia scientifica per repertare i frammenti di vetro e gli agenti hanno ascoltato le persone che vivono nell’appartamento.

Per i vicini della famiglia Romano si tratta di oggetti scagliati dall’esterno e si potrebbe trattare anche, come riporta il Corriere della Sera, di un “gesto dimostrativo indirizzato all’appartamento della cooperante”.

L’episodio, infatti, arriva dopo le minacce di morte ricevute da Silvia Romano sui social network, sulle quali è stata aperta un’indagine.

Cocci di bottiglia contro le finestre, parla il vicino di Silvia Romano

Quelli esaminati dalla scientifica “sembrano dei cocci di una bottiglia di birra“. Sono stati trovati sul davanzale della finestra appena sotto a quella a cui Silvia Romano si è affacciata lunedì quanto è tornata a casa.

Lo ha raccontato all’Ansa il 28enne che ha trovato i vetri e ha chiamato le forze dell’ordine: “Non abbiamo sentito rumore e non ci sono danni, di notte teniamo chiuso tutto”.

“È normale che ci siamo spaventati – ha aggiunto -, siamo preoccupati per Silvia, per tutti”. Poi ha spiegato: “Una settimana fa non lo avrei fatto, potrebbe essere stato anche un ubriaco ma in questo momento giusto era giusto segnalare ogni cosa alle forze dell’ordine, per salvaguardare l’incolumità nostra e del condominio”.

VirgilioNotizie | 13-05-2020 16:02

Silvia Romano, cocci di bottiglia scagliati contro le finestre Fonte foto: Ansa
Silvia Romano, cocci di bottiglia scagliati contro le finestre
,,,,,,,