,,

Pio e Amedeo nella bufera: polemica per le frasi sull'omofobia

Pio e Amedeo hanno fatto discutere sui social network per alcune affermazioni contro il politically correct a "Felicissima Sera"

Dopo l’ultima puntata di “Felicissima Sera”, scoppia la polemica sui social in merito alle affermazioni di Pio e Amedeo contro il “politically correct”. In particolare, il duo comico si è soffermato sugli insulti rivolti alle persone omosessuali e ha indicato come alcune parole offensive (fr***o, ric***one) andrebbero sdoganate.

“Che bellezza vedere, ancora una volta, due maschi, bianchi ed eterosessuali spiegare cosa sia discriminante e cosa non lo sia a chi la discriminazione la subisce“, ha dichiarato sui social network Pasquale Videtta, del team comunicazione del Pd. “Ci sono parole che sono discriminanti solo per il fatto di essere state create. Un eterosessuale è sempre un eterosessuale, perché il linguaggio non è neutro ed è una manifestazione del potere”.

“Il politically correct non c’entra. Sono insulti che svalutano ed escludono. Una modalità che i bulletti nelle scuole conoscono bene. Spesso urlati prima di massacrare o uccidere“, ha fatto notare il giornalista e attivista LGBT Simone Alliva. “Resta un insulto, nega l’altro e lo isola. I ragazzi omosessuali bersagliati dalle frasi anti-gay possono cedere: si sentono male, vivono nel silenzio, non si fidano di nessuno. A volte lasciano la scuola. Non è una guerra al politicamente corretto ma un sostegno a omofobi e bulli. Bella ironia”.

Non solo gli esperti del settore si sono espressi sull’argomento, ma anche molti utenti comuni. “L’Italia è quel paese dove la battaglia per la DDL Zan era inutile e c’erano altre priorità, però la battaglia di Pio e Amedeo per sdoganare termini come fr*cio e n*gro era veramente essenziale”, ha fatto notare qualcuno.

Anche sulle altre affermazioni di Pio e Amedeo, in particolare sulle persone nere o meridionali, gli utenti di Twitter si sono scatenati. Come ad esempio ha scritto un utente, “qualcuno spieghi a Pio e Amedeo che si parla di autoironia se si ride di se stessi. Loro non sono né omosessuali né neri, le discriminazioni non riguardano loro e non tocca a loro decidere cosa faccia ridere, cosa no e come reagire”.

VirgilioNotizie | 01-05-2021 12:42

Pio e Amedeo Fonte foto: ANSA
,,,,,,,