,,

Omicidio Bolzano, Benno piange in cella: "Mia madre non c'è più"

Bolzano, ritrovato il corpo di Laura Perselli: la reazione di Benno, il figlio della coppia scomparsa che attualmente si trova in carcere

Cronache dal carcere di Bolzano: Benno Neumair, 30 anni, è scoppiato a piangere dopo aver appreso la notizia del ritrovamento del cadavere della madre Laura Perselli, 68 anni. A riferire della reazione del giovane, come riporta il Corriere della Sera, è stato il suo avvocato Flavio Moccia che ha raccontato che Benno “si è emozionato tantissimo” e che “non è nemmeno riuscito a finire la frase e si è messo a piangere, perché in fondo ha sempre avuto la speranza che i suoi genitori fossero vivi”.

L’altro suo legale, Angelo Polo, ha spiegato di essersi recato in carcere per primo, lungo la giornata di ieri, intorno alle 13, per riferire al suo assistito che il corpo di sua madre era stato rinvenuto nell’Adige. “Avrà ripetuto mille volte: “La mia mamma non c’è più. L’hanno trovata, non c’è più”, e siamo stati per mezz’ora abbracciati, con lui che piangeva”, ha narrato Polo.

Benno Neumair si trova in carcere dalla notte tra il 28 e il 29 gennaio ed è accusato di aver ammazzato sua madre e suo padre, di averne occultato i cadaveri e di averli gettati nell’Adige, la sera del 4 gennaio. Il ragazzo, da quando è in cella, non smette di proclamarsi innocente. Delle risposte chiarificatrici sul caso potrebbero arrivare dall’autopsia del corpo di Laura Perselli (si potrebbe capire se il decesso è stato causato o meno da strangolamento, l’ipotesi al momento più plausibile secondo la procura).

Nel frattempo si continua a lavorare senza sosta, alla ricerca del corpo di Peter, il padre di Benno. “Non sono stato io”, ripete fino allo sfinimento il giovane dalla sua cella (è in isolamento e non ha contatti con altri detenuti, né può guardare la televisione tantomeno leggere giornali e ricevere visite da parenti).

Bolzano, recuperato il corpo di Laura Perselli

Il corpo della 68enne è stato ritrovato a San Floriano, nell’Adige, a poca distanza dal ponte di Magré, dai sommozzatori dei vigili del fuoco di Bolzano. La salma è stata recuperata nella mattinata di sabato 6 febbraio.

VirgilioNotizie | 07-02-2021 09:44

,,,,,,,