,,

Navalny "sta morendo": appello per salvare l'oppositore di Putin

Aleksey Navalny, l'oppositore di Vladimir Putin sarebbe sul punto di morire in carcere, come ha dichiarato la sua dottoressa personale

“La gente di solito evita la parola ‘morire’. Ma ora Aleksey sta morendo. Nelle sue condizioni, è una questione di giorni”. Lo ha scritto Kira Yarmish, portavoce dell’attivista e politico russo Aleksey Navalny, su Twitter. L’oppositore di Vladimir Putin sarebbe in gravissime condizioni di salute, tanto che i medici avrebbero chiesto di vederlo immediatamente, temendo un arresto cardiaco “da un momento all’altro”. L’uomo, riporta l’Ansa, ha smesso di mangiare il 31 marzo per via delle sue pessime condizioni di detenzione.

Aleksey Navalny “sta morendo”: le gravi condizioni di salute dell’oppositore di Putin

Lo sciopero della fame è arrivato per denunciare l’amministrazione penitenziaria di negargli l’accesso alle cure mediche e ai farmaci, nonostante la diagnosi di doppia ernia del disco. Il suo medico di base, la dottoressa Anastassia Vassilieva, e altri tre specialisti, tra cui un cardiologo, hanno richiesto di visitare immediatamente l’oppositore del Cremlino con una lettere aperta, pubblicata sui social dalla stessa Vassilieva.

Aleksey Navalny “sta morendo”: i livelli di potassio nel sangue hanno raggiunto il limite

Secondo la dottoressa, il potassio nel sangue di Aleksey Navalny, presumibilmente avvelenato ad agosto, avrebbe raggiunto un livello “critico”, e questo significa “che possono verificarsi una compromissione della funzione renale e gravi problemi del ritmo cardiaco, che possono sopraggiungere da un minuto all’altro”.

“Un paziente con un tale livello di potassio dovrebbe essere ricoverato in terapia intensiva, perché l’aritmia che può risultare fatale può svilupparsi in qualsiasi momento”, ha sottolineato via Facebook il cardiologo Iarolav Achikhmine.

Aleksey Navalny “sta morendo”: l’appello a Putin firmato da attori e scrittori internazionali

A sostegno di Aleksey Navalny si è esposto un gran numero di artisti, circa 70 tra scrittori e attori. Tra loro anche Salman Rushdie e Svetlana Aleksievič, entrambi premi Nobel alla Letteratura. Il gruppo a sostegno di Aleksey Navalny ha pubblicato un appello a Vladimir Putin per garantire l’accesso ai farmaci e alle visite dei dottori all’attività di origini ucraine.

Tra i firmatari anche la superstar Jude Law, l’autrice J. K. Rowling, J. M. Coetzee, Vanessa Redgrave, Arundhati Roy. Anche il presidente statunitense Joe Biden si è espresso sulla vicenda, dichiarando che la situazione dell’oppositore russo “è totalmente ingiusta”.

VirgilioNotizie | 17-04-2021 23:54

navalny Fonte foto: ANSA
,,,,,,,