,,

Mes al voto, Di Maio dà la colpa a Salvini e Meloni: l'attacco

Nella giornata di oggi, mercoledì 11 dicembre, in Parlamento si vota sul Meccanismo Europeo di Stabilità

La Camera dei Deputati ha approvato con 291 voti a favore e 222 contrari il testo del Mes, cioè il tanto discusso Meccanismo Europeo di Stabilità, conosciuto anche col nome di Fondo Salva Stati. In mattinata, come riporta ‘Ansa’, fonti del Movimento 5 Stelle hanno annunciato l'”accordo chiuso nella notte, intorno alle 2.30, sul Mes“. Poi, le stesse fonti hanno dichiarato: “Siamo soddisfatti per la risoluzione di maggioranza che prevede le modifiche richieste dal Movimento”.

Le medesime fonti interne al Movimento 5 Stelle hanno precisato che è stata “confermata la logica del pacchetto” e che “ci sarà un nuovo round in parlamento a gennaio, prima del prossimo Eurogruppo”.

Il capo politico M5S Luigi Di Maio, come riporta ‘Ansa’, ha però precisato: “Finché non avremo un quadro chiaro della situazione non si firma e non si approva niente“.

Poi, ha aggiunto: “Abbiamo ottenuto che prima dei prossimi passaggi sul Mes a gennaio o febbraio si torni in Parlamento e che questo venga pienamente coinvolto. E anche questo è dentro la risoluzione. L’Italia deve essere sicura al 200% e come ministro degli Esteri mi accerterò di questo prima di qualsiasi firma”.

Di Maio si è poi scagliato contro Salvini e Meloni: “Salvini e Meloni sono quelli che ci hanno regalato il Mes, perché la prima negoziazione sul Mes, che esiste già ed è operativo purtroppo, parte con il governo Berlusconi nel 2010-2011”.

Attorno alle 9,30, hanno preso il via nell’Aula della Camera le comunicazioni del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in vista del prossimo Consiglio europeo.

IL DISCORSO DI CONTE SUL MES ALLA CAMERA DEI DEPUTATI

Mes al voto: il retroscena tra M5S e Lega

Come riporta il ‘Corriere della Sera’, Giorgia Meloni e Matteo Salvini continuano ad attaccare sul Mes. La leader di Fratelli d’Italia ha dichiarato: “I Cinque Stelle purtroppo si rimangeranno la loro posizione sul fondo salva-Stati”.

Il numero uno della Lega ha affermato: “Il governo sta ancora litigando, sulle tasse, sulla giustizia, sull’autonomia, sul Mes. Sarò in Senato per impedire la firma di un trattato internazionale che per l’ennesima volta è un attacco agli italiani e un favore alla Germania.

Ancora Matteo Salvini: “Di favori alla Germania ne abbiamo già fatti abbastanza: con i soldi degli italiani si aiutano gli italiani, non qualcun altro”.

Sempre il ‘Corriere della Sera’ svela un retroscena sul Mes. Mentre Luigi Di Maio è impegnato a fare da mediatore e assicura di non voler rompere con il governo, un senatore M5S sarebbe pronto a passare con la Lega: si tratta di Ugo Grassi.

Altri, inoltre, starebbero pensando di fare altrettanto: tra questi ci sarebbe Stefano Lucidi.

SONDAGGIO: La profezia della Meloni: il Governo cade tra gennaio e febbraio: che ne pensi? Vota qui

VIRGILIO NOTIZIE | 11-12-2019 10:49

Mes, Conte al Senato: protesta dai banchi della Lega Fonte foto: Ansa
Mes, Conte al Senato: protesta dai banchi della Lega
,,,,,,,