,,

Mes, Conte avverte Salvini: "Querelerò per calunnia". La replica

Salvini e Meloni in conferenza stampa si scagliano contro la riforma del Meccanismo Europeo di Stabilità

“Conte ha compiuto un attentato ai danni degli italiani. Chiediamo un incontro al Presidente Mattarella per evitare la firma su un trattato che sarebbe mortale per l’economia italiana”. Lo ha affermato, secondo quanto riferisce l’Ansa, il leader della Lega Matteo Salvini in una conferenza stampa alla Camera dedicata al Meccanismo Europeo di Stabilità.

Il Mes, creato nel 2012, ha lo scopo di aiutare i paesi in difficoltà economica. Da oltre un anno e mezzo si sta trattando per rinnovarlo e modificarlo.

Ora Salvini, nonostante il processo di modifica sia stato negoziato e approvato dal governo giallo-verde, si scaglia contro la riforma del Mes e chiede l’intervento del presidente della Repubblica: “Chiediamo al garante della Costituzione di farla valere”.

Il leader leghista lancia un appello al governo a tornare in Parlamento sul tema del Mes: “Fermatevi finché siete in tempo: torniamo in Parlamento e ridiscutiamo tutto. Questo è un attentato alla sovranità nazionale.  Siamo di fronte a una totale mancanza di trasparenza, è il tradimento dell’Unione europea, roba da Unione Sovietica”.

“Chi è in questo tavolo ha ampie prove di messaggi, di interlocuzioni, sulla nostra posizione che era ‘non firmiamo un c***o’. Non abbiamo preso nessun impegno. Se dovessimo scoprire che qualcuno l’impegno l’ha preso la cosa è diversa”, ha detto Salvini.

Nelle scorse ore si è sfiorata la rissa in Parlamento sul Mes, in seguito alla quale le opposizioni hanno chiesto a Giuseppe Conte di riferire urgentemente in aula.

Mes, l’avvertimento di Conte a Salvini

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte anticiperà il proprio intervento, previsto inizialmente per il 10 dicembre, a lunedì prossimo alla Camera per riferire sul Mes. Rispondendo alle accuse di Salvini il premier, da Accra dove si trova, ha dichiarato: “Il primo momento utile è lunedì, come sempre sarò in Parlamento, in modo trasparente, a riferire tutte le circostanze. Chi oggi si sbraccia a minacciare, io dico: Salvini vada in procura a fare l’esposto, e io querelerò per calunnia”.

Conte ha poi proseguito: “Spazzerò via mezze ricostruzioni, menzogne, mistificazioni. Vorrei chiarire agli italiani che io non ho l’immunità, lui sì, e ne ha già approfittato per il caso Diciotti. Veda questa volta, perché io lo querelerò per calunnia di non approfittarne più”.

La reazione di Salvini

Il leader leghista Matteo Salvini ha risposto così alla provocazione, come riporta ansa: “Leggo che Conte mi vuole querelare: allora preda il bigliettino e si metta in fila, dopo Karola e la Cucchi. Lui però mi ricorda una celebre frase del Marchese del Grillo, ‘io so io e voi non siete un ca**o’. Sia più umile che poi l’arroganza porta male”.

Mes, la replica di Zingaretti a Salvini

Il segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti, rispondendo sui social alle dure parole di Salvini, ha svelato: “La Lega vive alimentando paure. Quando era al Governo, Salvini ha condiviso e approvato la riforma del fondo salva stati”.

Zingaretti ha poi proseguito: “Ora, come al solito, diffondono teorie false per danneggiare l’Italia, la sua forza e credibilità, per allontanarla dall’Europa e indebolirla. Non lo permetteremo mai”.

Mes, l’attacco di Giorgia Meloni

Giorgia Meloni ha detto in conferenza stampa di aspettare “a braccia aperte” che il premier vada a riferire in Parlamento sulla riforma del Mes: “Speriamo che il presidente Conte venga a spiegarci che non è vero quello che il ministro dell’Economia ha detto ieri e cioè che il Mes sarebbe inemendabile e un trattato già sottoscritto per il quale è stato completamente bypassato il Parlamento italiano”.

“Per noi quel trattato deve passare dal Parlamento”, ha detto la leader di Fratelli d’Italia, confermando la manifestazione prevista il 9 dicembre a Bruxelles “per rivendicare la sovranità italiana e il fatto che l’Italia è una repubblica parlamentare, le questioni centrali passano da lì”.

“Salvini ha una pessima memoria: non ricorda di aver approvato il Mes quando era al governo ed ora sbraita e diffonde l’ennesima fake news sul governo. La verità è che si tratta di un meccanismo di solidarietà a tutela degli stati più deboli, ma a quanto pare non è questo che vuole la Lega”. Lo afferma all’Ansa Massimiliano Smeriglio, europarlamentare eletto nelle liste del Pd.

VIRGILIO NOTIZIE | 28-11-2019 18:35

Scoppia la rissa alla Camera: "Spettacolo indecente" Fonte foto: Ansa
Scoppia la rissa alla Camera: "Spettacolo indecente"
,,,,,,,