,,

Ilaria Salis chiederà gli arresti domiciliari in Ungheria: prima la ricerca di casa a Budapest, poi l'istanza

L'obiettivo è tirare Ilaria Salis fuori dalla cella nella quale è rinchiusa da un anno. Roberto Salis, padre della ragazza, parla della strategia volta a farle ottenere gli arresti domiciliari

Pubblicato il:

Ilaria Salis chiederà gli arresti domiciliari in Italia e, in subordine, in Ungheria. Ora i genitori della 39enne dovranno cercare una residenza privata, poi i legali presenteranno l’istanza di arresti domiciliari indicando l’indirizzo di tale appartamento.

Ilaria Salis e la richiesta di arresti domiciliari

L’intenzione è stata resa nota da Roberto Salis, padre della 39enne detenuta da un anno a Budapest con l’accusa di aver aggredito dei militanti di estrema destra. Questa la dichiarazione di Roberto Salis all’Ansa:

Ilaria ha cambiato idea visto che da più parti è arrivata questa richiesta di fare istanza per i domiciliari in Ungheria. Adesso dobbiamo trovare una casa a Budapest e poi presenteremo la richiesta.

Il padre di Ilaria, Roberto SalisFonte foto: ANSA

Il padre di Ilaria, Roberto Salis, durante la conferenza stampa “Ora d’aria. Liberiamo Ilaria Salis dal carcere”, organizzata su iniziativa della Senatrice Ilaria Cucchi presso la Sala Nassirya del Senato, Roma, 10 gennaio 2024.

Possibile dunque che nelle prossime settimane la vicenda si evolva.

Roberto Salis risponde all’ambasciatore ungherese

Commentando il caso Salis, l’ambasciatore ungherese a RomaAdam Kovacs, ha utilizzato parole di condanna parlando di “condotte assolutamente illecite”, che vengono facilmente desunte “dai video in possesso dell’autorità giudiziaria”.

Nella sua lunga lettera pubblicata sul canale Facebook dell’Ambasciata, Kovacs ha inoltre lamentato “una rappresentazione particolarmente distorta e sproporzionata” che “una parte significativa” dei media italiani ha dato del caso Salis, “soprattutto nella valutazione del sistema giudiziario ungherese…”

Adam Kovacs si è riferito alla reazione dei media italiani alle immagini di Ilaria Salis in catene in tribunale. La ragazza non ha ricevuto alcuna condanna, la sua è una semplice detenzione cautelare. Il papà di Ilaria Salis ha chiesto l’immediato intervento delle autorità:

Mi aspetto che le istituzioni italiane ribadiscano al governo ungherese che nel nostro Paese la stampa è libera e non sono gradite ingerenze straniere sul lavoro dei giornalisti italiani!

Recentemente il padre di Ilaria Salis ha lamentato l’inerzia della politica italiana in merito alla vicenda che vede coinvolta sua figlia Ilaia.

Secondo Oreste Foppiani, docente di Relazioni internazionali, sul caso di Ilaria Salis è stata data eco mediatica allo scontro politico più che alle condizioni in cui si trova l’attivista.

Garante dei detenuti sul caso Salis

Intanto il Commissario per i diritti fondamentali, ossia l’omologo ungherese del Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà, rassicura l’Italia in merito alla presa in carico del caso Salis. L’Authority italiana spiega che si tratta di un passo avvenuto dietro sua “sollecitazione”.

Nei giorni scorsi l’Autorità aveva scritto al Commissario per i diritti fondamentali ungherese “a proposito delle condizioni di detenzione di Ilaria Salis chiedendo di monitorare con attenzione la sua situazione presente e futura”.

Ilaria Salis arresti domiciliari Fonte foto: ANSA

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,