,,

Guerra Ucraina, Boris Johnson ha un piano per fermare Putin: la strategia del premier in 6 punti

Il premier britannico propone un piano in 6 punti per costringere Putin a fermare l'offensiva russa in Ucraina

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Di fronte a un Putin che non ne vuole sapere di fermare l’avanzata in Ucraina, la diplomazia internazionale cercare di liberarsi dal pantano in cui è finita. Se uno dopo l’altro i leader mondiali provano a offrire al Cremlino una soluzione, tra coloro che, invece, sin dal principio hanno espresso una netta condanna nei confronti della Russia c’è il premier britannico Boris Johnson, che avanza un piano in 6 mosse per fermare lo zar, prima che le conseguenze del conflitto diventino incontrollabili.

Guerra Ucraina, le mosse dei capi di stato

Dopo 11 giorni di guerra diversi capi di stato si sono spesi per cercare di sbloccare lo stallo delle trattative tra Russia e Ucraina. Nelle ultime ore il primo ministro israeliano Naftali Bennett è volato a sorpresa a Mosca per parlare con Putin ed ha poi sentito al telefono il presidente ucraino Zelensky.

Il capo di stato turco Recep Tayyip Erdogan sentirà domani il capo del Cremlino per ribadire la disponibilità del suo Paese a imbastire un negoziato che ponga fine alla guerra in Ucraina, cercando di fare valere gli ottimi rapporti con Putin e trovare una mediazione. Dal canto suo il presidente francese Emmanuel Macron non ha mai smesso di telefonare al presidente russo sin dall’inizio della crisi.

Guerra Ucraina, l’appello di Johnson

In attesa dell’esito poco promettente del terzo round di negoziati in programma domani tra le delegazioni russe e ucraine, il primo ministro del Regno Unito Boris Johnson auspica in un intervento deciso verso la Russia, proponendo la sua strategia in un articolo pubblicato sul New York Times.

Guerra Ucraina, Boris Johnson ha un piano per fermare Putin: la strategia del premier in 6 puntiFonte foto: ANSA
Il premier britannico Boris Johnson

Guerra Ucraina, il piano in 6 punti di Boris Johnson per fermare Putin

Nella sua lettera al quotidiano statunitense Johnson chiama all’azione la comunità internazionale, esortata a reagire alla “barbara e orribile” aggressione di Putin in Ucraina, perché “non saranno gli storici ma il popolo ucraino a giudicarci”.

Per mantenere quindi la pressione su Mosca, Johnson sostiene che i leader mondiali debbano innanzitutto mobilitare “una coalizione umanitaria internazionale” per l’Ucraina. In secondo luogo devono sostenere Kiev “nei suoi sforzi di difesa”.

Bisogna inoltre, secondo Johnson, intensificare la pressione economica sulla Russia. Quindi, come quarto punto, la comunità internazionale deve resistere la “strisciante normalizzazione” delle azioni di Mosca in Ucraina.

Quinto step per Johnson sarebbe la soluzione diplomatica alla guerra che, sostiene il premier britannico, va perseguita ma soltanto con la piena partecipazione del legittimo governo ucraino. Infine l’inquilino di Downing Street sostiene che debba essere avviata rapidamente una “campagna per rafforzare la sicurezza e la resilienza” tra i Paesi Nato.

Guerra in Ucraina, il mondo condanna la Russia: chi sono gli ultimi alleati di Mosca e Vladimir Putin Fonte foto: ANSA
Guerra in Ucraina, il mondo condanna la Russia: chi sono gli ultimi alleati di Mosca e Vladimir Putin
,,,,,,,,