,,

Guerra Russia e Ucraina, interviene Israele: la proposta dopo l'incontro "segreto" tra Bennett e Putin

La mossa di Israele nella guerra tra Russia e Ucraina: viaggio "segreto" del premier israeliano Naftali Bennett per incontrare Vladimir Putin

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Israele ha deciso di intervenire in maniera diretta nella guerra in corso tra Ucraina e Russia: il premier israeliano Naftali Bennett è infatti volato segretamente a Mosca per incontrare il presidente russo Vladimir Putin e presentare la propria proposta per risolvere il conflitto.

Guerra Russia e Ucraina, la mossa di Israele

Secondo quanto inizialmente riferito dai media israeliani e poi confermato dal portavoce di Naftali Bennett, il premier d’Israele è volato in segreto a Mosca per un colloquio con Vladimir Putin sulla guerra in Ucraina. Israele si è offerto come mediatore della guerra.

L’incontro Bennett-Putin, stando a quanto reso noto da fonti diplomatiche citate dai media israeliani, sarebbe durato 3 ore. I due avrebbero discusso della situazione dei cittadini israeliani e delle comunità ebraiche in Ucraina durante la guerra, ma anche dei colloqui sull’accordo nucleare con l’Iran a Vienna, a cui Bennett si oppone. Israele avrebbe coordinato l’incontro con gli Stati Uniti d’America, la Germania e la Francia e lo avrebbe notificato all’Ucraina.

Al termine del colloquio, il premier israeliano ha lasciato Mosca alla volta di Berlino, dove è atteso dal cancelliere tedesco Olaf Scholz.

In questi giorni, Israele ha mantenuto una posizione ritenuta mediana: pur condannando l’invasione dell’Ucraina (e votando contro all’Onu), il governo di Bennett ha sempre mantenuto aperto il canale con la Russia.

Guerra Russia e Ucraina, interviene Israele: la proposta dopo l'incontro Fonte foto: ANSA
Il premier israeliano Naftali Bennett.

Guerra Russia e Ucraina: la posizione della Cina

In occasione di un colloquio telefonico con il segretario di Stato degli Stati Uniti d’America Antony Blinken, il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha spiegato, come riporta il ‘Corriere della Sera’, che la Cina “incoraggia Usa, Nato, Unione Europea e Russia a condurre dialoghi con pari dignità” e “ad affrontare le contraddizioni e i problemi accumulati nel corso degli anni”.

Wang Yi ha invitato l’Occidente a “prestare attenzione all’impatto negativo della continua espansione verso est della Nato sulla sicurezza della Russia”.

Guerra Russia e Ucraina, a che punto sono i negoziati

Dopo i primi due negoziati di pace tra Russia e Ucraina avvenuti nei giorni scorsi, è già in calendario un terzo “round”: l’agenzia russa ‘Interfax’ ha comunicato che i colloqui tra Russia e Ucraina riprenderanno nella giornata di lunedì 7 marzo 2022. Le delegazioni russe e ucraine dovrebbero incontrarsi nuovamente a Brest, in Bielorussia.

Intanto, l’accordo raggiunto tra Russia e Ucraina sull’evacuazione dei civili dalle città assediate di Mariupol e Volnovakha appare per il momento fallito.

Il servizio stampa del Comitato internazionale della Croce Rossa (Cicr) ha reso noto che l’uscita dei civili da Mariupol e Volnovakha attraverso corridoi umanitari “non inizierà oggi”. Il Cicr ha aggiunto: “Accogliamo con favore qualsiasi iniziativa delle parti che dia una tregua ai civili dai combattimenti e consenta loro di spostarsi volontariamente in luoghi più sicuri. Siamo pronti ad aiutare a garantire il movimento sicuro dei civili, appena le parti raggiungeranno un accordo”.

Guerra in Ucraina, il mondo condanna la Russia: chi sono gli ultimi alleati di Mosca e Vladimir Putin Fonte foto: ANSA
Guerra in Ucraina, il mondo condanna la Russia: chi sono gli ultimi alleati di Mosca e Vladimir Putin
,,,,,,,,