,,

Fase 2: visite ai parenti. Condizioni e regole

"È fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in una regione diversa"

“Sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute e si considerano necessari gli spostamenti per incontrare congiunti purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate protezioni delle vie respiratorie”.

Si potrà dunque visitare i propri parenti ma sempre nel rispetto delle distanze di sicurezza. No a riunioni di famiglia e party privati. È quanto scritto sul Dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte, in vigore a partire dal prossimo 4 maggio.

CONTE IN LOMBARDIA: LA PRECISAZIONE SUI FIDANZATI

“In ogni caso – si legge nel testo – è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute; è in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”.

Gli italiani che rientrano in patria dovranno comunicare i motivi del viaggio, l’indirizzo completo dell’abitazione o della dimora in Italia dove sarà svolto il periodo di quarantena, il mezzo di trasporto privato che verrà utilizzato per raggiungere la stessa e il proprio recapito telefonico.

FASE 2: COSA SI PUÒ FARE DAL 4 MAGGIO

FASE 2: IL CALENDARIO DELLE RIAPERTURE

VIRGILIO NOTIZIE | 27-04-2020 09:56

Coronavirus, disinfezione pre Fase 2 in negozi e uffici di Milano Fonte foto: ANSA
Coronavirus, disinfezione pre Fase 2 in negozi e uffici di Milano
,,,,,,,