,,

Deputati del bonus Inps, arrivano i nomi. La reazione di Salvini

L'Inps è pronto a fare i nomi dei deputati travolti dallo scandalo del bonus Covid. Salvini ha già deciso la sorte dei responsabili

Il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, sarebbe pronto a rendere pubblici i nomi dei deputati che hanno richiesto e ottenuto il bonus di 600 euro per le partite Iva, erogato durante l’emergenza coronavirus. Dopo l’autorizzazione del Garante della privacy, i nomi dei parlamentari coinvolti potrebbero essere resi noti già oggi pomeriggio, se il presidente della Camera Roberto Fico inoltrerà una richiesta formale, come riporta La Repubblica.

Secondo ‘Ansa’, proprio in queste ore sarebbero in corso interlocuzioni tra l’Inps e la Camera dei Deputati in merito ai nomi dei deputati coinvolti nel caso del bonus Inps. Gli uffici di Montecitorio stanno valutando le modalità con le quali fare richiesta all’Inps dei nomi dei parlamentari coinvolti. Tra le ipotesi al vaglio ci sono la possibilità di un’interlocuzione diretta tra presidenza della Camera e la presidenza dell’Inps, la risposta dell’Inps alle interrogazioni parlamentari presentate, un’audizione in commissione Lavoro.

Bonus Inps, Garante Privacy avvia istruttoria

Il Garante per la protezione dei dati personali, come riporta ‘Ansa’, ha inviato una richiesta di informazioni all’Inps e ha aperto una istruttoria in ordine alla metodologia seguita dall’Istituto rispetto al trattamento dei dati dei beneficiari del bonus Covid per le partite Iva e alle notizie diffuse al riguardo.

Il Garante chiede all’Inps di conoscere, in particolare, la base giuridica del trattamento effettuato sui dati personali dei soggetti interessati, l’origine e i tipi di dati personali trattati (riferiti alla carica di parlamentare e amministratore locale e regionale), le modalità con cui è stato effettuato il trattamento (con specifico riguardo all’operazione di “raffronto” dei dati personali dei soggetti richiedenti o beneficiari del bonus, con quelli riferiti alla carica di parlamentare e amministratore locale e regionale), l’ambito del trattamento e le eventuali comunicazioni a terzi di tali dati.

Deputati del bonus Covid, il caso infiamma il Parlamento

Il caso dei deputati del bonus Covid ha tenuto banco nelle ultime ore anche in merito all’ipotesi che sia scoppiato ora, a distanza di un mese dal referendum sul taglio dei parlamentari, per condizionare in qualche modo il voto degli italiani. Un’ipotesi che  Tridico ha smentito con rabbia, minacciando querele.

Rabbia anche tra le fila della Lega, dopo gli indizi diffusi nei giorni scorsi circa l’identità dei deputati: tre sarebbero infatti del Carroccio. Nonostante lo scetticismo del senatore Centinaio, il leader leghista Matteo Salvini ha già preso una decisione su quanto attende i deputati che hanno richiesto e ottenuto il bonus Covid.

Deputati del bonus Covid, la decisione di Salvini

“Io ho dato indicazione che chiunque abbia preso o fatto richiesta del bonus venga sospeso e in caso di elezioni non ricandidato“, ha detto il segretario della Lega ad Agorà Estate.

Durante la trasmissione di Rai Tre, Salvini ha inoltre rincarato la dose: “Mi domando come l’Inps, che ha negato i 600 euro a tanti piccoli imprenditori e partite Iva e che non ha ancora pagato la Cassa integrazione a migliaia di lavoratori italiani, sia riuscita a pagare il bonus a dei parlamentari senza accorgersi di nulla. C’è qualcosa che non funziona non solo in Parlamento ma anche all’Inps”.

“I lavoratori dell’Inps fanno un lavoro incredibile ma mi domando se i vertici dell’Inps non abbiano vergogna perché siamo a Ferragosto e ancora non hanno pagato la Cassa integrazione a gente che l’aspetta da marzo, mentre hanno pagato i contributi a consiglieri regionali e parlamentari”, ha sottolineato Salvini.

VIRGILIO NOTIZIE | 12-08-2020 15:15

"Furbetti" del bonus Covid, i provvedimenti e le reazioni Fonte foto: ANSA
"Furbetti" del bonus Covid, i provvedimenti e le reazioni
,,,,,,,