,,

Crisanti e i "contagi zero", botta e risposta: interviene Zaia

Polemiche sui "contagi zero" annunciati da Andrea Crisanti. Botta e risposta con la Regione Veneto

Duro scontro tra Andrea Crisanti, direttore del laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’Università di Padova, e Francesca Russo, responsabile del Dipartimento prevenzione della Regione Veneto. Il campo di battaglia è la questione dei tamponi effettuati dalla Regione Veneto.

Pochi giorni fa, Crisanti aveva annunciato che il Veneto aveva raggiunto “zero contagi”, risultato “di un lavoro che aveva visto in prima linea la Regione, l’Università e l’Azienda Ospedale di Padova”. L’attribuzione di merito, alla ripresa modesta dei contagi il giorno dopo, ha fatto reagire Russo.

“Aver registrato zero contagi in un giorno non significa che l’epidemia da Covid 19 sia finita” ha attaccato Russo. In risposta, come riporta Ansa, Crisanti ha alzato i toni: “Ho solo detto che era la prima volta dopo 100 giorni. È chiaro che il dato non è stabile, non sono uno sconsiderato, non capisco le ragioni delle polemiche e perché vengono dati meriti a persone che non ne hanno”.

“Se la dottoressa Russo – ha aggiunto Crisanti – aveva un piano sui tamponi, deve spiegare perché l’8 febbraio il suo ufficio mi ha intimato di non fare più i tamponi a chi tornava dalla Cina. Dire che aveva un piano è una baggianata. Vogliamo prendere in giro tutti?”.

A tentare di calmare gli animi ci ha pensato il governatore Luca Zaia: “Voglio far da paciere in questa vicenda – ha detto – non voglio che due fuoriclasse come Crisanti e Russo polemizzino”.

Il piano di ‘doppi’ tamponi a Vo’ Euganeo, svolto dall’equipe di Crisanti, “è una nobilissima attività scientifica” ma “non c’entra nulla con il Piano sanitario del Veneto” per l’emergenza Covid-19.

VIRGILIO NOTIZIE | 23-05-2020 19:03

Fase 2, riaprono spiagge e stabilimenti balneari Fonte foto: Ansa
Fase 2, riaprono spiagge e stabilimenti balneari
,,,,,,,