,,

Covid, un segnale positivo e uno negativo: parla Brusaferro

Il presidente dell'Iss, Silvio Brusaferro, ha rivelato un segnale positivo e uno negativo: la situazione coronavirus in Italia

Il continuo aumento dei contagi in Italia ha spinto il presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss) Silvio Brusaferro a rivelare la sua preoccupazione per la situazione. Brusaferro ha parlato, in particolare, di un segnale che mostra come il coronavirus stia avanzando velocemente nel nostro Paese.

Covid, il problema: l’analisi del presidente Iss

“Un intervento – ha detto Brusaferro al Sole 24 Ore – ora è necessario per appiattire la curva dei contagi che stanno crescendo in modo significativo. Dobbiamo evitare che accada quello che abbiamo visto negli altri Paesi. I risultati di questi interventi non li vedremo prima di 10-15 giorni. Per questo non dobbiamo stupirci se nei prossimi giorni continueremo a vedere una crescita ancora importante dei positivi”.

“In alcuni ambiti la diffusione del virus è molto controllata come la scuola e il lavoro – ha osservato il presidente dell’Iss – il problema è come ci aggreghiamo informalmente. Non è uscire per fare l’aperitivo, ma il fatto che non si fa attenzione e magari non si indossa la mascherina”.

Coronavirus, c’è un segnale positivo: parla Brusaferro

Il fatto che l’età media dei contagi è “rimasta sopra i quarant’anni nelle ultime due-tre settimane”, ha dichiarato Brusaferro, “è un dato positivo perché vuol dire che in questa fase gli anziani contraggono meno il virus e sappiamo quanto rischiano. È importante che ci sia un patto generazionale per fare attenzione quando ci si relaziona con le persone più anziane”.

Coronavirus, qual è il segnale negativo. il parere di Brusaferro

Brusaferro, poi, ha dichiarato che c’è un segnale negativo da tenere in considerazione. “Ora – ha detto – stanno crescendo rispetto ai mesi scorsi i contagiati sintomatici. Questo è un segnale che il virus sta avanzando“.

Scuola, la situazione secondo il presidente dell’Iss

In merito alla scuola, ha ribadito il presidente dell’Iss, “al suo interno ha un’organizzazione che è molto attenta quindi i focolai che censiamo sono molto limitati rispetto al resto del Paese. Il problema è che dobbiamo vedere cosa accade quando esci dal portone della scuola e magari ci si abbassa la mascherina o non si tengono le distanze”.

La didattica a distanza, ha aggiunto Silvio Brusaferro, è “una misura possibile che si può utilizzare lì dove la diffusione del virus è importante”.

VIRGILIO NOTIZIE | 18-10-2020 10:45

Covid, boom contagi e ricoveri: il report della Fondazione Gimbe Fonte foto: Ansa
Covid, boom contagi e ricoveri: il report della Fondazione Gimbe
,,,,,,,