,,

Covid, buona risposta del vaccino italiano ReiThera: i risultati

La società biotech in provincia di Roma ha comunicato i dati preliminari dello studio sul vaccino in collaborazione con lo Spallanzani

Il candidato vaccino anti Covid sviluppato interamente in Italia procede con buoni risultati nella sua sperimentazione. Dopo gli annunci susseguiti negli ultimi giorni da parte delle multinazionali farmaceutiche, anche l’azienda di biotecnologie ReiThera ha reso noti nuovi dati, come riporta Adnkronos, sul suo prodotto Grad-Cov2 contro il Covid-19 rivelando che “è ben tollerato e induce risposta immunitaria nei soggetti sani di età compresa tra i 18 e i 55 anni“.

Covid, buona risposta del vaccino italiano ReiThera: lo studio

Lo studio in corso di Fase 1, condotta in collaborazione con l’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, finanziato dal ministero della Ricerca e dalla Regione Lazio, proseguirà con i soggetti più anziani, tra i 65 e gli 85 anni di età.

I buoni risultati sui dati preliminari dello studio dovrebbero consentire di valutare la sicurezza e la tollerabilità del candidato vaccino e selezionare una dose per le successive fasi 2 e 3 di sperimentazione clinica.

La società di Castel Romano, in provincia di Roma, fa sapere che la sperimentazione sta procedendo “secondo le tempistiche previste” e che la somministrazione del vaccino e la valutazione iniziale sul primo gruppo di volontari sani tra 18 e 55 anni “è stata completata positivamente”.

Covid, buona risposta del vaccino italiano ReiThera: i risultati

I risultati preliminari riguardanti questo gruppo, che è stato suddiviso in 3 sotto-gruppi di 15 soggetti ciascuno per valutare diverse dosi di vaccino, hanno mostrato che il Grad-Cov2 “è stato ben tollerato e ha generato, a tutte e tre le dosi testate, anticorpi che si legano alla proteina Spike del virus oltre a linfociti T specifici“, come riportato da Adnkronos.

Il candidato vaccino di ReiThera, è basato su un vettore adenovirale  (chiamato GRAd), derivante dai gorilla, modificato affinché non possa replicarsi. Questo vettore, brevettato dall’azienda, codifica l’intera proteina Spike, che consente al nuovo coronavirus di entrare nelle cellule umane.

In proposito, il direttore scientifico dello Spallanzani Giuseppe Ippolito, ha espresso tutta la sua soddisfazione: “A breve avremo anche i dati dei volontari di età superiore ai 65 anni, e potremo così pianificare con ReiThera le fasi 2 e 3 della sperimentazione, in linea con i tempi stabiliti. Ci conforta sapere che altri vaccini che utilizzano la stessa tecnologia del vettore virale, e che hanno iniziato la sperimentazione prima di noi, hanno annunciato nei giorni scorsi dati molto incoraggianti sulla capacità di questo tipo di vaccino di proteggere dal virus”.

VIRGILIO NOTIZIE | 24-11-2020 17:42

Vaccino Pfizer, Moderna, AstraZeneca: come funzionano Fonte foto: Ansa
Vaccino Pfizer, Moderna, AstraZeneca: come funzionano
,,,,,,,