,,

Covid, pronto il piano vaccini: quando e quante dosi

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha illustrato a Palazzo Chigi il piano vaccinale e quante dosi saranno distribuite nei primi mesi del 2021

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Dal primo trimestre 2021 saranno disponibili 202 milioni di dosi di vaccino anti Covid-19. Lo ha detto, secondo quanto riporta l’Ansa, il ministro della Salute Roberto Speranza illustrando il piano vaccini ai capigruppo della maggioranza nella riunione a Palazzo Chigi, alla presenza anche del presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Ogni dose, ha detto, “ha bisogno di un richiamo e non sappiamo di quanto ci sia immunità”.

Speranza ha annunciato che il vaccino sviluppato da Pfizer arriverà “tra il 23 e il 26 gennaio” e le dosi “andranno ai 300 punti individuati, che sono direttamente gli ospedali”.

Per primo il vaccino andrà al personale medico e sanitario e alle Rsa. Per quanto riguarda l’ambito di età prima gli ultra 80enni poi la fascia 60/70 anni e via via le altre fasce, come lavoratori essenziali, compresa la scuola.

Le vaccinazioni di massa avverranno utilizzando grandi spazi pubblici, palestre, spazi aperti, fiere. La distribuzione sarà interamente statale: la gestione sarà centralizzata e il vaccino sarà distribuito secondo decisioni mediche e scientifiche.

Il piano vaccini messo a punto dal ministero prevede anche l’implementazione della rete per monitorare le vaccinazioni con un sistema informativo dedicato, collegato con sistemi regionali. Ma anche un doppio monitoraggio vaccino-vigilanza e sorveglianza immunologica.

Nel corso della riunione a Palazzo Chigi Speranza ha sottolineato inoltre l’importanza di”non far coincidere la terza ondata eventuale con la campagna vaccinale“. L’obiettivo è quello di non partire con l’obbligo nella campagna vaccinale contro il Covid ma con la persuasione e l’informazione per raggiungere l’immunità di gregge con 40 milioni di italiani.

Vaccino Covid, quali sono gli effetti collaterali più gravi Fonte foto: Ansa
Vaccino Covid, quali sono gli effetti collaterali più gravi
,,,,,,,,