,,

Covid, Palù: in arrivo ok di Aifa su vaccino Pfizer in Italia

Il presidente dell'Agenzia italiana del farmaco annuncia il via libera del vaccino già dal giorno dopo dell'autorizzazione dell'Ema

Nell’arco di due-tre giorni, probabilmente il 22 dicembre, anche in Italia dovrebbe esserci l’autorizzazione al vaccino anti-Covid sviluppato da Pfizer e Biontech. Lo rileva Giorgio Palù il presidente dell’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, in un’intervista al Messaggero.

“L’Ema darà l’ok il 21 dicembre, poi la pratica dovrebbe fare un passaggio in Commissione europea a livello solo formale – ha detto Palù – Aifa prenderà visione, ma è una trattativa centralizzata, i finanziamenti sono stati già stanziati, quindi potremo dare l’autorizzazione già il 22, massimo il 23 dicembre”.

Covid, via libera Aifa su vaccino in Italia: le parole del presidente Palù

Si aspetta quindi soltanto l’approvazione dell’Agenzia del farmaco europea per poter avere dal giorno dopo il via libera dall’Ente italiano.

L’efficacia dei vaccini nel corso del tempo verrà comunque valutata in itinere. Non tutto si è potuto accertare con l’accelerazione dovuta alla pandemia – ha aggiunto Palù. Mai fino a ora si era riusciti a produrre un vaccino in dieci mesi. Si pensi che Moderna aveva già realizzato un primo allestimento vaccinale 10 giorni dopo che i cinesi avevano pubblicato la sequenza del genoma del Sars-Cov-2″

E a proposito del secondo vaccino in fase più avanzata, quello del colosso farmaceutico statunitense Moderna che dovrebbe essere approvato a gennaio, il presidente dell’Aifa sottolinea le differenze con il prodotto Pfizer: “Il vaccino Moderna è più facile da conservare e quindi distribuire, addirittura si può tenere a 4 gradi per alcuni giorni e poi a -20 gradi. Gli studi presentati hanno dimostrato poi che c’è una buona risposta immunitaria anche nei soggetti anziani.”

“È stato inoltre accertato anche se non in tantissimi soggetti – continua Palù – che il vaccino è in grado di prevenire l’infezione, creando le condizioni per un’immunità di tipo sterilizzante, indispensabile per bloccare la trasmissione da persona a persona. Entrambi i vaccini hanno un’efficacia intorno al 95% e questo è un dato straordinario”.

Covid, il virologo Palù sugli effetti collaterali del vaccino

Il microbiologo rassicura anche sulle eventuali reazioni allergiche: “Entrambi i vaccini possono produrre reazioni locali, come arrossamento, dolore al sito di inoculazione, oppure effetti sistemici non seri del tipo rialzo febbrile, astenia, mialgia, artralgia. Effetti molto severi si sono visti rarissimamente. È bene che le persone che hanno sofferto di manifestazioni allergiche importanti siano seguite dal proprio medico.”

“Gli effetti collaterali devono essere resi noti a tutti e l’Aifa ha appositamente istituito una commissione di sorveglianza – garantisce il presidente dell’Agenzia. Mi preme sottolineare che il vantaggio per chi si vaccina è notevolissimo rispetto ai rischi di effetti collaterali, soprattutto per le persone anziane che in questo momento sono le più esposte anche a conseguenze letali, come purtroppo constatiamo giornalmente.”

Covid, mutazione britannica del virus: le parole di Palù

Nelle ultime ore le autorità sanitarie del Regno Unito hanno scoperto una nuova variante del Sars-cov-2, mutazione che anche l’Oms ha annunciato di tenere sotto controllo.

Sul tema il virologo ha spiegato le informazioni finora in possesso della comunità scientifica: “Questo virus muta sicuramente ma lo fa molto di meno rispetto ad altri virus a Rna come il virus dell’influenza, Hcv e Hiv. Un dato confortante a riguardo è l’osservazione, effettuata negli studi preliminari condotti sui volontari, che gli anticorpi indotti dalla vaccinazione neutralizzavano anche virus circolanti portatori di mutazioni rispetto al ceppo originario. In ogni caso, questo aspetto, al pari della durata dell’immunità acquisita col vaccino, dovrà essere valutato più avanti con l’avvio della vaccinazione di massa”.

VirgilioNotizie | 20-12-2020 08:49

Vaccinazione Covid, il calendario: date, funzionamento e priorità Fonte foto: ANSA
Vaccinazione Covid, il calendario: date, funzionamento e priorità
,,,,,,,