,,

Covid, Galli alza i toni: il nuovo attacco a Draghi è durissimo

Sulla gestione dell'emergenza Covid, secondo Massimo Galli, il premier non ne avrebbe "azzeccata una". Le sue parole

Le prossime riaperture in Italia, a partire dal 26 aprile, dividono gli esperti. Tra chi si è sempre professato contro la ripresa prima dell’azzeramento dei contagi c’è Massimo Galli, direttore del reparto di Malattie infettive del Sacco di Milano. Questa volta, sulle pagine del Fatto Quotidiano, ha lanciato un nuovo attacco durissimo direttamente al presidente del Consiglio Mario Draghi.

Il premier Draghi sul Covid non ne ha azzeccata una“, questa la sferzata al premier da parte dell’infettivologo. “Ci saranno un milione di infezioni attive in Italia – ha spiegato l’esperto – pensate che tutti i positivi si fanno il tampone e vengono a saperlo?”.

“Sotto casa mia qui a Milano c’è un mercatino all’aperto – ha aggiunto nella sua intervista – ci sono passato ed era strapieno come non succedeva da mesi. Il punto è che con l’annuncio di venerdì è stato dato un messaggio di ‘liberi-tutti’ che proprio non ci potremmo ancora permettere. Almeno fino a una migliore copertura dei settantenni con la prima dose e degli ottantenni con la seconda. Mi sembrano obiettivi ancora lontani”.

In merito alla “vittoria” della linea sostenuta dal leader della Lega Matteo Salvini, per quanto riguarda le riaperture, Galli ha dichiarato: “Se devo essere franco non avrei pensato prevalesse così velocemente. Ma sono in profondo disaccordo con tutta la strategia adottata dall’Italia. Mi duole dirlo, perché su Mario Draghi, come milioni di italiani, riponevo molte aspettative, ma sulla pandemia non ne ha azzeccata ancora una”.

Altra questione su cui il governo avrebbe fallito, secondo Galli, riguarda i casi di trombosi legati al siero anti Covid: “Sul vaccino AstraZeneca abbiamo avuto un allineamento passivo su posizioni internazionali che non ci potevamo permettere visto lo stato della diffusione del contagio in Italia. Inutile dire, come fa Maurizio Crozza che è un attento osservatore, come sia più facile essere colpiti da un fulmine che da una trombosi dopo il vaccino. Troppe concessioni sono state fatte anche al partito trasversale pro riapertura delle scuole”.

VirgilioNotizie | 18-04-2021 11:17

Riaperture: i virologi a favore e contro le misure di Draghi Fonte foto: ANSA
Riaperture: i virologi a favore e contro le misure di Draghi
,,,,,,,