,,

Covid, altre restrizioni in arrivo: la bozza del nuovo Dpcm

Il coronavirus continua a dilagare in Italia. Si va verso una nuova stretta: ore frenetiche per Conte e il governo

Sono ore frenetiche per il governo. Il coronavirus non si placa, nella giornata di ieri è stato diffuso l’ultimo monitoraggio settimanale dell’Iss e del ministero della Salute. Il quadro a livello nazionale non è affatto roseo e il nuovo record di contagi odierno (poco meno di 20 mila, nonostante circa 4 mila tamponi in meno rispetto alle 24 ore precedenti) ha spinto il governo a ragionare su un nuovo Dpcm, il terzo di ottobre.

Il nuovo Dpcm sulle misure restrittive anti-Covid, stando a quanto riferisce ‘Ansa’, dovrebbe entrare in vigore da lunedì 26 ottobre fino al prossimo 24 novembre. Lo prevede una nuova bozza, limata nel tardo pomeriggio, del decreto su cui ha lavorato il governo. Non si tratterebbe, comunque, della bozza definitiva.

Il premier Giuseppe Conte potrebbe firmare il nuovo Dcpm solo nella giornata di domenica.

Nuovo Dpcm, stop a ristoranti e bar dopo le 18

Il nuovo Dpcm dovrebbe entrare in vigore per per bar e ristoranti da lunedì. “A partire da lunedì 26 ottobre, le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono sospese la domenica e i giorni festivi. Negli altri giorni sono consentite dalle ore 5 fino alle 18″. Questo è quanto prevede una prima bozza del Dpcm a cui sta lavorando in queste ore il governo.

Si tratta di una bozza in via di definizione e fonti dell’esecutivo precisano che, in vista di quella finale, le misure potrebbero cambiare.

Nella bozza si prevede che dopo le 18 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico mentre è consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitaria.

È consentita fino alle ore 24, la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

Nuovo Dpcm, cosa dice la bozza sulla chiusura delle strade

Delle strade o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, può essere disposta la chiusura al pubblico, dopo le ore 21,00, fatta salva la possibilità di accesso, e deflusso, agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.

Nuovo Dpcm, sospesi concorsi pubblici e privati

Sono sospese le “procedure concorsuali pubbliche e private, ad esclusione dei casi in cui venga effettuata la valutazione dei candidati esclusivamente su basi curriculari e/o in maniera telematica”.

Dalla sospensione sono esclusi quelli per il personale sanitario e per quello della protezione civile. Salve, inoltre, “le procedure in corso e quelle per le quali esistono specifici protocolli organizzativi validati dal Comitato tecnico scientifico”.

Lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche è consentito soltanto in forma statica, a condizione che, nel corso di esse, siano osservate le distanze sociali prescritte e le altre misure di contenimento”.

Sospesi i convegni, i congressi e gli altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza.

Nell’ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni. È fortemente raccomandato svolgere anche le riunioni private in modalità a distanza”.

Nuovo Dpcm, raccomandato non spostarsi dal proprio Comune

“È fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un Comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune”. Questo è quanto previsto dalla prima bozza del Dpcm anti-Covid in procinto di essere varato dal governo.

Nuovo Dpcm: stop a teatri, cinema e casinò

Tra le attività che rischiano di subire una chiusura, anche i cinema: “Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo e casinò – recita la bozza -. Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto”.

Nuovo Dpcm, capitolo scuola: didattica a distanza solo alle superiori

L’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione – materna, elementari e medie – e per i servizi educativi per l’infanzia continuerà a svolgersi in presenza. Lo si legge nella prima bozza del nuovo Dpcm, in via di definizione.

Discorso diverso per le scuole superiori, che adotteranno una didattica a distanza “pari al 75% delle attività e dunque un 25% in presenza su tutto il territorio nazionale, uniformando le ordinanze regionali”.

Nuovo Dpcm, stop a ricevimenti dopo matrimoni, comunioni e battesimi

Stop ai banchetti e ai ricevimenti dopo matrimoni, comunioni e battesimi. Sono infatti vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, “comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose”, si legge nella bozza del nuovo Dpcm.

VIRGILIO NOTIZIE | 24-10-2020 17:50

Bozza nuovo dpcm: tutte le misure previste Fonte foto: ANSA
Bozza nuovo dpcm: tutte le misure previste
,,,,,,,