,,

Covid, riaperture e coprifuoco, parla Sileri: "Irreversibili"

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri è fiducioso nelle riaperture decise dal governo Draghi: "Non torneremo più alle chiusure"

Le riaperture sono irreversibili, non dovremo più temere di dover chiudere. La campagna vaccinale avanza e guardiamo con ottimismo ai risultati ottenuti dai Paesi più avanti di noi, come Inghilterra e Israele”. Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri in una intervista a La Stampa, mostrandosi sicuro sulle riaperture decise dal governo, nonostante lo scetticismo di diversi esperti.

“Serviranno attenzione e gradualità – ha aggiunto- nell’allargare le maglie perché con aperture avventate, senza sufficienti controlli, rischiamo di fare passi indietro. Ma voglio ripeterlo: non torneremo più alle chiusure“.

“Stiamo uscendo da questa ondata e non ce ne saranno altre – ha spiegato – che peseranno seriamente sulle ospedalizzazioni. L’incidenza dei contagi è sempre più bassa, caleranno i posti occupati nelle terapie intensive e inizieremo presto a vedere l’effetto dei vaccini sui ricoveri degli over 80. Per avere un calo del numero dei morti, invece, servirà almeno un altro mese”.

Ai diversi virologi che hanno parlato di rischi nelle riaperture, Sileri risponde così: “Il rischio è stato calcolato con buonsenso scientifico e la programmazione è basata sull’andamento dei numeri. Inghilterra e Israele si sono mosse con le nostre stesse tempistiche: perché non dovremmo vedere gli stessi risultati che loro hanno oggi?”.

Il sottosegretario ha detto che la vaccinazione degli over 80 finirà entro un mese, mentre per gli over 70 “concluderemo il percorso nella prima metà di giugno”. “Le fasce più a rischio, quindi, saranno presto al sicuro dalle forme gravi di infezione”.

Ed ha assicurato che “ai primi di maggio arriveremo a 500 mila somministrazioni al giorno. Sono sicuro poi che la problematica di Johnson &Johnson verrà superata dall’Ema e potremo usare anche quelle dosi”.

Sileri ha affermato che la riapertura delle scuole potrà portare ad un aumento dei contagi: “Arriverà un momento in cui avremo molti più contagi tra i giovanissimi e nei soggetti sotto i 55 anni, semplicemente perché non sono ancora vaccinati. Ma se i nostri anziani sono già protetti, il rischio è minimo”.

Il coprifuoco alle 22 resta: “I numeri attuali, seppur migliori, non sono ancora così buoni da abbattere tutte le restrizioni. Portare l’R0 di molto sotto lo 0,8 permetterà di alleggerire alcune misure e allungare il coprifuoco fino a toglierlo del tutto, ma non corriamo troppo. L’incidenza di contagi è ancora alta. Dobbiamo scendere sotto i 5 casi ogni 10mila abitanti”.

Riguardo al pass per gli spostamenti annunciato da Draghi, Sileri ha affermato che “l’ideale sarebbe avere un pass europeo, non solo nazionale. Intanto partiremo probabilmente con la creazione di un pass cartaceo, per farlo poi diventare digitale più avanti, con l’ausilio di Poste italiane o magari su un’app come Immuni”.

VirgilioNotizie | 18-04-2021 10:17

Riaperture, calendario del governo: dai ristoranti alle piscine Fonte foto: ANSA
Riaperture, calendario del governo: dai ristoranti alle piscine
,,,,,,,